Cerca

Under 19

Il tacco viene respinto sulla linea, il tap in no: è vantaggio nella semifinale d'andata

Protagonisti i portieri con un paio di grandi interventi che tengono in bilico il match fino alla fine

Ouaqit Accademia Pavese Under 19

L'esultanza di Oualid Ouaqit e compagni per il gol che vale un vantaggio minimo, ma importante

Termina 0-1 la semifinale d’andata tra Calvairate e Accademia Pavese. Blitz dei ragazzi di Mulazzi, che piazzano il colpo nei minuti finali della seconda frazione e beffano i ragazzi di Curioni, che avrebbero meritato quantomeno il pari, nonostante le belle parate di Silva e i tentativi ben neutralizzati da Brandi. Un approccio alla partita giusto per entrambe le squadre che non si scoprono e cercano di giocare all’insegna dell’equilibrio. I baricentri di entrambe le compagini si alzano e si abbassano in fase di possesso e di non possesso con i tempi giusti. La seconda frazione è caratterizzata da lunghe pause che spezzano troppo il gioco, a risentirne è la Calvairate e ad approfittarne l’Accademia Pavese. quando a seguito della solita interruzione Ouaqit gira di tacco un bel cross sotto porta; Montalbano spazza sulla linea, ma nuovamente Ouaqit si avventa sulla respinta e sigla il pesantissimo gol dello 0-1.

DOMINA LA TENSIONE

Primo tempo in cui Curioni e Mulazzi partono entrambi con il 4-3-3, modulo a specchio che impedisce alla partita di decollare fino all'8’, in cui il solito Silva toglie dall’incrocio dei pali il tiro mancino da 20 metri di Masella. Al 12’ risponde la Calvairate con il colpo di testa di Bonazzi di poco a lato, brivido per la schiena di Brandi. L’Accademia Pavese prova a verticalizzare il gioco e a tenerne il pallino in mano, ma la Calvairate alza e abbassa il baricentro in modo corretto. Per i padroni di casa provano a rispondere Orlandi e Vitali, con il primo che serve il secondo per una conclusione di prima di poco a lato. Al 28’ gran contropiede della Calvairate con Vitali chiuso sul più bello al limite dell’area. L’Accademia Pavese prova a colpire con Ouaqit, ma, nonostante le grandi giocate e gli stop a due passi, le sue punizioni sono sempre alte sulla traversa. Al 35’ capitan Ragucci prova a sorprendere Silva, ma il suo destro dalla distanza è centrale. Al 41’ l’Accademia Pavese prova dalla distanza con Iosca, ma nuovamente il tentativo termina alto di poco. Al 44’ nuovamente Vitali ci prova a giro, ma il tiro termina di poco a lato. I brividi più grandi della prima frazione arrivano nel finale, quando Perego calcia da due passi chiamando Brandi al miracolo, e due minuti più tardi, quando Roveri scarica una maledetta a fil di palo sulla quale Brandi mette nuovamente i guantoni facendo terminare la prima frazione 0-0.

BLITZ ACCADEMIA PAVESE

Secondo tempo in cui le squadre partono entrambe con il 4-3-3, e il gioco e lo spettacolo ne risentono, basti pensare che il primo brivido arriva solo al 17’, quando Zappettini si accentra lasciandone due sul posto colpendo lo stinco di Riso. Un minuto più tardi capita l’occasione più grande del match all’Accademia Pavese, con Laraia che a tu per tu con Silva calcia a fil di palo. I cambi di Curioni danno dinamicità e allungano la squadra, mentre quelli di Mulazzi rendono il centrocampo più folto. Le punizioni diventano a questo punto qualcosa di fondamentale e a provarci è nuovamente Masella di testa con uno stacco murato bene da Bonazzi. La partita continua con pause lunghe e falli in diverse zone del campo, Curioni decide allora di dare ulteriore dinamicità inserendo Rodontini nella mischia a battagliare sulla corsia. La Calvairate però non vuole subire il gol in trasferta che varrebbe doppio per gli ospiti, mentre l’Accademia Pavese usa le giuste energie mentali per uscire quantomeno con il pari in vista della gara di ritorno. A questo punto servirebbe un episodio, che arriva al 42’: cross dalla destra di Castillo sul quale arriva Ouaqit che gira di tacco, sulla linea salva Montalbano in scivolata, ma Ouaqit piazza il tap in e segna un gol importante in vista del ritorno.

IL TABELLINO

CALVAIRATE-ACCADEMIA PAVESE 0-1
RETE: 43' st Ouaqit (A).
CALVAIRATE (4-3-3): Silva 8, Montalbano 6.5, Ghebremariam 7, Aliotta 6.5, Bonazzi 6.5, Raimondi 6.5 (11' st Pacifico 6.5), Corsini 6.5 (8' st Merino 6.5), Perego 6.5 (20' st Diabate 7), Vitali 7 (42' st Roveri Fr. sv), Orlandi 6.5, Roveri Fe. 7 (29' st Rodontini sv). A disp. Bernuzzi, Maggi, Scarpelli, Perego. All. Curioni 7.
ACC.PAVESE (4-3-3): Brandi 8, Riso 6.5, Masella 6.5, Tommasi 6.5, Iosca 7, Velaj 6.5, Laraia 6.5 (27' st Casiroli 6.5), Castillo 7, Ouaqit 7.5 (42' st Bernini sv), Cornaghi 6.5 (12' st Pria 6), Ragucci 6.5 (33' st Pasetti sv). A disp. Gatti, Astolfi, Nappo, Mezzapelle, Michiante. All. Mulazzi 7.
ARBITRO: Targa di Como  6.5.
AMMONITI: Casiroli (A), Raimondi (C), Montalbano (C), Pria (A), Vitali (C), Diabate (C).

LE PAGELLE

CALVAIRATE 

Silva 8 A inizio partita toglie dall’incrocio dei pali il missile di Masella dimostrandosi in un grandissimo stato di forma.
Montalbano 6.5 Va via bene impegnandosi ma al terzo tocco la palla va giocata, lui invece tende ancora a portare troppo il pallone. 
Ghebremariam 7 Si sovrappone molto bene, fisico e condizione atletica che lo rendono uno dei più pronti al calcio dei grandi. 
Aliotta 6.5 Prende palla bene davanti alla difesa andando incontro con i tempi giusti e smistando in ogni zona del campo.
14’ st Pacifico 6.5 Prova a disimpegnarsi al meglio in una fase delicata del match, non tutti i palloni però sono con i tempi giusti.
Bonazzi 6.5 Gran fisico che gli permette sempre di svettare sulle palle alte, oggi però la pecca in fase d’impostazione dovuta alla tecnica ha messo un po’ in difficoltà tutta la squadra. 
Raimondi 6.5 Dietro con Bonazzi gioca in coppia alternandosi nello stacco aereo e nel tackle muovendosi con i tempi giusti con il compagno. 
Corsini 5.5 Oggi in ombra rispetto a settimana scorsa. Nonostante il grande impegno, viene limitato bene e la squadra ne risente.
10’ st Merino 6.5 Entra con l’obiettivo di scuotere un po’ la partita ma è anche lui limitato da Masella.
Perego 6.5 Batte a rete nel finale di primo tempo da posizione ravvicinata chiamando Brandi a un vero e proprio miracolo.
22’ st Diabate 7 Prova a sfoderare la sua arma migliore: la velocità, ma in fase d’impostazione nonostante l’impegno pecca in qualcosa.
Vitali 7 Usa il fisco per proteggere il pallone e far rifiatare i suoi, grande dribbling e senso dello smarcamento che gli permettono di fare reparto da solo.
Orlandi 6.5 Oggi tanto fisico ma poca tecnica, nel quarto con la Varesina aveva sfoderato entrambe le doti, nel ritorno servirà di più. 
Roveri Fe. 7 Grande partita come suo solito fare. Abbina tecnica e quantità in ambo le fasi della manovra. 
All. Curioni 7 Gran prova tecnica e tattica dei suoi ragazzi, che vengono beffati solamente all’ultimo minuto. 

ACC.PAVESE 

Brandi 8 Toglie due tiri dall’angolino destro respingendo bene su Perego e Roveri, gran partita. 
Riso 6.5 Grande prova tattica, tiene bene la posizione e non viene mai superato in nessun contrasto o dribbling secco. 
Masella 6.5 Grande impegno e atteggiamento, la fucilata con cui chiama Silva al miracolo in avvio di match è qualcosa di spettacolare. 
Tommasi 6.5 davanti alla difesa smista e apre con diligenza e personalità, i passaggi sono sempre con i tempi giusti.
Iosca 7 Con Velaj gioca d’anticipo su tutte le palle a mezz’aria, grandi spallate e movimenti perfetti che gli permettono di ingabbiare Vitali. 
Velaj 6.5 Gioca in coppia con Iosca sbagliando praticamente poco e nulla, svetta in sintonia e anticipa tutti nell’uno contro uno. 
Laraia 6.5 In fascia è un fiume in piena, nel secondo tempo cestina l’occasione del vantaggio a tu per tu con Silva.
Castillo 7 Gran partita considerando che si tratta di uno dei senatori e dei leader della squadra. In fase di possesso e di non possesso non sbaglia nulla.
Ouaqit 7.5 Gran partita, usa il fisico per tenere alta la squadra e come solo i veri attaccanti sanno fare buca la porta la prima volta che viene lasciato solo.
Cornaghi 6.5 Gioca in sintonia con i compagni e fa diventare semplici anche le giocate più difficili, bravo a servirli nel posto giusto al momento giusto.
Ragucci 6.5 Ci prova più volte dalla distanza, oppure rientrando e calciando a giro chiamando Silva più volte all’intervento.
All. Mulazzi 7 Guida i suoi ragazzi da vero condottiero e resta altamente concentrato per l’intero arco dei 90 minuti.

ARBITRO

Targa di Como 6.5 Nel complesso arbitra bene, anche se le interruzioni sono troppe. 

LE INTERVISTE

CALVAIRATE 

Nel post partita Curioni ha dichiarato: «Ormai tutte le partite sono contro squadre di qualità, fisiche che non mollano nulla. Alla fine si poteva anche pareggiare ma ci è mancato qualcosa, gli episodi come le lunghe pause dettate dall’arbitraggio ci hanno penalizzato. Abbiamo sbagliato a non adeguarci alla scelta arbitrale di spezzare il gioco, questo ci ha penalizzati un po’ ma non è successo nulla ed è tutto aperto in vista del ritorno».

ACCADEMIA PAVESE 

Nel post partita Mulazzi ha dichiarato: «La partita è stata dura, contro una squadra fortissima. Abbiamo messo il cuore contro una squadra che ha vinto campionato e coppa, potevamo vincere sia noi che loro, ma alla fine l’abbiamo spuntata. In vista del ritorno viste le loro qualità sarà durissima».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400