Cerca

Coppa Under 19 Regionale

Rimonta completata e rigore parato: che emozioni alla prima stagionale

Gli ospiti vanno sotto dopo pochi secondi, ma riescono a ribaltare il risultato grazie alla voglia di riprendere la gara e vincere all'esordio

BARTOLOTTA BOELCHI ACCADEMIA VITTUONE

ACCADEMIA VITTUONE UNDER 19: Raoul Bartolotta e Stefano Boelchi, migliori in campo dell'Accademia Vittuone: per loro, rispettivamente, doppietta e rigore parato

Buona la prima per l'Accademia Vittuone, sotto molti punti di vista. Buona la prima uscita in generale, perché è una vittoria per 2-1 in rimonta in casa del Settimo Milanese; buono l'esordio ufficiale in panchina di Mauro Ignelzi, che dopo un avvio shock - gli ospiti sono andati sotto dopo poco più di un minuto - ha saputo motivare e trasmettere fiducia alla squadra, che prima con la doppietta di Bartolotta e poi con il rigore parato da Boelchi è riuscita a portare a casa questi primi tre punti in Coppa. Da premiare, per l'Accademia Vittuone, soprattutto l'atteggiamento venuto fuori dopo il gol del pareggio: la squadra da quel momento ha macinato gioco fino all'intervallo per poi rientrare in campo con il carattere giusto per riuscire a fare suoi i tre punti. Inizia, invece, con una sconfitta la stagione del Settimo Milanese, che ha fatto vedere cose buone sul fronte del gioco, ma non è riuscito a capitalizzare al meglio il gioco prodotto, mancando di precisione nell'ultimo quarto di campo. Oltre a questo, il gol dello svantaggio è stata una mazzata per i ragazzi di Lorusso - anche per lui esordio in panchina - che a quel punto hanno fatto fatica a ritrovare una parte da protagonisti nel copione della gara. C'è tanto tempo per cambiare sotto questo punto di vista, sia chiaro, ma oggi il bottino pieno lo hanno fatto gli ospiti.

RITMO E CONTROPIEDE

Ci mette una manciata di momenti il Settimo a portarsi in vantaggio perché Specchio in area la incorna bene sugli sviluppi di un calcio d’angolo dopo una prima ribattuta e a porta praticamente vuota la mette dentro (1’). I padroni di casa hanno più il pallino del gioco, ma l’Accademia Vittuone è pronta a far male in contropiede, come quando Fenoli avvia e chiude una ripartenza che però si spegne con un colpo di testa di poco al lato, in posizione per altro di fuorigioco evidenziata dal direttore di gara (6’). A parte occasioni di questo tipo, però, è il Settimo a dettare i ritmi del match, giocando regolarmente nella metà campo avversaria e trovando in Fall e Giannettino gli uomini più in forma, assieme al già citato Specchio. Questa fase di spinta forse eccessiva, però, assieme ad un paio di rimpalli favorevoli, porta l’Accademia Vittuone a pareggiare proprio in contropiede: è Bartolotta a lanciarsi in un assolo e a tu per tu con Morace incrocia bene il mancino, riportando il risultato in equilibrio (20’). Accusa un po’ il colpo la squadra di Lorusso, che abbassa il proprio baricentro e lascia più iniziativa agli ospiti: ironia della sorte, una nuova occasione il Settimo se la costruisce in contropiede sull’asse Capo-Calabrese-Specchio, con il terzino che entra bene in area ma viene fermato da Lovati in modo regolare qualche istante prima del tiro (29’). Di contro, l’Accademia Vittuone ha preso coraggio e si trova bene al centro del campo, con le prestazioni di Costantino e Bartolotta che crescono con il passare dei minuti. Proprio Bartolotta è protagonista di un altro assolo, questa volta praticamente da fermo: al limite dell’area riceve palla, evita un avversario con una finta di corpo, se la sistema e lascia partire un tiro che però va ad infrangersi sull’incrocio dei pali, negando la doppietta al diez (37’). Qualche minuto dopo sempre Bartolotta ci riprova, mandato in porta da Fenoli, ma Morace rimane in piedi fino all’ultimo e fa sua la sfera (40’). È l’ultimo squillo di una prima frazione che, dunque, si chiude sul risultato di 1-1.

RIMONTA COMPLETA

Riparte con un piglio diverso rispetto a inizio match l’Accademia Vittuone, che adesso aggredisce la partita e prova subito a sbloccare il risultato con un atteggiamento più propositivo. E questo modo di attaccare premia gli ospiti, perché Bartolotta si avventa su uno spiovente, beffando Pedrazzi e Tagliabue: controllo del pallone e tocco che supera il portiere per il 2-1 che ribalta in favore dell’Accademia Vittuone (11’). C’è subito la reazione del Settimo, che guadagna un rigore con Mangia, steso da Beolchi. Beolchi che si riscatta immediatamente neutralizzando il penalty calciato da Calabrese, salvando così il risultato (14’). Con l’andare del cronometro le squadre si allungano e si assiste sempre più di frequente ad una serie di ribaltamenti di fronte, con l’Accademia Vittuone che continua però a tenere in mano le redini del gioco e il Settimo che, invece, non riesce a rientrare pienamente nel match. A circa dieci dal termine, brivido che sa di pareggio per i padroni di casa, perché sui piedi di Specchio capita il pallone che poteva valere un punto, ma Beolchi è attento e blocca da distanza ravvicinata (34'). Con le squadre definitivamente spezzate tra attacco e difesa, il match si chiude sul risultato di 2-1 per l’Accademia Vittuone: prima uscita che è una vittoria per gli ospiti, che hanno saputo reagire allo svantaggio e fare propria la partita; gara comunque ordinata per il Settimo Milanese, che però deve - e avrà tutto il tempo - rivedere qualcosa sul piano dell’atteggiamento.

Stefano Beolchi, protagonista del secondo tempo con un rigore parato

IL TABELLINO

Settimo Milanese-Accademia Vittuone 1-2
RETI (1-0, 1-2): 1' Specchio (S), 20' Bartolotta (A), 11' st Bartolotta (A).
SETTIMO MIL.: Morace 6, Specchio 7, Pedrazzi 5.5 (22' st De Caro 6), Paduano 6, Ferrari 6 (1' st Michelini 6), Tagliabue 5.5, Fall 7 (1' st Lapertosa 6.5), Giannettino 6.5, Mangia 5.5, Calabrese 5.5, Capo 6. A disp. Bonomi, D'Arcangelo, Serrara. All. Lorusso 6.5.
ACC.VITTUONE: Beolchi 7.5, Merici 6 (11' st Coji 6), De Francisci 6.5, Pusterla 6.5 (12' st Gregolin 6), Lovati 7, Cassani 6.5, Costantino 7, Bruni 6 (1' st Fumagalli F. 6.5), Colombo 6.5 (18' st Moretti sv, 25' st Gamarra 6), Bartolotta 8.5, Fenoli 7. A disp. Acquaviva, Landini. All. Ignelzi 7.
ARBITRO: Bosotti di Legnano 6.5
AMMONITI: Merici (A), Lapertosa (S), Capo (S), Calabrese (S).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400