Cerca

Under 19

Luciano Manara-Carugate: Misani si illude con il doppio vantaggio, rimonta pazzesca dei Bersaglieri, che calano il settebello

Una partita a dir poco scoppiettante: sotto di due reti, Resnati e compagni vincono in bello stile

luciano manara carugate under 19 regionale - assamoi, resnati, xhelollari e locatelli

I Fantastici 4 della Manara, da sinistra: Assamoi, Resnati, Xhelollari e Locatelli.

Vittoria roboante della Luciano Manara che batte la cenerentola Carugate con un perentorio 7-2. Sotto di due reti, siglate per gli ospiti da Viganò e Guglielmo (14' e 19'), i ragazzi di Rigamonti sfoderano una prestazione maiuscola rimontando il doppio svantaggio e segnando a ripetizione. Da segnalare, nelle fila di casa, le doppiette di Xhelollari (21' e 40' del primo tempo), di Assamoi (44' pt e 14' st) e i gol di Resnati (30' pt), Leoni (18' st) e Brusadelli, nei minuti finali dell'incontro.

Sagra del gol. Avvio di gara che non bada molto ai tatticismi con le due squadre che attaccano in maniera convinta, affidandosi alla profondità di gioco, frutto di un schieramento tattico speculare. Al 5' grossa occasione per i padroni di casa che ci provano con l'esterno Locatelli, abile in velocità a sfruttare il taglio intelligente di Leoni: il numero sette non premia l'inserimento di Assamoi e preferisce la conclusione, debole che termina sul fondo. L'individualismo in casa Manara si ripete e gli ospiti, più capaci nell'espressione della coralità di gioco, ringraziano segnando il gol del vantaggio al 14'. E' Viganò a ribadire il rete un gran conclusione di Diodati che beffa l'estremo difensore Conti, non perfetto nell'uscita. Il vantaggio dei ragazzi di Misani annebbia la manovra dei ragazzi di Rigamonti che subiscono anche il secondo gol con Guglielmo (19'), grazie a un delizioso tiro dal limite che prima bacia il palo e poi come un flipper si infila in rete. Dal 2-0 Carugate inizia un'altra partita, con
l'inspiegabile blackout degli ospiti che dilapidano il doppio vantaggio. Al 20' lancio chirurgico di Schiavina per Assamoi che scatta sulla fascia, brucia sul tempo gli avversari e da posizione defilata spara il diagonale, prolungato in angolo da Oneta con le dita della mano. Sul corner ci pensa il fantasista Xhelollari (21') a sfruttare la spizzata di Schiavina e colpire di testa per l'1-2. La Manara alza il ritmo e trova gioco facile nelle triangolazioni e nel gioco stretto grazie a Locatelli che è molto preciso a rifinire le giocate. Su una di queste azioni arriva il pareggio locale, alla mezz'ora di gioco. Resnati, dopo un fallo al limite dell'area (nella circostanza graziato dall'arbitro Redaelli Centra per il mancato secondo cartellino giallo), si incarica della battuta e con un delizioso mancino spara dritto nel sette. E' sempre la squadra di casa a macinare gioco, sfruttando l'inerzia della partita ai danni di un Carugate compromesso da diversi infortuni (out Diodati e Sciusco) che affievoliscono la fantasia in mezzo al campo. Al 40' vantaggio Manara con Xhelollari che è lesto nell'area piccola a ribadire in rete dopo una mischia. I ragazzi di Misani non ci sono più e la Manara aumenta il vantaggio con Assamoi, che partecipa alla sagra del gol con un bel diagonale da posizione defilata (44'). 

Mentalità offensiva. Nonostante il 4-2 che potrebbe dare una certa tranquillità, i padroni di casa tornano in campo con l'atteggiamento di chi non è sazio, approfittando di un Carugate che produce ben poco per impensierire gli avversari. Al 10' è l'attaccante Beretta a scaldare i guantoni di Conti, attento nell'occasione sul tiro piuttosto fiacco del numero nove dal limite dell'area. Al 14' nuovo gol per la squadra di casa con Assamoi che, sfruttando uno svarione nella costruzione dal basso della difesa del Carugate, insacca alla destra del portiere. I cambi optati da Rigamonti non modificano il canovaccio tattico, con i padroni di casa bravi a legittimare il risultato gestendo e attaccando con facilità ai danni degli ospiti, che ripartono con poca convinzione e senza grossi riferimenti in attacco. Al 18' è 6-2 per la Manara grazie alla firma di Leoni, che buca nell'angolino basso Oneta dopo un'azione di gioco ben manovrata in velocità e nello stretto da Locatelli e Resnati con il numero nove abile a finalizzare. La reazione d'orgoglio degli ospiti avviene alla mezz'ora con Viganò che dal fondo mette in mezzo un cross beffardo, che centra la traversa alta. Nel finale a iscriversi nel tabellino di giornata c'è anche Brusadelli che quasi allo scadere della partita (44', senza minuti di recupero) firma il 7-2 finale.

IL TABELLINO

LUCIANO MANARA-CARUGATE 7-2
RETI (4-2, 7-2):14' Viganò (C), 19' Guglielmo (C), 21' e 40' Xhelollari (L), 30' Resnati (L), 44' e 14' st Assamoi (L), 18' st Leoni (L), 44' st Brusadelli (L).
LUCIANO MANARA (4-3-3):Conti 6, Pozzi 6 (23' st Borghetti 6), Lomboni 6, Sanvito 6.5, Schiavina 7.5, Donghi 6.5 (20' st Agostini 6), Resnati 8, Locatelli 7.5 (20' st Arrighini 6), Leoni 7 (20' st Brusadelli 6.5), Xhelollari 7, Assamoi 7.5 (36' st Janoui sv). A disp.: Cazzaniga, Bianconi, Cangemi, Savazzi. All. Rigamonti 7.5.
CARUGATE (4-3-3):Oneta 6, Innocenzi 6.5, Longoni 6, Sciusco 6.5 (37' Gallo 6), Centra 5.5, Margiotta 5.5, Diodati 6.5 (38' Baldan 6.5), Guglielmo 7, Beretta 6 (28' st Romeo 6), Regazzoni 5.5, Viganò 6.5. A disp.: Scaccabarozzi, Mandelli. All. Misani 6.5.
ARBITRO:Redaelli di Lecco 6.5.
AMMONITI: Centra (C), Donghi (L), Locatelli (L), Lomboni (L), ass. De Giglio (L).

LE PAGELLE

LUCIANO MANARA
Conti 6 Non perfetto in occasione del primo gol ospite ma il tiro dalla distanza dell'esterno Diodati non era semplice. Partecipa con personalità alla costruzione della manovra dal basso. Nella ripresa quasi inoperoso.
Pozzi 6 Contribuisce a dare ampiezza alla costruzione del gioco, anche se non sfrutta la sua gamba per fare male.
23' st Borghetti 6 Entra bene nonostante il largo vantaggio dei suoi possa indurre a un atteggiamento remissivo. Attento, si dà da fare.
Lomboni 6 Come Pozzi, non si distingue per la propulsione offensiva che sembra avere. Tuttavia, è attento nell'uno contro uno e non subisce pericoli sulla sua fascia di competenza.
Sanvito 6.5 Sa sempre la giocata che deve fare, non smette di dare indicazioni ai compagni. Ben ispirato il regista di gara, che potrebbe fare ancora di più.
Schiavina 7.5 Gara di sostanza del centrale che inventa il gol del 1-2 di Xhelollari. Non disdegna la fase di impostazione del gioco, inoltre dimostra sicurezza e autorità nelle chiusure e nei disimpegni. Essenziale.
Donghi 6.5 Una struttura fisica per il centrale che esce anzitempo disputando comunque una partita intelligente e molto attenta. Contribuisce a chiudere tutti gli spazi per le sortite avversarie.
20' st Agostini 6 Ricopre il ruolo di Donghi con lo spirito giusto, dimostrando senso tattico e generosità.
Resnati 8 Solitamente è nella prima squadra, ci sarà un perché. Il gol del pareggio su punizione vale il prezzo del biglietto, segnando e facendola anche facile. Unico difetto? Nei primi venti minuti non serve a dovere Assamoi, meglio posizionato per concludere a rete. 
Locatelli 7.5 Talento e capacità di giocare nello stretto sono la sua cifra distintiva. Lasciato spesso libero, confeziona palloni per Xhelollari e gioca con grande intelligenza. 
20' st Arrighini 6 Un po' difficile eguagliare il suo compagno in pochi minuti ma ci mette l'impegno. Ricopre la posizione della trequarti, contribuendo a tenere alto il baricentro. 
Leoni 7 Segna meritatamente dopo una partita spesa con grande generosità e altruismo al servizio dei compagni. Il suo gol è un po' l'antologia del calcio, andando a chiudere la triangolazione con Resnati e Locatelli. 
20' st Brusadelli 6.5 Entra con il piglio giusto e ha il merito di siglare l'ultimo gol: Rigamonti è avvisato, il numero diciassette chiede maggiore spazio. 
Xhelollari 7 Un cecchino, segna sia di testa che di piede. Gol facili qualcuno direbbe, ma bisogna essere lì per fare gol. Buona corsa e capacità di dribbling, da aggiustare la mira. 
Assamoi 7.5 Non viene servito dai compagni a inizio gara, ma si procura lo spazio per farlo dalla seconda parte del primo tempo. Segna due gol importanti, che dimostrano la sua capacità balistica e anche un senso spiccato per il dribbling.
36' st Janoui sv Per lui pochi minuti ma un gol annullato, a testimonianza dell'atteggiamento giusto).
All. Rigamonti 7.5 I suoi sembrano snobbare l'avversario ma dopo la doppia sberla giocano in maniera ragionata e conquistano una vittoria davvero tenace. Plauso per la mentalità offensiva offerta nel secondo tempo.

CARUGATE
Oneta 6 Prendere sette gol e avere sei in pagella può essere un ossimoro, ma così non è. Ci mette una pezza nel primo tempo per difendere il doppio vantaggio ed è incolpevole nella maggior parte dei gol presi. Tranne su Leoni. 
Innocenzi 6.5 Duttilità e altruismo al servizio dei compagni, gioca da terzino ben figurando nella parte iniziale mentre con l'uscita del capitano Sciusco ricopre il ruolo di centrale. Il migliore del suo reparto.
Longoni 6 Non spinge a dovere, inoltre va spesso in difficoltà su Resnati. Nella ripresa soffre ancora ma sembra trovare maggiore confidenza con le misure del campo.
Sciusco 6.5 Esce per infortunio, un po' un peccato per la retroguardia che aveva giovato della sua prova di personalità. 
37' Gallo 6 Con il suo ingresso va a ricoprire la fascia destra ma non dà un cambio di passo che ci si poteva aspettare. 
Centra 5.5 Graziato dal direttore di gara, causa diversi errori in fase di impostazione della manovra che vengono sfruttati con cinismo dagli avversari. Prestazione non convincente. 
Margiotta 5.5 Delude un po' il regista di Misani che dopo un avvio deciso si lascia condizionare dalla rimonta subita. Nella ripresa appare anche nervoso, disperdendo energie per i compagni. 
Diodati 6.5 Dalla sua iniziativa sortisce il vantaggio momentaneo di Viganò, l'infortunio è davvero una brutta tegola per la sua squadra che perde di colpo un giocatore estroso e di sicuro affidamento. 
38' Baldan 6.5 Entra con il piglio giusto, ricoprendo l'esterno di destra e dando prova della sua abnegazione. Tuttavia non basta per sortire qualche effetto sperato. 
Guglielmo 7 Gol davvero delizioso per il centrocampista che in maniera chirurgica infila Conti. Nella ripresa guida le ripartenze poco convinte dei suoi compagni e anche lui a volte si ostina in soluzioni individualiste che non giovano. 
Beretta 6 Ci prova nei minuti iniziali del secondo tempo, nonostante la sua condizione claudicante. Troppo poco tuttavia per incidere nel match. 
28' st Romeo 6 Il suo ingresso è condizionato dall'inerzia della gara in pieno controllo della Manara. Sufficienza per l'impegno messo in campo. 
Regazzoni 5.5 Perde una serie di palloni in mediana, creando le ripartenze fulminee di Locatelli e Resnati. Ci si poteva aspettare di più dal numero 10, che spesso si lascia scappare Locatelli.
Viganò 6.5 Ha il merito di aver creduto sul tiro del compagno Diodati per il vantaggio. La traversa spizzata nella ripresa lo consegna come uno dei migliori, anche se nell'economia della gara non punge quasi mai.
All. Misani 6.5 Pronti via e i suoi giocano con l'atteggiamento giusto, sorprendendo gli avversari. Peccato non aver retto nella gestione del doppio vantaggio e non aver prodotto qualcosa di pericoloso nella ripresa, ma con solo quattro scelte in panchina è difficile inventarsi qualcosa. 

ARBITRO
Redaelli di Lecco 6.5 Direzione di gara tranquilla per il fischietto lecchese. Nel primo tempo sanziona e richiama a dovere, forse fin troppo consegnando un gioco spezzettato. Nella ripresa si distingue per equilibrio. 

LE INTERVISTE

Approccio da rivedere per Giuliano Rigamonti, tecnico ad interim della Luciano Manara (da sabato prossimo siederà in panchina Giancarlo Conti). «Il rischio è che giocando con squadre che sono in basso in classifica le prendi sottogamba e così è stato all'inizio - commenta - Ai ragazzi ho detto però che anche noi eravamo fino a un mese fa in questa situazione. Abbiamo preso due gol in maniera rocambolesca, poi non abbiamo perso la testa e il pareggio ci ha spianato la strada: nel secondo tempo credo non ci sia stata partita, abbiamo continuato a giocare anche se peccato per alcune giocate individuali che a mio avviso non servono. Resnati? E' aggregato alla prima squadra ma quando scende gioca con grande passione ed entusiasmo, non lo fa pesare».

Ripartire dai primi venti minuti è invece il monito di Fabio Misani, allenatore del Carugate. «Oggi eravamo in difficoltà a livello numerico, con tanti infortuni e anche qualche ragazzo che è impegnato in prima squadra a dare una mano - spiega - L'approccio è stato buono, ho detto ai miei di sorprenderli ma poi a livello mentale ci manca qualcosa, come abbiamo preso gol, ancora su calcio piazzato, abbiam mollato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400