Cerca

Rapp Under 19

Secondo test per la Rappresentativa di Licio Russo: domina Allasia della Saviglianese con due gol

36 ragazzi presenti al campo del Chisola: ottima prestazione delle difese di tutte e 4 le squadre

Secondo test al campo base del Chisola per la Rapp Under 19 di Licio Russo. Un'ottima prova che ha messo in luce dei reparti difensivi ben funzionanti, in entrambe le partitelle giocate nel freddo pomeriggio vinovese. Lo staff del tecnico ex Borgaro alza il minutaggio rispetto a martedì, con due tempi da 40' anziché da 35' e qualche turno doppio in più rispetto all'appuntamento di Pianezza. Mantenuta la "tradizione" degli abbinamenti di casacche: arancioni contro biancoblù e verdi contro biancorossi.

Fino-Allasia illuminano gli arancioni. Dopo i consueti cambi in distinta del pre match Licio Russo e il suo staff mettono a posto i pezzi del puzzle e assegnano le dovute casacche. 4-3-3 per tutti: in maglia biancoblù Federico Ravo del Venaria; difesa composta da Baudino, Seghesio, David e Piana; regia affidata ai piedi di Coronetti della Sanmartinese, pronto ad innescare gli alfieri del centrocampo Marmo e Apicella; tridente composto da Pianese punta centrale, Lucchini ala destra e Pianese ala sinistra. I ragazzi in maglia arancio si affidano in attacco dal tandem dall'alta qualità della Saviglianese Allasia-Palushaj, schierati nel tridente insieme a Fino del Valle Varaita. L'altro 10 in campo, Matteo Agricola della Junior Torrazza, sempre in regia con mezzali gli astigiani Cerutti (Moncalvo) e Mansueto (SCA Asti); difesa affidata a Hamrad e Rizzitano al centro con Colombo e Nigra sulle fasce, a difendere la porta di Mattia Ricatto del Benarzole. Come anticipato prima, a funzionare bene sono soprattutto le linee difensive: le catene arretrate sembrano essere ben oliate e i ragazzi sanno bene come e quando uscire a prendere i portatori di palla. Ad essere chiamati a qualche straordinario in più sono Hamrad e Rizzitano dei biancoblù, grazie anche ai meriti del tridente arancione e delle palle messe da Coronetti in regia. Il centrocampista della Sanmartinese è bravo a far girare pallone e squadra, spaziando sia nel fraseggio palla a terra che con qualche lancio lungo sulle corsie esterne per provare ad aprire la difesa. Sul fronte biancoblù ottima intesa tra Seghesio della Monregale e Mahmood del Torrazza: Russo li schiera sulla corsia sinistra e i due si scambiano gesti di intesa consentendo al terzino cuneese di andare costantemente in sovrapposizione. A concludere maggiormente in porta sono però gli arancioni, soprattutto con Palushaj nei primi minuti: a combinare con l'attaccante della Saviglianese è spesso e volentieri Fino, bravo a buttarsi dentro sugli spazi lasciati liberi da Allasia. Mentre Hamrad e Rizzitano svolgono il loro compito di difensori alla grande sale in cattedra Paolo Nigra del Vianney, che dall'out sinistro si avventura in più di un'occasione verso il fondo per servire ottimi palloni per attaccanti e centrocampisti. Dopo 20' di lavoro sporco Allasia si avvicina di più alla porta e inizia a calciare dalle parti di Ravo, attento in un paio di occasioni. La gara si sblocca al 31': altra sgroppata di Nigra, bel cross sul secondo palo dove Fino stacca in anticipo su Ravo e sigla l'1-0. Passano pochi minuti e su una gran palla di Agricola (questa volta da sinistra) gli arancioni trovano il 2-0 con Allasia, letale nello stoppare tra Piana e Cristian (fino ad allora quasi impeccabili) e ad insaccare all'angolino. Uno dei pochi lampi dei biancoblù in avanti è nel finale, sulla punizione calciata da Lucchini del Felizzano Bloccata da Ricatto.

Zerbin apre, Lucchini chiude. Dopo un piccolo momento di confusione dovuto ai cambi di maglia e a sostituzioni già programmate Licio Russo e staff riprendono il filo segnando tutti gli opportuni cambi su una distinta che ormai ha più correzioni a penna che altro. Verdi in campo con Ravo in porta (chiamato agli straordinari a causa dell'assenza di Capetta del Dormelletto), Ferro largo a destra e Nita a sinistra, con al centro Ghannay e nuovamente Rizzitano; in regia questa volta ci va Marmo della SCA Asti, pronto a far staffetta con Coronetti, con Margaria del Valle Varaita e Troiano ai lati; tridente che vede Lanfredini della Crescentinese a destra, Zerbin della Sanmartinese a sinistra e ancora Lucchini a guidare l'attacco. Per i biancorossi esordisce in porta Gallesio dello Scarnafigi; a sinistra ci va Margaria del Valle Po e a destra si adatta Mahmood nel ruolo di terzino, con Vescovi e Hamrad difensori centrali; incaricato di gestire la manovra Andrea Cossetto del Rosta, con mezzali Capasso e Prizzi; davanti Russo vuole rivedere Allasia punta centrale e gli schiera vicino Gallesio del Valle Po e Bono del Vianney. Le buone impressioni della prima frazione vengono confermate anche qui, con i reparti difensivi che sembrano funzionare bene e una manovra discretamente fluida da parte di entrambe le squadre. In questo caso però la partita si sblocca subito, con Zerbin che indovina il tiro e firma il vantaggio dei Verdi sfruttando una piccola incertezza di Gallesio. Tolto il gol iniziale le formazioni sono equilibrate, con tanti spunti per Licio Russo che arrivano dal centrocampo: tra tutti spicca la bella prestazione di Ciro Capasso della Saviglianese, che dimostra buona fisicità e un buon passo. Interessante la gara di Mahmood, che prima dell'inizio della partita ammette di non aver mai fatto l'esterno basso: il 2003 della Crescentinese convince anche nella posizione arretrata, dimostrando ottimo senso della posizione. Le interessanti geometrie di Cossetto e gli inserimenti costanti dei centrocampisti liberano spazi buoni per il fiuto del gol di Allasia, che trova il pari al 20' dopo un rapido inserimento in area e una bella conclusione in porta. Seguono poi una lista di cambi e di riassetti tattici, a cui segue un buon momento per i Verdi: Nita si avventura in più di un'occasione verso l'area di rigore partendo dall'out sinistro, così come Lucchini, Zerbin e Lanfredini sono bravi a non lasciare punti di riferimento ai difensori in tenuta biancorossa. All'ultima azione prima della fine del test i Verdi siglano il gol della vittoria con una bella conclusione dal limite di Lucchini che fissa il risultato sul 2-1.

I TABELLINI

1ª PARTITA

BIANCOBLÙ-ARANCIONI 0-2
RETI: 31' Fino, 33' Allasia.
BIANCOBLÙ (4-3-3): Ravo, Baudino, David, Piana, Seghesio, Marmo, Coronetti, Apicella, Lucchini, Pianese, Mahmood. 
ARANCIONI (4-3-3): Ricatto, Nigra, Hamrad, Rizzitano, Colombo, Cerutti, Agricola, Mansueto, Palushaj, Allasia, Fino.

2° PARTITA

BIANCOROSSI-VERDI 1-2
RETI (0-1; 1-1; 1-2): 2' Zerbin (V), 20' Allasia (BR), 42' Lucchini (V).
BIANCOROSSI (4-3-3): Gallesio, Mahmood (22' Apicella), Hamrad, Vescovi, Margaria [VALLE PO] (22' Agricola), Capasso, Cossetto, Prizzi, Gallesio, Allasia, Bono.
VERDI (4-3-3): Ravo (22' Ricatto), Ferro, Ghannay, Rizzitano, Nita, Margaria [VALLE VARAITA], Marmo (22' Coronetti), Troiano, Lanfredini, Lucchini, Zerbin. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400