Cerca

Under 19

Pro Collegno - Sanmauro: Pinna e Cannizzaro firmano l'uno a uno nello scontro salvezza

Pareggio tra Pro Collegno e Sanmauro: a segnare sono i due numeri 9

Pro Collegno, Cannizzaro e Gambino

Cannizzaro e Coratella, tra i migliori in campo

 Alla fine il calcio è una cosa semplice. Si lotta, si corre e segnano i numeri nove. Oggi è andata così: il pareggio tra Pro Collegno e Sanmauro porta le firme di Pinna e Cannizzaro. Tutto sommato il risultato è giusto. In entrambe le frazioni di gioco l'inizio è stato degli ospiti, che hanno spinto con forza sull'acceleratore. Poi però è uscita la Pro Collegno, che ha avuto il merito di non mollare mai e di crederci fino alla fine. Gemma della giornata la punizione di Coratella da cui è nato il pareggio. Quel mancino avrebbe meritato di più, ma poco importa. Non sarà la sfortuna a cancellare un'autentica magia.

Quasi Arrigo. La partita è subito combattuta, maschia. Il ritmo è alto. Nei padroni di casa attivissimo è Cannizzaro, abilissimo a scappare con i tempi giusti alle spalle della linea difensiva avversaria. Ad accompagnarlo c’è sempre Morra, prezioso per la sua qualità tra le linee. Gli ospiti rispondono colpo su colpo. I ragazzi di Mastrogiacomo premono forte sugli esterni, dove Reckziegel (a destra) e Saverino (sulla sinistra) sono due autentiche frecce. I primi minuti sono di studio, di equilibrio. Basta poco però al Sanmauro per prendere in mano la gara e imporsi con decisione. Il dominio territoriale dei gialloblù cresce con il passare del tempo: la sensazione netta è che il gol sia nell’aria. Gli ospiti fiutano il momento propizio e decidono di alzare ulteriormente il proprio baricentro. Ad attaccare ci sono tantissimi uomini e persino Vidotto, terzino sinistro, sfiora in un paio di occasioni la via per la gloria. Il Sanmauro domina, eppure le occasioni nitide stentano. La costante pressione offensiva non si traduce in nitide occasioni da gol. A mancare è un po’ di lucidità negli ultimi 25 metri. E così, in maniera quasi inaspettata, è la Pro Collegno a sfiorare il vantaggio. Una palla persa in mezzo al campo da Acocella libera in contropiede Arrigo. Il numero 7 è veloce, quasi imprendibile. Il suo sinistro è forte sul primo palo e per respingerlo ci va un grande Trommaco, attento anche sugli sviluppi del calcio d’angolo immediatamente successivo. Chiara la chiave dell’incontro: il Sanmauro fa la partita, ma la Pro è pericolosissima quando può ripartire a campo aperto. Al 27’ è ancora la Pro a spingere sull’acceleratore. Un grande lancio di D’Aloi trova libero sulla sinistra ancora Arrigo. L’azione è la fotocopia di quella precedente. Il 7 corre verso la porta, ma questa volta incrocia. Il pallone, eccessivamente strozzato, termina largo di un paio di metri alla sinistra di  Il Sanmauro si desta. A prendersi la squadra sulle spalle è Pinna. Il numero nove si fa dare palla, incurante della strettissima marcatura della retroguardia avversaria. Un suo tiro di sinistro, al 31’, termina di pochissimo alla destra di Trevisani. Ora la partita vive una fase di assoluto equilibrio. Merito dei padroni di casa è non aver ceduto alla pressione iniziale.

Gambino decisivo. Inizia il secondo tempo. Gli allenatori non operano cambi, si continua con gli stessi 22. Così come nel primo tempo, è il Sanmauro a spingere forte. Ad incidere tra gli ospiti è Sperantino. Il numero 13, entrato al termine del primo tempo, si mette lì sulla sinistra, garantendo spinta e corsa. Così come nella prima frazione, le occasioni scarseggiano. Le squadre, tatticamente ben messe e molto intense, finiscono per annullarsi. La partita si sblocca inaspettatamente intorno al minuto 17. Vidotto mette dalla destra un pallone al centro dell’area. Il cross è ben direzionato, ma non tesissimo. Trevisani prova a respingere di pugno, ma manca clamorosamente il pallone. Per Pinna, solo all’interno dell’area, è un gioco da ragazzi. La sua incornata è vincente: è uno a zero per il Sanmauro. Gli ospiti ora non si accontentano. L’obiettivo è chiudere l’incontro e non lasciare speranza agli avversari. I padroni di casa non ci stanno e si riversano più volte nell’altra metacampo. A spegnere ogni tentativo è Vidotto, praticamente insuperabile. L’occasione per chiudere il conto il Sanmauro ce l’ha al minuto numero 27. Un’azione confusa porta a tu per tu con il portiere Chiera. Il numero 11, che vola verso la porta avversaria, si fa però ipnotizzare da un grandissimo Trevisani, che con un miracolo tiene a galla i suoi. Trommaco non è da meno: è lui a salvare gli ospiti dal pareggio con un prodigio su Gambino, subentrato nella ripresa. È proprio Gambino a essere decisivo. L’occasione giunge al minuto numero 37. Il numero 14 si incarica di battere una punizione defilata sulla sinistra. Da lì sarebbe più indicato un destro. La rincorsa di Gambino è storta, arcuata. Il suo mancino è una parabola deliziosa, che delfina l’aria e lambisce la parte più interna del palo. La palla rimane lì, a vagare sulla linea di porta. Il più lesto è Robust, che deposita in rete. Ora è uno a uno.

IL TABELLINO

PRO COLLEGNO-SANMAURO 1-1
RETI (0-1, 1-1): 14' st Pinna (S), 37' st Cannizzaro (P).
PRO COLLEGNO (4-3-3): Trevisani 6.5, Robust 6.5, Mariconda 6.5 (43' Supertino 7), Grasso 6.5 (18' st Coratella 7.5), Turco 6.5, Pagliuca 6.5, Arrigo 7, D'Aloi 6.5 (5' st Agricola 6.5), Cannizzaro 7, Morra 7, Varca 6.5. A disp. Corazzari. All. Napolitano 6.5. Dir. Stuppia.
SANMAURO (4-2-3-1): Tromacco 7, Vidotto 7, Nitais 6.5, Acocella 6.5 (4' st Tudose 6.5), Miano 7 (5' st Cerrone 6.5), Frisoli 6.5, Reckziegel Del Sao 6.5 (28' st Ragazzi 6.5), Milazzo 7, Pinna 7, Saverino 7, Chiera 6.5. A disp. Leiras, Gambino, Lo Pomo, Fella, Campanelli. All. Mastrogiacomo 6.5.
ARBITRO: Ivalde di Torino 6.5.
AMMONITI: 37' Robust (P), 37' Vidotto (S).

LE PAGELLE

PRO COLLEGNO

Trevisani 6.5 Indeciso all’inizio del primo tempo, cresce con il passare dei minuti. Con i piedi è davvero bravo a far cominciare l’azione. Suo un miracolo vitale nel secondo tempo. 

Robust 6.5 La sua spinta è costante. Quando arriva negli ultimi metri, forse, si perde un po’. Generosità encomiabile.

Mariconda 6.5 Anche lui, appena può, avanza molto. Se parte in corsa è praticamente imprendibile.

43' Supertino 7 Il suo ingresso è molto importante. Garantisce corsa, attenzione e decisione. Unica pecca: è eccessivamente nervoso.

Grasso 6.5 partita non semplice là in mezzo. Pochi sussulti, ma tanta corsa e tante cose utili.

18’ st Coratella 7.5: il suo mancino è un piacere per gli occhi. Il voto sarebbe stato ancora più alto, se solo quella palla si fosse depositata in rete. La sua punizione è per distacco la cosa più bella della partita. Da applausi.

Turco 6.5 Il cliente da marcare (Pinna) non è semplice, ma non perde mai la calma. Nel primo tempo è autore di qualche salvataggio provvidenziale.

Pagliuca 6.5 Roccioso, sicuro: difensore assolutamente affidabile.

Arrigo 7 è lui l’uomo più pericoloso dei suoi: nel primo tempo, i suoi tagli a venire dentro al campo sono praticamente letali.

D'Aloi 6.5 Nel traffico prova a districarsi con la sua tecnica. Gli riesce soltanto a volte: non è questa la partita in cui riuscire a emergere.

5’ st Agricola 6.5: si mette là davanti alla difesa e dà un contributo fondamentale.

Cannizzaro 7 Tanto, tantissimo lavoro sporco. I palloni puliti sono pochi. C’è da lottare e lui non si tira indietro. Impreziosisce la sua onestissima prestazione con una rete da attaccante vero, verissimo.

Morra 7 Ad accendere la luce ci pensa sempre lui. Il suo mancino è un piacere per gli occhi. Bellissimo da vedere e ultimo a mollare.

Varca 6.5 Dati i mezzi a disposizione, incide troppo poco. Da uno come lui è lecito aspettarsi di più.

All. Napolitano 6.5 Prepara la partita benissimo. I suoi non mollano davvero mai.

SANMAURO

Trommaco 7 Nel primo e nel secondo tempo è più volte decisivo: la sua firma è evidente.

Vidotto 7 Spinge con costanza, sfruttando il suo destro. È anche pericoloso in un paio di occasioni da fuori. Nel secondo vince ogni duello e regala un assist decisivo a Pinna.

Nitais 6.5 Dà sicurezza all’intero reparto. La sua prova è pulita, senza sbavature.

Acocella 6.5 Tiene la posizione con attenzione, prestando attenzione agli uomini tra le linee. Prezioso, utile.

4' st Tudose 6.5 entrare in corso, in queste partite, non è facile. Non delude affatto.

Miano 7 Quando parte palla al piede fa spavento. La sua facilità di corsa impressiona per la sua irrisoria naturalezza.

5’ st Cerrone 6.5 Roccioso là dietro. Difficilmente si riesce a saltarlo.

Frisoli 6.5 Attento in tutto ciò che fa. Affidabile e roccioso.

Reckziegel Del Sao 6.5 Se si allunga il pallone sono sempre guai. Nel primo tempo manca però qualche guizzo davvero decisivo. Meglio nella ripresa.

28’st Ragazzi 6.5 Prova a incidere là davanti sulla destra. Con lui il Sanmauro acquisisce tanta corsa.

Milazzo 7 Là in mezzo è ovunque: fondamentale per recuperare ogni palla vagante. È giovane, ma già esperto e navigato.

Pinna 7 Nel primo tempo non incide a sufficienza, eccezion fatta per qualche sporadico lampo che lascia intravedere le sue grandi qualità. Quando si accende, dà sempre la sensazione di poter essere decisivo. Nel secondo tempo realizza un gol da attaccante consumato.

Saverino 7 Ha tutte le caratteristiche di un numero dieci: ha estro, fantasia e talento. Cresce con il passare dei minuti e nel finale di gara cresce esponenzialmente. Sfortunato nel finale, quando avrebbe meritato la gioia del gol.

Chiera 6.5  I mezzi ci sono, ma manca un guizzo negli ultimi metri. In alcune occasioni attarda leggermente un passaggio che potrebbe essere decisivo.

All. Mastrogiacomo 6.5 Il rimpianto più grande è non averla chiusa quando si poteva.

ARBITRO: Ivalde di Torino 6.5 Arbitraggio condotto senza commettere sbavature.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400