Cerca

Novità nel Torino Club: al via la costruzione dell'Under 19 per la prossima stagione

Novità nel Torino Club: al via la costruzione dell'Under 19 per la prossima stagione

Quello di avere una squadra nell'Under 19 era un progetto che era presente da un po' di tempo nella mente di Secondina Sandri e della dirigenza del Torino Club: una squadra che potesse essere presa come punto di riferimento per tutto l'ampissimo settore giovanile, e che potesse fungere da raccordo con la Prima Squadra. Ed ecco che, finalmente, la stagione 2021/2022 sarà quella giusta per vedere all'opera nel campo di Gallarate questa categoria tanto ambita dalla società granata. A confermare la costruzione della Juniores è proprio il direttore sportivo della società, Secondina Sandri: «Sono molto felice di annunciare questa novità a cui stavamo pensando da diversi anni. Grazie ai lavori che sono stati fatti e che faremo ai nostri campi e alle nostre strutture siamo in grado di poter ospitare anche una squadra Juniores, che va a completare un quadro di squadre che puntano ad essere un bacino di utenza per i professionisti».

Quale nome per la panchina? Come detto, la squadra è ancora in costruzione, sia a livello di rosa che a livello di guida tecnica. Il nome per la panchina infatti, non è ancora stato definitivamente scelto dalla dirigenza granata, tuttavia, un importante indizio è dato dall'identikit dato da Sandri, ossia «Un allenatore che non si erga sulla cattedra e che sappia mettersi a disposizione della società e dei ragazzi». Nelle prossime settimane si capirà se questa definizione combacerà con un allenatore esterno, oppure se la scelta ricadrà su una guida tecnica interna, coma magari Angelo Salzarulo, quest'anno alla guida dell'Under 17, e che vedrà proprio diversi suoi ragazzi far parte della nuova squadra Juniores.

Novità anche nel quadro dirigenziale. Non solo la presenza di una nuova squadra però, perchè le novità nel Torino Club provengono anche dall'organigramma dirigenziale. Nessun nuovo arrivo però, perchè i cambiamenti proverranno dall'interno, con il passaggio della direzione tecnica che passerà dalle mani della stessa Sandri, a quelle di Carlo Bertolini e Cristiano Mazza. Un passaggio che permetterà così all'attuale diesse di concentrarsi più sulla parte organizzativa, anche se certamente non mancherà un suo sguardo sulla parte tecnica. L'ultimo elemento degno di nota è invece lo sguardo di un altro elemento molto interessato a quello che succede nell'ambiente, ossia colui che ha dato il nome alla società: Marco Parolo. Il giocatore della Lazio ha infatti fatto capolino spesso nell'ultimo periodo al campo di via Montello, creando forte entusiasmo nei ragazzi e bambini presenti. E' infatti lui l'esempio che la Sandri porta a sostegno della filosofia del Torino Club: «La presenza di Marco fa sempre molto molto piacere: è un esempio positivo e soprattutto reale che con l'impegno e la passione si può arrivare a calcare i campi della Serie A e della Champions League. Grazie a lui, i ragazzi riescono a vedere qualcosa che è successo per davvero».    

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400