Cerca

Under 19

Il nuovo Direttore di una piazza ambiziosa: scelto dopo 3 anni di soddisfazioni in nerazzurro

I motori si scaldano per la prima squadra e la Juniores: «Amo queste sfide, ma c'è tantissimo da lavorare»

STEFANO PEDDIS PIANEZZA

Stefano Peddis al Pianezza: il nuovo DS in posa con Pasquale Azzolina e il presidente Luca Dello Russo

Revolution totale in casa Pianezza. Dopo una stagione complicata ma comunque terminata con la salvezza della prima squadra e con il successo totale della Juniores (campione del proprio girone ai Provinciali, promossa ai Regionali e campione di Torino) il direttivo rossoblù si è mosso per riempire un tassello chiave in vista della stagione 2022/23. Dopo l'arrivo di Pasquale Azzolina in qualità di Direttore Generale la società di Luca Dello Russo annuncia l'innesto in dirigenza di Stefano Peddis, che dopo 3 anni di Collegno Paradiso lavorerà in qualità di Direttore Sportivo della prima squadre e dell'Under 19. Per i primi mesi Peddis lavorerà da supporto a Pasquale Azzolina, in attesa di scontare in toto la squalifica nei suoi confronti, per poi prendere le redini in toto del mercato del Pianezza.

PARLA PEDDIS

STEFANO PEDDIS ALEX BIRTOLO STEFANO PEDDIS IN POSA CON IL RESPONSABILE DEL SETTORE GIOVANILE ALEX BIRTOLO

«Mi è stata proposta questa opportunità di seguire Pasquale Azzolina a Pianezza - spiega Peddis - Lo conoscevo già da prima, seppur marginalmente, dopo che abbiamo lavorato insieme a Rivoli, ma essere chiamato per un ruolo legato alle prime squadre e alla Juniores da uno come lui mi gratifica tanto. E' la prima volta che mi lancio in una sfida così, sarà impegnativo e sicuramente più tosto del mio lavoro al Paradiso, visto che con il Settore Giovanile sono maggiormente abituato a lavorare. Con ciò sono carico, sarà una bella avventura».

Un ricordo alla sua più recente esperienza, ovvero quella al Collegno Paradiso, dove Peddis si è sicuramente tolto delle soddisfazioni: «Sono stati anni positivi, intensi. Soprattutto l'ultimo, con la cavalcata dell'Under 18 e la vittoria del girone, le 3 categorie salve ai regionali e tante altre belle soddisfazioni. I 2008 sono stati eccellenti nel proseguire il loro lavoro fatto nella Scuola Calcio, i 2007 sono arrivati quarti e ci hanno fatto sognare con un girone d'andata passato spesso al secondo posto, i 2006 hanno raggiunto una salvezza pazzesca ai playout contro il BSR e c'è l'unico rammarico dei 2005 retrocessi ai Provinciali. Ringrazio tutti a Collegno per la fiducia e per la bellissima avventura, ma ora penso al Pianezza e a questa nuova e inedita sfida».

Dando un occhio alla struttura e ai nuovi colleghi, a partire dal presidente Dello Russo, Peddis suona la carica: «Il pres è un appassionato vero e qui ci sono i mezzi per far bene. Per quel poco che ho visto c'è grandissima organizzazione, considerando che è in società da 2 anni si è mosso alla grande. La prima squadra? La salvezza è arrivata con un po' troppa ansia, quest'anno vogliamo puntare maggiormente sui fuoriquota e provare a chiudere a metà classifica. Piena sintonia con Ivan Musso, non vogliamo lasciare niente al caso e spero che venga ripagata la fiducia in me con i risultati. Con l'Under 19 c'è maggiore lavoro da fare, visto che il vecchio gruppo campione di Torino era composto soprattutto da 2002 e 2003: rifonderemo tutto e nelle prossime giornate arriveranno anche i primi nomi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400