Cerca

Under 19

Il Segrate di Simone Pezzella si prepara a stupire: «Vogliamo raggiungere i playoff»

Dopo 4 anni tra Giovanissimi e Allievi ecco il salto in Juniores per il tecnico ex Cimiano

Simone Pezzella

Simone Pezzella: il nuovo tecnico, passato dai Giovanissimi all’Under 19 del Città di Segrate

Il Segrate scalda i motori in vista della stagione in arrivo. Al posto dello storico tecnico Fiorenzo Poggi la panchina è stata affidata ad un volto ugualmente conosciuto a Segrate: Simone Pezzella. Il tecnico ritroverà nella categoria sia i “suoi” 2004, che ha seguito per 3 anni, sia qualche 2005, annata allenata nella precedente stagione. Il tutto con un obiettivo preciso: «Continuare a portare più ragazzi possibili verso la Prima Squadra». Crescere si, ma con un occhio alla classifica: «Sono una persona competitiva, vorrei arrivare ai playoff».

REAZIONE A CATENA

Dopo il passaggio del tecnico Fiorenzo Poggi alla guida della Prima Squadra, sulla panchina dell’Under 19 si siederà nella prossima stagione Simone Pezzella, che a Segrate è una figura ben nota: «Sono qui ormai da quattro anni. Sono partito con i classe 2004 facendo i Giovanissimi A, con loro ho fatto 3 anni, con però il covid di mezzo. L’anno scorso invece ho allenato gli Allievi A 2005». Un avventura quest’ultima, non esente da complicazioni: «Ho lasciato la squadra a fine aprile più che altro per problematiche interne, bisognava dare una sterzata alla stagione e con la società abbiamo concordato la mia uscita. In effetti poi sono arrivati buoni risultati dunque la scelta si è dimostrata corretta». Proprio perché il lavoro di Pezzella non è mai stato messo in discussione, la società ha deciso di puntare nuovamente su di lui affidandogli una delle categorie di punta: «Siamo rimasti in ottimi rapporti e a fine stagione ci siamo risentiti chiarendo le scelte fatte nell’annata appena passata. Adesso mi è stata proposta questa nuova avventura, dato che non ho mai fatto questa categoria». Potrà dunque essere questo un passaggio importante per il prosieguo del percorso di Pezzella: «Questo penso si svilupperà come un progetto biennale, ma il mio obiettivo da qui a qualche anno è di raggiungere la gestione di una Prima Squadra. Se non sarà a Segrate magari ci saranno altre società pronte a darmi quest’opportunità».

RITORNO AL PASSATO

Sicuramente il tecnico in questo caso parte da un’ottima base, ovvero la conoscenza della squadra: «Quest’anno ritrovo i “miei” 2004 e ho inserito alcuni dei 2005 già pronti». Un fattore sicuramente utile, ma non semplice da calibrare sarà l’ampiezza della rosa: «Siamo un gruppo numeroso, ho 28 ragazzi. Inizialmente potrebbe essere complicato da gestire, ma facendo questa categoria penso sia meglio avere una rosa ampia, anche nell’ottica che dovremo convivere pure questa stagione con il covid». Come negli anni passati, il mantra societario è rimasto lo stesso: «Il nostro primo obiettivo sarà comunque di preparare più ragazzi possibili alla Prima. L’idea è già durante l’anno di mandarli su più volte possibile, penso ci sarà un forte legame tra le due rose perché sposiamo gli stessi principi: va bene la struttura della squadra di ragazzi esperti, ma poi i giovani vanno lanciati in categoria, altrimenti non ha senso averli preparati». A una condizione però: «Se hanno la testa, perché troppi ancora non ce l’hanno, anche se a 18 anni non penso siano più ragazzini ma giovani uomini». Un occhio alla classifica però non mancherà chiaramente: «Abbiamo grosse ambizioni, inutile nasconderci. Il campionato sarà certamente difficile ma vorremmo stare attaccati al treno playoff. Sono un ambizioso e voglio lottare per le prime posizioni».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400