Cerca

Under 19

Cecchino Mazzoleni per un match all'ultimo respiro

Dopo un primo tempo stabile e senza colpi di scena, ecco venir fuori la squadra di Pedoja, che porta a casa il risultato

Cuassese

I ragazzi di Pedoja in un momento di festa: in particolare, il numero 7 Mazzoleni, autore della tripletta, insieme ad Anello e Monti

Alla fine, a mettere un punto al match è la tenacia ed i piedi fatati di Ivan Mazzoleni, quest'oggi autore della tripletta che ha permesso ai suoi di portare a casa tre punti importantissimi. Con questo risultato infatti - il misurato 3-2 contro il Bosto - la Cuassese continua a mantenersi in quota, appena dietro alla capolista Union Tre Valli. 

Il primo tempo vede una partita molto equilibrata, ma fisica, giocata in maniera intensa da parte di entrambe le compagini. Nei primi quarantacinque minuti, nessuna delle due squadre riesce a sbloccare il risultato nonostante le occasioni create. Il tutto cambia al rientro dagli spogliatoi: dopo cinque minuti, ecco che arriva la prima cannonata firmata Fiore. A causa di un errore difensivo della padrona di casa, che non riesce a fermare il contropiede del calciatore avversario, l'atleta prova la conclusione, centrando lo specchio della porta. La risposta della Cuassese non tarda, però, ad arrivare: ecco che intorno al 20', arriva Mazzoleni, che grazie ad un rigore conquistato e tirato, porta i suoi sul pareggio. Qualche minuto dopo, è ancora Mazzoleni a risolvere tutto e portare i suoi in vantaggio: tutto parte da Marchisella, che serve un pallone davvero invitante al numero 10 di casa, che lo manda dritto in porta. A pochi minuti dalla fine, cecchino-Mazzoleni conquista l'ultima rete per i suoi, un altro rigore, questa volta conquistato da Marchisella, atterrato dagli avversari. 

Il Bosto, però, non si lascia scoraggiare e prova l'assalto finale: al 45', infatti, Debbech riesce ad approfittare della mischia venutasi a creare in area di rigore e dopo un paio di tentativi, manda in rete, riaprendo per un attimo le speranze dei suoi. Purtroppo, però, il fischio dell'arbitro mette la parola "fine" alla partita, non dando il tempo agli ospiti di recuperare lo svantaggio e portare a casa almeno il pareggio. 

Per Pedoja, tecnico della Cuassese: «La partita è andata bene. Era uno di quei gruppi che temevo e devo ammettere che siamo stati bravi a reagire subito dopo il pareggio e ad imporci. Solo da due settimane abbiamo recuperato tutti i giocatori e sapevamo che sarebbe stata dura e di dover reagire, e in fatto di controllo siamo stati davvero molto bravi. Non ci siamo fatti superare, abbiamo fatto una partita di carattere. Complimenti a Fiore - atleta del Bosto - è un grande giocatore».

Anche Figliolia, Bosto, commenta l'andamento della gara: «Nel primo tempo è stata una gara molto fisica, ma molto equilibrata. Nei secondi quarantacinque minuti, dopo aver segnato, loro hanno iniziato a crederci e - insieme alla componente fisica, che ha fatto la differenza, avendo noi tutti 2004 in squadra - alla fine sono riusciti a trovare il vantaggio. Sul finale abbiamo provato a conquistare terreno, ma ormai era troppo tardi».

IL TABELLINO

CUASSESE-BOSTO 3-2
RETI (0-1, 3-1, 3-2): 7' st rig. Fiore (B), 20' st Mazzoleni (C), 28' st rig. Mazzoleni (C), 36' st Mazzoleni (C), 45' st Debbech (B).
CUASSESE: Canciani, Cinquepalmi, Bosio, Orlando, Marchisella (43' st Ferrari), Cecchini, Ceretti (42' st Reginato), Barraco, Alogna (20' st Zotti), Mazzoleni (35' st Alberti), Raimondi (25' st Anello). A disp. Biasibetti, Antignani, Toneatto, Rosamilia. All. Pedoja. Dir. Alberti.
BOSTO: Conedera, Gianesini, Colombo, Verdina, Sola, Giampaglia, Loshaj, Poloni, Fiore, Dominici, Daverio. A disp. Aliotta, De Nicola, Bonetti, Nicora, Mendico, Donati, Debbech. All. Figliolia. Dir. Poloni.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400