Cerca

Coppa Under 19 Regionale

Un inizio da fuochi d'artificio: vittoria schiacciante all'esordio stagionale

Il Biassono si conferma stella nascente infilando una vittoria che non lascia spazio alle repliche sul campo degli avversari

Le punte di diamante del Biassono

Da sinistra: Nappa, Napolitano, Brivio del Biassono

Vittoria schiacciante del Biassono alla prima apparizione ufficiale della stagione: la partita giocata contro il Bresso ha portato ad un ineluttabile 3-0, che segna dunque un ottimo inizio in questo cammino di Coppa. I rossoblù, dunque, confermano i sentori della pre-season e lo status di stella nascente che potrà far divertire molto durante tutta l'annata 2022/2023. Il match in sé, poi, è stato uno di quelli caratterizzato dal ritmo altalenante dove non sono mancati anche momenti di tensione dovuti all'agonismo della prima partita e la voglia di tornare al calcio giocato. Il Bresso, al contrario del Biassono, ha provato a difendersi a denti stretti - dopo un avvio che inizialmente lasciava presagire tutt'altra partita - ma i padroni di casa hanno man mano ingranato le marce giuste, prendendo il controllo del campo e il sopravvento della situazione, mettendo sin da questo primo match in evidenza i propri principi di gioco e le proprie idee che, con ogni probabilità, caratterizzeranno tutta la stagione della squadra.

DIFESA ORDINATA E VANTAGGIO

Inizio scoppiettante, con le due squadre che hanno palesemente voglia di giocare a calcio e di far andare le gambe. Nonostante questo desiderio, nei fatti poi è possibile notare come ci sia ancora - giustamente - un po' di pesantezza a livello fisico, sintomo della preparazione atletica estiva. A creare i primi pericoli è il Bresso, che avanza verso la trequarti avversaria quasi indisturbato, ma sotto porta manca tanto la precisione e quindi le ottime occasioni costruite vengono sprecate, con il palo che viene centrato e nega la gioia del gol. In particolare spolvero, tra le fila del Bresso, è Meroni: il centrocampista riesce a dare filo da torcere agli avversari soprattutto grazie all'accoppiata che forma con Caccia. I due si trovano splendidamente in mezzo e riescono a dialogare alla perfezione, evidenziando il grande feeling e mandando in confusione i diretti avversari. La fase difensiva del Biassono, però, è totale e i padroni di casa riescono a sventare con ordine gli assalti del Bresso: Medici, in particolare, fa molto bene e annulla da solo un bel po' di pericoli, riuscendo poi anche a pungere gli avversari. Con una fase offensiva che, invece, stenta a decollare, il Biassono la sblocca nell'unico modo possibile in questi casi: su palla inattiva. È infatti Napolitano al 32' la mette direttamente da calcio di punizione e fa esplodere la gioia correndo verso gli spalti e i sostenitori del Biassono. A questo punto è il momento di Ciabattoni, Medici e Monguzzi, che giocano un finale di frazione di alta concentrazione, in modo tale da permettere alla loro squadra di andare a riposo in vantaggio. Ultimo squillo del primo tempo è l'ennesimo palo della gara, con Meroni che rimane con l'urlo strozzato in gola per il mancato pareggio.

LA GLORIA DEI CAMBI

Al rientro in campo, le due squadre tornano in partita con due approcci totalmente diversi: il Bresso per provare a riprendere il risultato, il Biassono con l'intento di non mollare neanche di un centimetro. Con i cambi avvenuti nei primi minuti della ripresa, sono proprio i neo-entrati i protagonisti indiscussi, quasi a far sembrare che si stia giocando una nuova partita. Tra le fila del Biassono entra Gubitoso, che pur non segnando si rivela una vera e propria spina nel fianco degli avversari, portando anche un certo grado di agonismo in campo, proprio perché il ragazzo ringhia e ruggisce su ogni pallone. Ma i nuovi eroi sono Brivio e Nappa, che sostanzialmente entrano e segnano, risolvendo qualsiasi tipo di tentativo del Bresso di riaccendere la gara. In alcuni giocatori del Bresso è visibile e toccabile la frustrazione per un risultato che a inizio partita sembrava quasi impronosticabile, ma al triplice fischio viene sancita quella che è una vittoria schiacciante del Biassono, maturata quasi a fuoco lento, ma ugualmente e assolutamente meritata.

IL TABELLINO

BIASSONO-BRESSO 3-0
RETI (1-0, 2-0): 32' Napolitano (Bi), 32' st Nappa (Bi), 38' st Brivio (Bi).
BIASSONO (4-3-3): Pallazzi 6.5, Ciabattoni 7 (43' st Motta sv), Scarsi 6, Medici 7, Monguzzi 6.5, Carpani 6, Ravasi 6 (7' st Mauri 6), Degrassi 5.5, Meregalli 5.5 (2' st Brivio 8), Napolitano 8.5 (30' st Nappa sv), Kroumov 5.5 (7' st Gubitoso 7). A disp. Porta, Fazio. All. Marangi 7. Dir. Giovananza.
BRESSO (4-3-3): Bonasera 6.5, Gervasoni 6, Caccia 6.5 (31' st Locatelli sv), Porcino 6, Carotenuto 7, Di Crescenzo 6 (21' st Di Lonardo sv), Monti 6, Meroni 6.5, Besozzi 6, Chavez Requejo 6 (29' st Cala Lesina sv), Mazzeo 6 (7' st Korateng 6.5). A disp. Pozzali, Locatelli. All. Bertin 7. 
ARBITRO: Manna di Seregno 6.5.
ESPULSO: Meroni (Br).
AMMONITI: Napolitano (Bi), Gubitoso (Bi), Brivio (Bi), Caccia (Br), Gervasoni (Br).

LE PAGELLE

BIASSONO

Pallazzi 6.5 Si riesce a difendere bene nei pochi pericoli che arrivano dalle sue parti. Il suo intervento verso la fine del primo tempo gli è quasi costato caro, ma si conferma essere un portiere attivo e scattante.
Ciabattoni 7 Ottimo gioco in sinergia con il resto della squadra, riesce ad essere fondamentale nel finale di prima frazione e poi in tutta la ripresa.
Scarsi 6 Non incide particolarmente, ma nemmeno si lascia andare ad errori clamorosi.
Medici 7 Uno dei pilastri della partita, riesce a trainare i compagni e allo stesso tempo fare il suo gioco.
Monguzzi 6.5 Un altro di quelli fondamentali per la manovra corale. Non fa a sportellate, ma scivola tra gli avversari, insinuandosi tra le maglie disturbando il possesso palla.
Carpani 6 Anche lui poco presente sui radar: forse gioca con la testa troppo bassa, non accorgendosi della disposizione dei compagni attorno a lui.
Ravasi 6 Attivo nel primo tempo, ma solo come disturbatore: non riesce a farsi vedere troppo palla al piede. Serve più attenzione nel caso del fuorigioco.
7' st Mauri 6 Non si mette particolarmente in mostra, ma quando riceve il pallone non commette sbavature.
Degrassi 5.5 Arranca nel primo tempo, vivendo la partita quasi in maniera passiva.
Meregalli 5.5 Non doveva essere la sua giornata, poiché per il ruolo che ricopre non dovrebbe passare inosservato come invece è successo oggi. 
2' st Brivio 8 Entra, si inserisce bene e segna: un fattore importante dalla panchina per Marangi. Difficile chiedergli di più.
Napolitano 8.5 Ottimo piede, come dimostra anche il gran gol che ha segnato. Oltre a questo, c'è tanta tanta tanta qualità nelle sue giocate, ma ha anche tantissimo carisma nel trascinare la squadra.
Kroumov 5.5 Non particolarmente protagonista, lascia spazio ai compagni che oggi sono più in palla e in giornata di lui.
7' st Gubitoso 7 Si fa notare fin da subito per la bravura, entra e si carica la squadra sulle spalle.
All. Marangi 7 Incita i suoi ragazzi senza mai farsi distrarre dal gioco avversario, rimanendo con la mente lucida e dando le giuste indicazioni.

BRESSO

Bonasera 6.5 Nonostante i tre gol subiti, riesce comunque ad esibirsi in parate che evitano reti decisamente più spettacolari.

Gervasoni 6 Difficile per lui oggi lasciare il segno. Gli avversari lo circondano, lui fa quel che può ma non riesce a brillare.

Caccia 6.5 Uno dei diamanti della propria squadra, rivelatosi fondamentale in parecchie azioni. 

Porcino 6 Inizia bene e svolge nel migliore dei modi i suoi compiti. Con l'andare dell'orologio, però, sparisce lentamente dal campo.

Carotenuto 7 Agguerrito fin dall’inizio, dimostra di avere il mordente necessario. Se non ci fosse stato il fallo si sarebbe portato a casa anche un gol. 

Di Crescenzo 6  Si spende tantissimo per i suoi compagni: è determinato a mordere le caviglie, con buona pace degli avversari che devono evitarlo in tutti i modi.

Monti 6 Non riesce a stare al passo del ritmo degli avversari: gioca una partita in cui si accende in maniera alternata, anche se lo si vede forse un po' troppo in difficoltà.

Meroni 6.5 Avanza a sportellate senza farsi troppi problemi. Determinato fin dai primi minuti, lascia trasparire la voglia d'iniziare bene questa stagione. Peccato per l'espulsione che abbassa un voto altrimenti ben più alto.

Besozzi 6 Non lo si nota in campo per episodi negativi ma nemmeno per giocate degne di nota.

Chavez Requejo 6 Gioca un buonissimo primo tempo, veloce e scattante, ma si perde un po' nel secondo.

Mazzeo 6 Prova a fare a sportellate, tenendo impegnati i difensori in molte occasioni, ma con il passare dei minuti perde di mordente. 

7' st Korateng 6.5 La teatralità con cui porta avanti ogni azione denota la sua voglia di incidere. Non riesce a lasciare il segno, ma è una di quelle prestazioni che non possono essere giudicate in maniera negativa, visto il cuore che ci ha messo. 

All. Bertin 7. Porta in campo dei ragazzi vogliosi e carichi. Nonostante il risultato, non si fa abbattere e infonde speranza nei suoi durante l'intera gara.

ARBITRO

Manna di Seregno 6.5 Si poteva lasciar forse correre qualche episodio in più per non spezzettare troppo il gioco, ma la direzione di gara è stata buona e corretta.

LE INTERVISTE

L'allenatore Marangi non ha molte parole da spendere, si dichiara ovviamente soddisfatto dicendo: «Penso che abbiamo giocato una buona partita, era la prima con una squadra nuova, sicuramente c'è tanto da lavorare ma siamo contenti del risultato e della prestazione».

L'allenatore avversario, Bertin, invece, riconosce i limiti dei suoi: «Fino all'1-0, quando eravamo in parità numerica, c'eravamo. Poi dopo i due pali meritavamo il pareggio, nonostante loro avessero due giocatori fuori categoria. C'è da lavorare. Poi chiaramento dopo essere rimasti in dieci e col caldo, alla prima partita abbiamo regalato due gol. Ma sono comunque soddisfatto della prestazione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400