Cerca

Under 19

Gassino SR-Ivrea Calcio: Mantoan è una sentenza, il Gassino sbatte su Celeghin

L'Ivrea non prende mai gol e lo conferma inanellando il secondo successo per 1-0 consecutivo firmato Mantoan, ma i rossoblù di De Martino escono a testa altissima

Ivrea Calcio, la gioia dopo il gol vittoria

Matteo Celeghin, mvp del match, e Tommaso Mantoan, mattatore di giornata(foto Cunazza)

1-0 corto muso parte terza: così l'Ivrea di Conta torna ad affacciarsi davanti, battendo un Gassino mai domo e in evidente crescita. Si chiude il 2021 del girone B di Under19 regionale, con la sfida avvincente dello Stadio Valentino Bertolini tra i terribili rossoblù di De Martino e gli impenetrabili orange di Conta. Due squadre che fino a questo momento avevano largamente superato le aspettative iniziali: i padroni di casa, con la vittoria di mercoledì sera nel gelo di Plan Felinaz contro lo Charvensod, avevano ancora una volta confermato di essere completamente padroni del proprio destino, grazie ad un gioco ben organizzato dal giovane tecnico e a delle individualità già pronte al salto in prima squadra (su tutti Edoardo Torre e Vahe Manukyan, entrambi presenti al raduno settimanale della rappresentativa). Dal lato opposto, un Ivrea maturo che dopo l'1-0 inflitto al Volpiano si era rilanciato nella corsa alla vittoria finale, ma a cui serviva profondamente ritrovare i gol dei suoi attaccanti per fare il salto di qualità decisivo. Per il big match odierno, i due tecnici si affidavano ad uno speculare 4-3-3, con defezioni importanti per ambo le parti: per i gassinesi l'esterno Giardino, per gli eporediesi il fantasista Bonaccorsi. Sorti offensive dunque completamente affidate ai due attaccanti di riferimento Manukyan e Genestrone, pronti per 90 minuti di sportellate.

Partita bloccata. L'approccio migliore alla gara è di marca eporediese, con un inizio molto aggressivo in fase di non possesso e un fraseggio veloce palla a terra con repentini cambi di gioco. Cuore pulsante del primo quarto d'ora è la fascia destra orange, con l'asse Cagnin-Gillio molto attivo e propositivo in fase offensiva, ma poco concreto nei cross al centro per l'accorrente Genestrone. Ad inaugurare il match è un'occasione per Cagnin, che sfrutta il liscio di Circelli sul lancio di Tapparo e calcia al volo, concludendo di poco alto sul primo palo. Due minuti dopo l'azione nasce esattamente sul fronte opposto dalla discesa di Pipicella sulla sinistra: il suo cross finisce sul secondo palo proprio tra i piedi di Gillio, ma, sorpreso da una delle sporadiche occasioni da gol capitategli in carriera, il terzino destro non calcia e scarica la sfera per De Masi che conclude come riesce a lato. Man mano, il Gassino inizia a prendere confidenza con il match ed entra in partita, passando spesso per le geometrie di Croveri e affidandosi alle sponde di bomber Manukyan, oggi con dei clienti piuttosto scomodi a premere sulle caviglie. Per i padroni di casa, tuttavia, le occasioni da gol scarseggiano e l'Ivrea alla mezz'ora torna ad avere il pallino del gioco. Numerosi sono i corner per gli ospiti di Conta, pericolo costante per i rossoblù meno fisici, ma nemmeno l'estremo difensore gassinese Leone deve sporcarsi le mani se non in qualche facile disimpegno.

Svetta Mantoan, ma l'Ivrea non la chiude. L'inerzia della sfida non cambia nella ripresa: si ricomincia esattamente come nella prima frazione sulla fascia destra, con questa volta De Masi dopo nemmeno un minuto bravo a servire il taglio in mezzo di Mantoan, ma con quest'ultimo poco cinico a tu per tu con il portiere. Prove generali per l'esterno sinistro, che pochi minuti dopo aggiusta la mira a porta in vantaggio gli ospiti: su calcio d'angolo di Pipicella è imperioso il suo stacco di testa, con un'incornata che termina sotto la traversa non lasciando scampo a Leone. Il Gassino accusa il colpo e i seguenti dieci minuti sono ancora monocolore, con qualche amnesia difensiva mal sfruttata dai ragazzi di Conta. In particolare, al 17'st, su invito di Cagnin, Mantoan calcia a giro di prima intenzione sul primo palo, la risposta di Leone è precisa e sulla respinta lo stesso Cagnin spara sull'esterno della rete. Sulla falsa riga del primo tempo, il Gassino torna ad affacciarsi in avanti intorno al 20'st, con uno squillo di Croveri dalla distanza neutralizzato da un attentissimo Alice. De Martino le prova tutte, inserendo Raco al posto di Croveri e alzando a centrocampo Cocozza prima, e portando sulla linea di centrocampo il terzino Colucci poi. Mentre Manukyan continua a sbattere sul muro Celeghin-Peretti, con l'ingresso di Actis Perino l'Ivrea torna ad avere ossigeno in avanti per le ripartenze. Il neoentrato attaccante eporediese si rende protagonista fin da subito, guadagnando falli e tenendo la palla con grande abilità. Al 37'st poi il numero 18 s'inventa dal nulla una giocata che potrebbe chiudere definitivamente i conti: protetta palla spalle alla porta, Actis penetra in area superando il diretto avversario e serve con la "Bola de la muerte" l'accorrente De Masi, che da due metri spara fuori a porta spalancata. Disperazione per Conta per la chance sprecata e Gassino rinvigorito, con gli ultimi dieci minuti di fuoco che non sortiscono lo sperato pareggio, nonostante l'assedio alla porta eporediese. Termina dunque con un 0-1 di misura, con qualche polemica finale per un presunto rigore non assegnato ai rossoblù in pieno recupero. 

Per De Martino una prova comunque onesta e di grande intensità dei suoi ragazzi, reduci dalla battaglia di Charvensod e in netta maturazione come individualità e come collettivo - anche in virtù dell'esperienza che alcuni ragazzi stanno accumulando con la prima squadra. Dall'altro lato un Luca Conta invece molto contento, per un successo contro un'ottima squadra e per aver mantenuto ancora una volta la rete inviolata. Adesso pausa natalizia e poi ritorno infiammato sui campi per il restart del 15 gennaio.

IL TABELLINO

GASSINO SR-IVREA CALCIO 0-1

RETI: 5' st Mantoan (I).

GASSINO SR (4-3-3): Leone 6, Colucci S. 7, Circelli 6, Croveri G. 6 (27' st Raco sv), Cocozza 6.5, Ducato 5.5, Facta 5.5 (36' st Fedele sv), Colucci M. 6.5, Manukyan 6.5, Torre 6.5, Astesano 6 (28' st Sinigaglia 6.5). A disp. Follini, Curione, Pistoresi, Tempo, Nitais , Guasco Baraldo. All. De Martino 6.5. Dir. Morello.

IVREA CALCIO (4-3-3): Alice 6.5, Peretti 7, Pipicella 6.5 (22' st Barbagallo sv), Tapparo 6, Gillio 7 (34' st Moia sv), Celeghin 7.5, Cagnin 6.5 (22' st Fortina sv), Mantoan 6.5, Genestrone 6.5 (11' st Actis Perino 6.5), De Masi 6, Zamuner 6.5. A disp. Toscano, Malacrinò, Re. All. Conta 7. Dir. Barbagallo.

ARBITRO: Acampora di Casale Monferrato 6.5.

AMMONITI: Sinigaglia (G), Colucci S. (G).

LE PAGELLE

GASSINO SR

Leone 6 Incolpevole sul gol subito, per il resto del match è attento e risponde presente quando chiamato in causa.

Colucci S. 7 In copertura non sbaglia mai, annullando di fatto Mantoan nel primo tempo. In fase offensiva poi è una spina nel fianco, grazie alle sue doti atletiche spiccate.

Circelli 6 Patisce parecchio l'inferiorità numerica e le sovrapposizioni dalla sua parte, lasciando spazio all'avanzata ospite. Qualche spunto palla al piede gli compensa sicuramente una prestazione negativa in fase difensiva.

Croveri 6 Parte molto bene, dando il solito ordine alla squadra, proponendosi sempre ai compagni e cercando Manukyan con insistenza. Sul lungo periodo si spegne ( 27' st Raco sv).

Cocozza 6.5 Partita sontuosa e di esperienza del centrale di casa, la cui militanza in prima squadra è evidente. Deciso nei contrasti e con la giusta malizia, si sposta a centrocampo e non modifica il suo apporto nel filtro.

Ducato 5.5 Prestazione opaca per il centrale destro: soffre il confronto fisico con Genestrone prima, e quello tecnico con Actis poi. Male anche in un paio di costruzioni dal basso.

Facta 5.5 Molto spento rispetto al solito, tocca pochissimi palloni e sembra essere stanco, o comunque non in perfetta forma ( 36' st Fedele sv).

Colucci M. 6.5 Solito dinamismo e solita personalità. Conduce palla al piede le avanzate gassinesi senza paura gestisce con qualità il possesso. 

Manukyan 6.5 Apporto preziosissimo alla partita dei padroni di casa. Fa a sportellate per 90 minuti e concede sponde a valanga per i compagni, che però lo seguono poco. Alla fine riesce anche a penetrare un paio di volte in area, ma sfortunatamente non riesce ad incidere.

Torre 6.5 Solita fantasia, svaria su tutto il fronte d'attacco e crea difficoltà ai colossi difensivi dell'Ivrea con le sue accelerate.

Astesano 6 Primo tempo piuttosto anonimo, nella ripresa entra bene e sembra essere l'unico ad appoggiare le giocate di Manukyan.

Dal 28' st Sinigaglia 6.5 Ingresso con personalità, sia per l'aver provato a creare la superiorità numerica in un paio di occasioni, sia per la grinta nel mettere il piede su ogni palla vagante.

All. De Martino 6.5  Squadra molto giovane e in crescita continua, soprattutto nella malizia di certi componenti. Manca solo quel piccolo scatto in più per poter competere con le big del girone.

IVREA CALCIO

Alice 6.5 Una sicurezza assoluta. Parla richiamando i compagni, nelle prese basse è impeccabile (anche considerato il terreno di gioco scivoloso) così come nelle uscite alte. Mai impensierito realmente.

Peretti 7 Impegnato nel ruolo di centrale difensivo per scelta tecnica (esclusione di Barbagallo), gioca una partita perfetta, pulita. Ogni contrasto lo vince lui, di testa sono tutti suoi i traversoni.

Pipicella 6.5 Mancino delicato, utilissimo per calci piazzati come il corner da cui nasce il gol-vittoria; in difesa non si evidenziano sbavature ( 22' st Barbagallo sv).

Tapparo 6 Parte bene come il diretto concorrente gassinese (Croveri), e tatticamente è perfetto per tutta la partita. Pecca spesso però di imprecisione nel fraseggio, forse per superficialità.

Gillio 7 Mossa a sorpresa di Conta dell'ultimo minuto, dimostra di poter meritare più spesso una maglia da titolare con una prova maschia, di grande corsa e generosità. Si propone spesso in avanti - seppure sia evidenti alcune lacune sui cross - e dietro non sbaglia mai ( 34' st Moia sv).

Celeghin 7.5 Celeghin o Chiellini? Rude, si, ma insuperabile. Il difensore della nazionale ha fatto scuola, e il centrale 2002 replica le sue movenze alla perfezione. Non sbaglia, e se sbaglia sa come rimediare. Nonostante sia diffidato da più partite riesce a non farsi ammonire, pur prendendosi qualche rischio con alcuni interventi un po' scoordinati. Muro.

Cagnin 6.5 Inizio sprint, ragiona palla al piede e duetta bene con Gillio. Nel secondo tempo va a strappi, passando da un contropiede goloso sprecato a continue incursioni sulla destra ( 22' st Fortina sv).

Mantoan 6.5 Letale. Primo tempo nettamente insufficiente e poco lucido, sbaglia un gol già fatto ad inizio ripresa, ma si rifà immediatamente. Secondo gol consecutivo, che pesa come un macigno sul campionato eporediese.

Genestrone 6.5 Prestazione autorevole e generosa, difende parecchi palloni. A volte vorrebbe partire palla al piede e dimostrare qualcosa in più al proprio tecnico, che però sa bene che quello che serve da giocatori come lui è pazienza, per far salire la squadra prima e concludere poi al momento opportuno.

Dal 11' st Actis Perino 6.5 Ingresso con voglia, scoppiettante. Dopo un minuto ha già guadagnato due falli e toccato 5 palloni. Bellissima poi l'azione individuale in occasione del gol sbagliato clamorosamente da De Masi.

De Masi 6 Tocca davvero un'infinità di palloni e corre per 90 minuti senza sosta. Ma quel gol sbagliato a porta spalancata urla ancora vendetta e regala a Conta dieci minuti finali infernali.

Zamuner 6.5 Pimpante come sempre, lucido nella gestione della palla soprattutto nel primo tempo. Cala nella ripresa, ma la sua prova è consistente in quanto sempre presente e vivo nel gioco orange.

All. Conta 7  Bisognava vincere e dare continuità al successo sul Volpiano e così è stato. -2 dalla vetta e una solidità difensiva che ormai non stupisce più. Manca come sempre un pizzico di cinismo in più.

ARBITRO: Acampora di Casale Monferrato 6.5 In fin dei conti la gestione del match è coerente. Manca una doppia ammonizione per Colucci nel primo tempo, ma forse sarebbe stata affrettata; nel finale dubbio su un possibile rigore per i gassinesi, ma lascia correre a parer mio giustamente, compensando e valutando bene il contesto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400