Cerca

Under 19

Tamburini The Dream: Rosta meravigliosamente Regionale

I valsusini di Simondi sbancano Grugliasco: basta il gol del bomber per battere il BSR e mantenere la categoria

BSR Grugliasco - Rosta

Scatta la festa in casa Rosta: gli uomini di Simondi festeggiano la permanenza ai regionali sul campo del BSR Grugliasco

Mancava l'ultimo passo, lo step decisivo per aprire gli occhi, alzare la testa e iniziare a urlare di gioia. Tutto ciò lo fa il Rosta, che nell'ultimissimo atto del complicato e tiratissimo girone C si prende vittoria, festa e pass diretto per i Regionali 2022/23. Una gara da playout vera, tirata, sofferta e con una tensione quasi mistica in campo e fuori: tanto si può dire ai ragazzi di Simondi, che hanno portato a casa una gara quasi perfetta, dimostrando di saper stringere i denti nel momento giusto. Resta tanto amaro in bocca ai grugliaschesi e a Randazzo, che comunque nel secondo tempo hanno dimostrato di essere sul pezzo, ma probabilmente è mancato sia il guizzo decisivo che quel pizzico di fortuna (la traversa di Cincinnato grida vendetta) che potevano quantomeno valere i supplementari. 

TAMBURINI DOCCIA GELATA

Tensione comprensibilmente palpabile in via Da Vinci. Che BSR e Rosta si giochino tutto in 90 (o forse 120) minuti è noto a tutti, ma l’atmosfera risulta quasi mistica. Si parla poco, qualche sorriso, tante pacche sulle spalle e pronti a giocarsi la permanenza ai regionali. Fischio d’inizio e parte la bolgia: con un pubblico degno di una finale regionale si fanno sentire i tifosi valsusini, arrivati in massa per sostenere gli ospiti. Poche le occasioni nei primi minuti, in una partita tirata fin da subito dove c’è soprattutto tanta attenzione per evitare di sbagliare: squadre tatticamente ben messe in campo da Randazzo e Simondi, che invece davanti inizialmente arrancano. Memori però di quel precedente che fa ben sperare (il Rosta vinse 6-0 in casa del BSR in campionato) la squadra di Simondi fa la partita: buon giro palla, spazi che sembrano esserci, ma la retroguardia grugliaschese guidata da Nordio e Spadaro risponde presente.

Per quanto l’intensità da parte di tutti sia da lodare le chance realmente pericolosi dalle parti di Vello e Pavarani rasentano lo zero. Merito sicuramente delle difese, ma qualche demerito va dato anche ai reparti offensivi che faticano a trovare le trame giuste per impensierire le difese. Tanti errori dalla trequarti in poi, tanti falli, gioco spezzettato e quel timore tanto citato poco sopra che fanno da reali protagonisti del playout, che nel primo tempo non riesce realmente a decollare. Protagonisti quindi tifose e tifosi, che restano sul pezzo per 45’: sul campo invece l’unico tiro in porta segnalabile lo mette a referto Zini per il BSR Grugliasco al 30’, ma la parata di Pavarani è semplice. Finita qui, direte voi. No, perché se tutti erano pronti ad andare al bar per prendersi una bottiglia d'acqua o un caffè ecco che Petrilli, dalla trequarti destra, alza la testa e disegna un arco di trionfo che va ad incrociarsi perfettamente con i piedi di Tamburini, che controlla e incrocia con freddezza siglando, al secondo tiro della partita, il vantaggio del Rosta. Aumentano i decibel in tribuna, con le tifose del Rosta protagoniste: tifo infernale e cori di sostegno per gli ospiti, che vanno al riposo come meglio non potevano.

PARTITA MISTICA, MA ROSTA REGGE

Se il pubblico voleva vedere lo spettacolo eccolo servito. Secondo tempo che fa vedere già nei primissimi minuti tanto quanto (se non di più) di quello che si è visto nei 45’ precedenti. Ritmo 3 volte più veloce, difese che si allargano e palle gol che fioccano. Inevitabilmente parte più forte il BSR, che al 3’ di chance per il pari ne ha due nel giro di pochissimi secondi: punizione magica di Cincinnato dalla trequarti sinistra, palla che si schianta prima sulla traversa e poi sulla linea, sulla ribattuta Zini si slancia in una girata volante che sembra indirizzata all’incrocio, ma Pavarani si lancia in volo in una parata monumentale. Il Rosta non resta comunque inerme sui tentativi di rimonta degli uomini di Randazzo, rispondendo con un altro piazzato all’8’ con Tamburini, deviato dalla barriera. Gli spazi per le ripartenze del Rosta ci sono e sono ghiottissime, ma il BSR è per forza di cose maggiormente sul pezzo per attaccare e impensierire i valsusini, ma la difesa comandata sapientemente da Franzoso e Cossetto alza la diga. In un ping pong tra ripartenze, piazzati insidiosi e chiusure show delle difese la ripresa si conferma un’altra partita, senza paura e per cuori forti.

Nel momento in cui forse ci si aspettava lo slancio definitivo in avanti da parte del BSR è mancato l’acuto, il vero tocco magico, per riprendere in mano la partita. Tutte caratteristiche che sembra avere il Rosta, che con il cuore e la garra di un gruppo unito e trascinato dagli spalti da un tifo quasi mistico riesce a prendere praticamente tutte le scelte giuste. In contropiede è vero che manca il colpo di grazia, ma la difesa di Simondi resta precisissima, riuscendo ad evitare anche gli assalti più estremi e disperati dei grugliaschesi. Panchine in stato mentale opposto: il BSR tutto in piedi, il Rosta seduto ma con le mani quasi giunte a preghiera, perché la sensazione di star per fare il colpaccio è chiara a tutti. Tensione che sale, mani sul volto, mani sulla testa: tra una preghiera e un urlo ecco che arriva il tanto ricercato triplice fischio. Il Rosta può tirare un sospiro di sollievo e finalmente esultare, perché la permanenza ai Regionali è pura realtà.

LUCA TAMBURINI UOMO PARTITALUCA TAMBURINI UOMO PARTITA SPRINT: GOL DECISIVO E 7.5 IN PAGELLA

IL TABELLINO

BSR GRUGLIASCO-ROSTA CALCIO 0-1
RETI: 43' Tamburini (R).
BSR GRUGLIASCO (4-1-4-1): Vello 6, Ghione 6 (13' st Pirulli 6.5), Parigi 6, Zini 6.5, Nordio 6.5 (37' st Colucci sv), Spadaro 6.5 (11' st Galati 6), Cincinnato 6.5, Crepaldi 6, Garino 5.5, Papagno 5.5, Coello 5.5 (1' st Marando 6). A disp. Romanin, Fanduzza, Conca, Mainardi, Palazzolo. All. Randazzo 6.5. Dir. Galati.
ROSTA CALCIO (4-3-3): Pavarani 7, Limone 6.5, Donnarumma 6.5, Demattia 6.5 (21' st Prizzi 6.5), Cossetto 7, Franzoso 7, Serritelli 6.5, Folco 6.5, Tamburini 7.5, Petrilli 7 (49' st Trevisi sv), Tummolo 6.5 (36' st Bardelle sv). A disp. Siviero, Cannavina, Tessore, Varacalli, Preduca, Greco. All. Simondi 7.5. Dir. Bardelle.
ARBITRO: Tapparo di Ivrea 7.5.
AMMONITI: 15' Ghione[03] (B), 44' Coello[03] (B), 17' st Nordio[03] (B), 23' st Prizzi (R).

LE PAGELLE (IN AGGIORNAMENTO)

BSR GRUGLIASCO

BSR GRUGLIASCO

Vello 6 Nonostante la vittoria del Rosta e nonostante le occasioni avute dagli ospiti di fatto non ha compiuto reali parate, se non interventi di ordinaria amministrazione. Complicato fare di più sul gol.
Ghione 6 Alterna chiusure buone a momenti di apnea dovuti alla rapidità degli esterni del Rosta. Nel complesso un buon primo tempo sul piano tattico.
13' st Pirulli 6.5 Chiusure provvidenziali sono il marchio di fabbrica della sua abbondante mezz'ora in campo. Ingresso più che positivo.
Parigi 6 Dal suo lato imperversano le giocate di Tummolo e Petrilli e per forza di cose si ritrova chiamato agli straordinari. Sufficienza portata a casa grazie all'attenzione dimostrata specialmente nel primo tempo.
Zini 6.5 Motorino instancabile, tiene alto il ritmo nel secondo tempo innescando le azioni più pericolose del BSR. Sfiora l'eurogol a inizio ripresa, bravo Pavarani a smanacciare.
Nordio 6.5 Si può dire poco alla difesa del Grugliasco: il primo tempo è ottimo, qualche sbavatura nella seconda frazione dovute soprattutto a un inevitabile sbilaciamento in avanti. Buon voto a prescindere dal risultato. (37' st Colucci sv), Spadaro 6.5 La marcatura su Tamburini e soci è un duello puro e bello da vedere. Il primo tempo sembra vincerlo la difesa del BSR, con l'unico neo nell'azione del gol. Poco altro da dire sul resto della sua partita.
11' st Galati 6 Entrato per dare maggiore spinta sull'esterno basso, un paio di sgroppate buone per dare superiorità numerica nei minuti finali.
Cincinnato 6.5 Seppur nel primo tempo si veda poco gli bastano pochi minuti della ripresa per accendersi: punizione magistrali che si stampa sulla traversa e poi sulla linea. Seconda parte di gara buona.
Crepaldi 6 Battagliero in mezzo al campo, doppia fase svolta con qualità nonostante in un paio di frangenti ci sia da inseguire i calciatori del Rosta. 
Garino 5.5 Forse è l'uomo che è realmente mancato al BSR. Il capocannoniere biancorosso, tolte un paio di azioni personali, è risultato completamente nascosto dalla retroguardia del Rosta. 
Papagno 5.5 Sulla corsia sinistra fatica a trovare il corridoio giusto, andandosi spesso a schiantare contro il muro tirato su dalla difesa del Rosta. Contenuto e limitato.
Coello 5.5 Discorso simile a Papagno e Garino: il tridente grugliaschese è stato il vero grande assente della partita più importante della stagione. Lieve ripresa nel secondo tempo, ma poco più.
1' st Marando 6 Qualcosa in più rispetto al compagno da lui sostituito, grazie anche a un BSR più propositivo e propenso ad attaccare per agguantare il pari.
All. Randazzo 6.5 Dopo un primo tempo tattico e lievemente impaurito il BSR è riuscito a venire fuori creando buone palle gol, ma è mancato il guizzo decisivo. Grande occasione sprecata, ma sarebbe ingeneroso criticare la prestazione che comunque c'è stata.
Dirigenti: Galati-Vello.

ROSTA

ROSTA

Pavarani 7 Gli basta una parata, solamente una, per prendersi un voto in più. Un volo magico verso l'incrocio che spegne i sogni di gloria di Zini e che si erge a gesto tecnico più bello della partita.
Limone 6.5 Crosa e dinamismo offerti gentilmente dalla casa: arma extra sulla destra che ai fini della partita risulta decisiva. Altrettanto positiva la fase difensiva.
Donnarumma 6.5 Chiusi e limitati gli attaccanti, messi in difficoltà i terzini avversari con frequenti sovrapposizioni: un buon mix che vale la conferma ai Regionali.
Demattia 6.5 Cervello del Rosta, mette sul piatto delle buone geometrie che specialmente in contropiede risultano sicuramente da elogiare.
21' st Prizzi 6.5 Quel che serviva per l'ultima fase della partita: controllo della posizione e ordine, in aggiunta a qualche assist nello stretto e nel lungo verso i compagni avanzati.
Cossetto 7 Buona parte della vittoria del Rosta passa dalla difesa. Gara super per Andrea, che in coppia con Franzoso mette in serissima difficoltà Garino, che di fatto rimane isolato per tutta la gara. 
Franzoso 7 Del primo tempo tatticamente eccellente bisognerebbe parlarne, perché fa sembrare facile i primi 45' dove il Grugliasco praticamente non tira mai in porta. Partita da top.
Serritelli 6.5 Fa vedere il meglio di sé specialmente nella ripresa, dove dimostra di essere maggiormente sul pezzo: tanta corsa e una buona dose di qualità.
Folco 6.5 L'aiuto che serve sempre, la mano (in questo caso il piede) che sorregge nel bisogno: dona il suo contributo a ripartenze, azioni manovrate e copertura.
Tamburini 7.5 L'uomo del momento, l'indiscusso MVP del playout: il Rosta non poteva che aggrapparsi a lui e da buon cavaliere con la sua dama accompagna il Rosta verso i Regionali del prossimo anno. Oltre alla qualità del gol regala tanti altri spunti degni di nota.
Petrilli 7 Se si spendono parole al miele per il diciassettesimo centro stagionale di bomber Tamburini va detto che il 9 del Rosta va in gol grazie alla sua pennellata perfetta dalla trequarti. Grandissimo assist, decisivo. (49' st Trevisi sv)
Tummolo 6.5 Salta in un paio di occasioni il suo marcatore andando a creare la superiorità numerica in contropiede. Bella partita grazie soprattutto al suo scatto. (36' st Bardelle sv
All. Simondi 7.5 Impresa completata: il Rosta elimina il Collegno Paradiso e il BSR Grugliasco dai Regionali e mantiene la categoria dimostrando grande onore e dedizione. Se si pensa alla promozione in Prima Categoria dei grandi c'è tanto da elogiare a questa società: un'annata sicuramente da ricordare. 
Dirigente: Cossetto.

ARBITRO: Tapparo di Ivrea 7.5 Prendersi insulti, critiche, "consigli" per tutta la partita non deve essere semplice, arbitrare una partita con questa qualità è sempre più raro. Lui e gli assistenti sono protagonisti (in totale positività) di una partita maschia ma correttisima, che non scappa mai di mano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400