Cerca

Under 19

Tre gol nel primo tempo: il campionato è riaperto

Doppiette, nervosismo e grandi giocate: si infiamma il finale di stagione

Grimaldi Assago

Stefano Grimaldi, calciatore dell'Assago, miglior calciatore della scorsa giornata

Il Rozzano pareggia e l'Assago ne approfitta. Si potrebbe riassumere così un sabato che ha riaperto la contesa per la conquista del primo posto, con la lotta per il piazzamento d'onore e quella per la salvezza che restano di notevole interesse. La prestazione mostruosa di Grimaldi lancia Sabatino, che affronterà una settimana impegnativa, con la semifinale di Coppa alle porte, rosicchiando due punti sulla capolista, bloccata sul pareggio da una Vogherese tenace. Tensione crescente in tanti match, la posta in palio comincia a diventare alta: il Locate espugna Sesto Ulteriano, mentre il Brera è corsaro in quel di Codogno. Vittoria anche del Pavia, che ridimensiona il La Spezia, che ha necessità di ritrovarsi. Samos e Caprioli brillanti nel 2-2 tra Barona Sporting e Club Milanese, mentre l'Acc. Pavese rallenta contro il Sancolombano: proprio da quest'ultimo incontro parte la rassegna della scorsa giornata, con vista sul turno pesantissimo in programma oggi.

GIORNATA 19

ACC. PAVESE-SANCOLOMBANO 1-1
L’Acc. Pavese non approfitta dei rallentamenti delle squadre davanti in classifica, fermata da un Sancolombano ostico, che ottiene il terzo risultato utile consecutivo (una vittoria e due pari esterni). I locali vanno spesso alla conclusione, non riuscendo però a scalfire la retroguardia di Agratti, fatta eccezione per la rete di Ouaqit al 19’ della ripresa. Sembra fatta per accorciare le distanze in classifica, ma al 32’ Tasca frena le ambizioni avversarie, seppur con un’azione considerata viziata da un fallo, al punto che non manca qualche momento di nervosismo tra le due compagini. Un pari che forse serve maggiormente agli azulgrana, tenendo un punto di vantaggio sulla zona calda, mentre la squadra di Mulazzi è ora distante sette lunghezze dal secondo posto.

Masella (dirigente Acc. Pavese): «Prestazione più che sottotono, non eravamo la squadra vista nelle ultime partite. Abbiamo sbagliato tanto, ma va detto che sul loro pareggio il fallo era nettissimo. Nettamente più forti, siamo rammaricati per la mancata vittoria».

Agratti (allenatore Sancolombano): «Partita combattuta. Meglio loro sul piano del palleggio, ma noi sempre in partita con determinazione e spirito di sacrificio. Subito gol nel momento migliore per noi. Abbiamo corso qualche pericolo, anche da palla inattiva. Contento del pareggio soprattutto per le difficoltà avute in settimana. Con onestà, se guardo solo al finale di gara, loro avrebbero meritato qualcosa in più, ma nel complesso il pareggio è sacrosanto. Un plauso a tutti, subentrati compresi».

ATLETICO CVS-LOCATE 1-2
Lo scontro in coda premia la squadra ospite, che vince a domicilio contro l'Atletico CVS, in una gara terminata con momenti di tensione che hanno visto coinvolti più componenti delle due squadre, in un clima infuocato. La partita: vantaggio Locate sugli sviluppi di un calcio d’angolo, grazie al colpo di Vender al 13’. Sul finale di tempo arriva il pari targato Martini, che manda la sfida all’intervallo in perfetto equilibrio. Nella ripresa, decide un rigore di Lana, contestato dai padroni di casa. Il Locate, schierato con un inedito 4-3-2-1, difende il risultato, sciupando qualche occasione in contropiede. Dall’altra parte, la squadra di Viandanti recrimina per qualche episodio sfavorevole. Il risultato finale premia gli ospiti, che vincono e danno un colpo alla lotta salvezza, sebbene ancora sia tutto in bilico.

Viandanti (allenatore Atletico CVS): «Spiace perché abbiamo buttato la partita. Vorrei però rimarcare la condotta dell’arbitro, a mio parere insufficiente. Non è possibile, in una partita cruciale per la salvezza, assistere a medesimi episodi sanzionati in modo differente: due rigori netti per noi non concessi, di cui uno veramente incredibile con il tiro di Nocerino letteralmente “parato” da un difensore, mentre agli avversari è stato concesso il penalty. Ci penalizzerà nella nostra corsa, ma non possiamo piangere per questo. Dobbiamo reagire. Peccato per il clima post-gara».

Gaudio (allenatore Locate): «Loro sono una bella squadra, composta da tanti bravi giocatori, su tutti Martini, che a mio avviso è un calciatore di spessore. Noi abbiamo fatto una partita da leoni e dopo il vantaggio ci siamo protetti, divorandoci tre gol in ripartenza.

BARONA SP.-CLUB MILANESE 2-2
Una doppietta da una parte, una dall’altra. Un tempo per uno in una sfida che frena il Club Milanese, che rimane a sette punti dalla capolista Rozzano, perdendo però il secondo posto in favore dell’Assago. Gli uomini copertina sono Samos, autore dei due gol nel primo tempo che illudono la Barona, e Caprioli, che nella ripresa morde il match. Primo tempo eccezionale offerto dalla squadra di Musco. La rete al 7’ dell’attaccante di casa arriva con un grandissimo tiro a giro dal vertice dell’area di rigore, seguito da una bella rete al 20’ di piatto in anticipo sui marcatori, sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nella ripresa, complici gli innesti di Pozzi e Mancini, la partita prende un’altra piega: al 5’ Caprioli con un gran sinistro da fuori area riapre la contesa, raddoppiando al 28’ e riuscendo a rimontare la sfida, fissando il punteggio sul 2-2 finale. Qualche recriminazione ospite per un gol annullato e per un rigore non concesso.

Montinari (dirigente Barona Sp.): «Abbiamo disputato un bel primo tempo, calando nella ripresa, con meno intensità. Loro hanno azzeccato i cambi, inserendo ragazzi di qualità davanti che hanno avuto un peso specifico notevole. Noi comunque abbiamo prodotto belle giocate. Nel complesso, direi che il pareggio è giusto».

Apollo (allenatore Club Milanese): «I ragazzi meritano un plauso per aver recuperato un risultato negativo. Arbitro peggiore in campo».

CASALPUSTERLENGO-ASSAGO 0-3
L’Assago c’è. La prestazione esterna contro il Casalpusterlengo certifica che i ragazzi di Sabatino non hanno per nulla alzato bandiera bianca, rilanciando le proprie quotazioni in campionato e approfittando del mezzo passo falso del Rozzano, adesso lontano cinque punti dalla vetta. Una partita chiusa nella prima frazione di gioco, grazie alle reti di Teta su rigore al 12’, concesso per fallo di Milesi su un incontenibile Grimaldi, autore anche del terzo gol prima dell’intervallo con un rasoterra che ha finalizzato una perfetta ripartenza. In mezzo, il gol di De Andreis, che ancora su assist del numero 11, stavolta dalla bandierina, con un bel mancino batte Mehmetaj. Nella ripresa ci provano ancora gli ospiti, mentre nel finale è Prudente ad avere l’occasione per il gol della bandiera, trovando sulla sua strada un ottimo Siani, classe 2005, che ha degnamente sostituito il titolarissimo Caserini, in panchina per smaltire un infortunio. Tre punti vitali, che conducono il club al secondo posto solitario.

Sabatino (allenatore Assago): «Conoscevamo la pericolosità degli avversari soprattutto sulle palle inattive. Ci eravamo preparati ad una gara fisica, considerando che giocano molto in verticale e sulle seconde palle. Bravi nelle letture individuali e come atteggiamento complessivo. I miei ragazzi, che ricordo per la maggior parte sono del 2005, hanno avuto il piglio giusto».

Meazzi (dirigente Casalpusterlengo): «Al netto del risultato negativo, mi sento di esprimere una nota di merito alla società Assago per la pulizia degli spogliatoi e per come hanno affrontato la partita, senza spocchia nonostante il risultato e con spirito sportivo e corretto. I miei complimenti».

CODOGNO-BRERA 1-2
In coda arriva un colpo esterno imprevedibile: il Brera si dimostra un osso duro e conquista un successo fondamentale contro un Codogno che adesso deve ritrovarsi per evitare guai. Al 26’ la sblocca Abo El Ata, bravissimo ad approfittare di un errore a centrocampo dei locali e concludendo con uno splendido tiro a giro. Inizio ripresa scoppiettante: Maroadi pareggia dopo due giri d’orologio, ma subito dopo è Flores, sfruttando l’assist dell’autore del primo gol Abo El Ata, a marcare il match. Nel finale cartellino rosso per Guedes, che rifila un colpo a Diomande, tra i più propositivi dei suoi e a cui è mancato solo il gol.

Aleotti (presidente Brera): «Eravamo in emergenza, contati, e nel primo tempo abbiamo tenuto bene il campo. Abbiamo fatto un bel gol con Abo El Ata finalizzando una ripartenza. Difesa attentissima, con una sola occasione per loro. La rete del secondo vantaggio ci ha ridato concentrazione. Loro hanno avuto tante occasioni, ma anche noi abbiamo colpito un palo. Abbiamo avuto una retroguardia che ha retto molto bene, senza correre rischi».

Gremi (dirigente Codogno): «Brutto errore a metà campo in occasione del primo gol. Abbiamo avuto due opportunità nel primo tempo non concluse. Il loro secondo gol, a mio avviso, in fuorigioco. L’arbitro ha preso una svista. Brutta partita, male tutte e due le squadre».

PAVIA-LA SPEZIA 2-1
Il La Spezia continua nel trend negativo che sta caratterizzando l’ultimo periodo, patendo il terzo ko nelle ultime quattro uscite. Risorge invece il Pavia, che torna a vincere dopo sei turni di digiuno, spezzando la maledizione che la vedeva ancora a secco di successi nel 2022. Merito di Calvi e Gabusi, autori dei due gol decisivi nel secondo tempo, inframmezzati dal momentaneo pareggio di Argentiero. I padroni di casa possono tornare a guardare con più fiducia allo sprint salvezza, mentre gli ospiti recriminano per troppe cadute a vuoto, seppur restando in corsa per la fase finale.

Di Finizio (La Spezia): «È andata malissimo. Abbiamo avuto una serie di giocatori che abbiamo perso strada facendo e ciò ci sta penalizzando. In più, tra il return to play e il fatto che molti stiano dando una mano alla Prima Squadra per la salvezza in Promozione, ecco che stiamo perdendo più punti del previsto, fermo restando che condivido appieno l’idea di portare dei ragazzi giovani in una categoria come la Promo».

VOGHERESE-ROZZANO 1-1
L’attesa sfida tra Rolandi e Cipolla non c’è stata, complice l’assenza del primo, ma la gara è stata tesissima, con delle ripercussioni per l’allenatore Crippa e il DS Pavesi del Rozzano, squalificati fino alla penultima giornata, come si apprende dal comunicato rilasciato dal CR Lombardia del 25/03/2022. Il vantaggio ospite arriva al 25’, con Ravarini che sfrutta al meglio una punizione laterale. Dodici minuti più tardi, approfittando di un’errata rimessa da fondo campo, la Vogherese ne approfitta per pareggiare con Elmeselhy. Il nervosismo è palpabile: espulso a 10 minuti dal termine Prigione. La tensione non fa evolvere il risultato, che rimane 1-1 fino al fischio finale. 

Cavaliere (allenatore Vogherese): «Partita molto combattuta da entrambe le parti, con molto agonismo. Loro sono partiti subito forte, mettendo la nostra squadra in difficoltà su palla inattiva. Voglio elogiare Cascia che non essendo una punta ha fatto una splendida partita di sacrificio. La scorsa settimana siamo rimasti in pochi ad allenarci e giocare al sabato contro la capolista è stato difficile, ma ci teniamo stretto un ottimo punto».

Crippa (allenatore Rozzano): «Deluso e amareggiato. Sono stato espulso a fine primo tempo per aver sbattuto una porta. Nel primo tempo solo noi in campo. Stiamo pagando il fatto di non riuscire a chiudere le partite».

TRAILER GIORNATA 20

La giornata odierna prenderà il via con la sfida salvezza tra Brera e Pavia, entrambe galvanizzate dai successi dello scorso weekend. Esito imprevedibile, così come quello che si prospetta nel match caldo tra Sancolombano e Casalpusterlengo, in programma alle ore 15. Le tre pirincipali inseguitrici giocano tutte in casa: l'Assago riceve un Codogno affamato di punti, il Club Milanese si confronterà con la Vogherese, ed infine il La Spezia, nella gara delle 18 che chiuderà la giornata, affronterà nel derby tutto milanese la Barona Sporting. La capolista andrà invece a far visita all'Atletico CVS nel più classico dei testacoda: Viandanti non può sbagliare. Chiude il quadro Locate-Acc. Pavese: per gli ospiti ultima chiamata con vista secondo posto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400