Cerca

Under 19

Grigio speranza nello spareggio: il Busca farà i playout

Nella battaglia di Villafranca i cuneesi di Fraire vincono ai supplementari: il Garino retrocesso ai provinciali

Grigio speranza nello spareggio: il Busca farà i playout

Il Busca di Giorgio Fraire festeggia lo spareggio vinto: prosegue la corsa salvezza dei grigi

Dopo 120' di battaglia vera, sofferta come solo uno spareggio sa far soffrire, è il Busca di Giorgio Fraire a spuntarla e a regalarsi ancora una fetta di speranza verso i playout di sabato 21 maggio. Battuto il Garino del pres Gianni Matacchione ai supplementari, alla fine di una partita controllata e giocata meglio rispetto ai vinovesi e infine portata a casa grazie al siluro di Silvestro, bravo a rimettere subito in pista i grigi a inizio supplementari. Ai rossoblù resta un po' di rammarico per aver sbagliato l'atteggiamento della partita, giocata forse con troppo timore rispetto al solito e nonostante Saddi sembrava aver dato altre speranze al Garino alla fine Vicenzutto e compagni si sono dovuti piegare al Busca. I cuneesi se la vedranno con il Pedona, in trasferta, nel primo turno dei playout.

TANTE SFUMATURE DI GRIGIO

Una partita inevitabilmente serrata, complice quel pizzico di paura comprensibile di perdere la categoria all’ultimo atto. Garino e Busca si studiano, provano a trovare il bandolo della matassa con azioni manovrate, ma l’esito è spesso lo scontro contro il muro eretto dalle difese avversarie che, nonostante qualche piccola sbavatura, tengono bene botta. Sembrano lievemente cambiare gli equilibri al 17’, quando nel giro di 60 secondi il Busca mette a referto due palle gol di spessore. Prima Samake viene imbucato per vie centrali, servendo poi Silvestro che a tu per tu con Grisorio colpisce la traversa e poi la linea; subito dopo sempre Silvestro scappa a destra vincendo un contrasto con Vicenzutto, crossa in mezzo ma Gaggioli sbuccia clamorosamente il pallone. Il Garino sembra reagire dai rischi appena corsi, alzando il ritmo e provando ad aggredire gli spazi maggiormente, trovando però una risposta eccellente da parte della retroguardia dei grigi.

Fraire può ritenersi soddisfatto di ogni reparto, anche se il gol non arriva: i reparti dialogano bene, l’atteggiamento è giusto, gli spazi ci sono. Quello che manca realmente al Garino sembra la tranquillità nella giocata, spesso frettolosa o comunque non sufficientemente ragionata per far realmente male al Busca. Grazie a ciò i cuneesi ne escono quasi sempre bene, ma la precisione, anche sul fronte dei grigi, non è delle migliori. La precisione, nel finale di tempo, sembra emergere: al 38’ grigi vicini al vantaggio con Silvestro, bravo a girare di testa il cross da sinistra di Montaldo, trovando però un super Grisorio. Portiere vinovese che invece non può nulla poco dopo, quando Adama Samake si inventa una perla rara dal limite, calciando a giro e insaccando all’incrocio. Busca in vantaggio all’intervallo e squadre a riposo.

SADDI RIANIMA IL GARINO

Atteggiamento leggermente migliore per il Garino, complice un risultato non propriamente roseo. Matacchione prova inevitabilmente a caricare i suoi, che al momento sarebbero retrocessi. Sul fronte Busca invece non arrivano buone notizie: Samake, autore del gol del vantaggio, esce dopo una storta, lasciando spazio a Calzia che, comunque, entra subito al meglio in partita. Oltre a Calzia entra anche Dutto tra i grigi, dando nuova verve al versante offensivo cuneese che con altri due elementi di qualità in avanti continua ad impensierire il Garino. Infatti i vinovesi soffrono l’esplosività dei due subentrati, rischiando grosso prima al 15’ (assist di Calzia da destra di testa, Dutto manca l’impatto di un nulla) e poi al 17’, quando dopo l’ennesima buona percussione di Chiotti il numero 8 del Busca serve Calzia lungolinea, il 20 entra in area e scarica in porta, trovando l’ennesima risposta di Grisorio.

Sembra una partita in totale controllo del Busca, ma il calcio, si sa, è strano. Alla prima, vera palla gol rossoblù il Garino trova il clamoroso pareggio: percussione centrale di Monagheddu, palla a Bove che vede Saddi inserirsi sulla destra, l’ala del Garino entra nell’area e incrocia rasoterra, bucando Negro sotto le gambe. Un Garino completamente rinato dopo il gol: la squadra di Matacchione pressa, corre e va oggettivamente più forte del Busca, che dopo aver dato tutto per oltre 70’ inizia ad accusare un po’ di fatica. La conseguenza è una partita più che mai equilibrata. Tanto agonismo, poche occasioni in aggiunta e un finale che va lentamente verso un unico, logico finale: i tempi supplementari. Un po’ di amaro per il Busca, il Garino ha usato invece la vita extra.

SUPPLEMENTARI: SILVESTRO HOMBRE DEL PARTIDO

Pronti, via e sembra un dejà vu del primo tempo. Il Busca impatta il supplementare come meglio non poteva, aggredendo gli avversari e tornando a dominare il campo. Primo lampo, al minuto 3, che vede un lancio ancora sulla destra, perfetta per lo scatto letale di Silvestro che si inserisce alle spalle dei centrali, controlla e scaglia con tutta la forza in corpo verso la porta. Busca di nuovo in vantaggio, via la maglia, abbraccio collettivo e tifo cuneese che esplode. I grigi tornano in controllo, mentre il Garino è nuovamente alle corde: agli uomini di Matacchione manca l’affondo, manca il guizzo per riprenderla e non sembrano esserci spiragli buoni per riprendere questa partita.

La carta per il pari è Ouedrago, entrato nel mini intervallo tra i due supplementari. Con quelle poche energie rimaste nelle gambe dei vinovesi Vicenzutto e compagni provano a far male agli avversari, con la grinta e con il cuore. Inevitabilmente gli spazi si fanno larghi in avanti il Garino soffre terribilmente le ripartenze. Al 6’ Angaramo si invola, passa verso destra, cross teso per Dutto che a contrasto con Ouedrago riesce ad anticiparlo, colpendo però il palo a portiere battuto. Negli ultimi minuti il Garino le prova tutte, con le buone e con le brutte, ma esce fuori solo tanta confusione e poche idee concrete: a proseguire il proprio tortuoso percorso verso la salvezza sarà il Busca. Ai rossoblù vinovesi resta solo un applauso per averci provato fino in fondo, soffrendo però in un modo troppo evidente il grande match decisivo.

IL TABELLINO

GARINO – BUSCA
RETI (0-1; 1-1; 1-2): 42’ Samake (B), 25' st Saddi (G), 3 pts Silvestro (B)
GARINO (4-2-3-1): Grisorio 6.5, Candelieri 6.5 (1' sts Ouedrago 6), Diano 5.5 (13' sts Tumeo sv), Sadraoui 6.5 (19' st Percassi 6), Torchio 5.5, Vicenzutto 6, Catena 6, Monagheddu 6.5, Gilormo 5.5 (19' st Bove 6.5), Gileppa 6 (37' st Buscemi 5.5), Saddi 7. All. Matacchione 6. A disp. Dinisi, Fiandaca. Dirigente: Candelieri.
BUSCA (4-3-1-2): Negro 6, Gullino 7 (30' st Fumero 6.5), Giordano 7 (9' sts Pessina sv), Mollaj 6.5, Ceccarini 7, Bressi 7, Montaldo 6.5, Chiotti 7 (14' pts Angaramo 6), Silvestro 7, Gaggioli 6 (12' st Dutto F. 7), Samake 7.5 (3' st Calzia 7). All. Fraire 7. A disp. Bertola, Cetera, Borghino, Testa. Dirigente: Bressi.
ARBITRO: Marcianò di Torino 6.5.
AMMONITI: 10' st Sadraoui (G), 22' st Catena (G), 23' st Candelieri (G), 3' pts Silvestro (B).
ESPULSI: Saddi (G) a fine partita.

I MIGLIORI 

GARINO

IL GARINO DI GIANNI MATACCHIONE

Grisorio 6.5 Compie due belle parate, in particolare quella Silvestro nel primo tempo, con cui mantiene in vita la propria squadra

Monagheddu 6.5 Fa nascere l’azione del momentaneo pareggio con una bella progressione centrale. Ci mette poi anima e grinta per tentare di fare male alla difesa avversaria.

Bove 6.5 Si fa trovare al posto giusto al momento giusto per fornire il buon filtrante a Saddi in occasione del gol dell’1-1.

Saddi 7 Agguanta il pari in una partita in cui ormai sembrava compromessa: il colpo del bomber rianima il Garino ma, purtroppo per lui e i suoi compagni, il suo diagonale non è bastato.

All. Matacchione 6 Ha preso questa squadra in corsa e, con le unghie e i denti, è riuscito a prendersi lo spareggio: a differenza di tante altre occasioni, il Garino ha però sbagliato la partita ma nulla ha da rimproverare ai suoi ragazzi. Rimboccarsi le maniche per riconquistare i regionali per il prossimo anno.

BUSCA

IL BUSCA DI GIORGIO FRAIRE

Reparto difensivo 7 Per evitare di essere ripetitivi conviene fare una pagella unica: gara spaziale da parte dei difensori in grigio che riescono ad annullare per quasi tutta la partita le punte del Garino.

Silvestro 7 Con il suo siluro ad inizio supplementari decide lo spareggio: l’importanza del gol è testimoniata dalla sua esultanza rabbiosa con un lieve accenno a CR7.

Samake 7.5 La palma del gol della serata se la prende lui: il suo destro a giro da fuori area è un’autentica perla che non lascia scampo a Grisorio. Sfortunato nel farsi male ad inizio ripresa, eroico nell’andare a salutare i tifosi sugli spalti con una gamba sola.

Dutto-Calzia 7 Il loro supporto nella ripresa riesce a dare ulteriore vivacità al reparto offensivo di una squadra che già giocava bene. Tra assist e palle gol create hanno cambiato la partita.

All. Fraire 7 Poco da dire: partita giocata egregiamente. A parte i venti minuti di sbandamenti dopo il gol del pareggio subito, non c’è stata praticamente partita. Sintomo di una squadra in salute che sa perfettamente cosa fare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400