Cerca

Under 19 Regionale

Fa tre parate decisive all'esordio da sotto età e blinda la prima vittoria dell'anno

Il classe 2006 giganteggia tra i pali, ma non mancano i colleghi pararigori e uno degli MVP della scorsa stagione

Chiatto Cinisello

UNDER 19 CINISELLO: Simone Chiatto, migliore in campo nella sfida con l'Arcellasco

Giocare tra i pali non è per tutti. Vuol dire avere molte responsabilità, perché ogni tuo errore potrebbe costare più di un passaggio sbagliato o un contrasto perso, ed essere pronti a intervenire anche una sola volta, ma decisiva, nell'arco di una partita intera. Chi sembra esser pronto a reggere la pressione del ruolo è il classe 2006 Simone Chiatto, che da sotto età in categoria di parate fondamentali per tenere in gara il suo Cinisello contro l'Arcellasco ne ha fatte ben tre.

SENSI DI RAGNO

Le prime due parate di Chiatto sono di puro istinto da dentro l'area piccola, decisive per permettere ai compagni di restare sullo 0-0 e provare a mettere in ghiaccio il match prima con bomber Tumiatti, altro elemento da tenere d'occhio nella rosa a disposizione di Premoli, e poi con Busato. La terza, invece, è uno strepitoso riflesso su un tentativo dei padroni di casa nato da un cross di Borrello, questa volta importante per difendere il doppio vantaggio già acquisito e vivere con più tranquillità il finale di gara. Proprio negli ultimi minuti manca solo la ciliegina sulla torta rossoblù, ovvero quella porta inviolata che viene a mancare a ridosso dei minuti di recupero, quando Diop segna e prova a riaccendere la fiamma di una partita che però ha un solo MVP, come racconta anche Riccardo Premoli, tecnico del Cinisello: «Nel secondo tempo avevamo iniziato meglio noi, poi il nostro portiere ha fatto delle parate importanti e ci ha tenuto a galla. Ha fatto tre interventi strepitosi ed è stato il migliore in campo».

UN SABATO DA NUMERI UNO

Un debutto da ricordare per il numero uno della formazione milanese, affiancato da altri tre colleghi protagonisti fin da subito. Primo tra tutti Alessandro Carella, estremo difensore dei campioni in carica della Calvairate, nonché rivale di Chiatto nel Girone B. Il numero 1 di Curioni conferma le buone impressioni della Coppa Lombardia parando un rigore piuttosto importante nel big match con la Vis Nova. Avanti di un gol grazie a capitan Pacifico, a segno proprio dagli 11 metri, i padroni di casa a due minuti dalla fine del primo tempo concedono un penalty alle Lucertole, ma Carella ipnotizza Achille e permette ai suoi compagni di rientrare negli spogliatoi con l'umore ancora alle stelle, oltre che con una rete di vantaggio.

Parlando di calci di rigore bisogna poi citare anche Samuele Cazzola, portiere dello Schuster. Vecchia conoscenza sempre del Girone B, ma ora spostata nel gruppo E, la formazione neroverde esordisce ospitando il temibile Club Milanese. Massariello colpisce alla mezzora e porta in vantaggio lo Schuster, poi nella ripresa entra in scena il numero 1 di Crippa, che sempre al 30' strozza in gola l'urlo di gioia di Tedeschi e difende l'1-0. L'ultimo protagonista è invece l'ormai ben noto Stefano Brandi, portiere dei campioni regionali dell'Accademia Pavese. Grande protagonista nell'ultima stagione, il classe 2004 incomincia il nuovo campionato con due interventi salvifici negli ultimi minuti con il Codogno, forse meno impattanti in termini di risultato rispetto a quelli dei colleghi, ma comunque determinati per proteggere il 3-1 ed evitare un finale con l'acqua alla gola.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400