Cerca

Lesna Gold Under 19: Un viaggio alla ricerca della perfezione

Vianney-Lesna Gold Under 19

Il Lesna gold di Sozio

È un percorso lungo e avvincente quello intrapreso dal Lesna Gold con l'obiettivo dichiarato di diventare una big nel calcio dilettantistico torinese. Società che ha visto la luce nel recente 2012 dalla fusione del Borgata Lesna, storica squadra della zona Ovest di Torino,  con il Gold Calcio, una Prima Squadra che nel giro di soli 2 anni era arrivata a concorrere con le zone alte della Prima Categoria. Il tecnico della Under 19 oro-nera, Carmine Sozio, esordisce proprio sulla panchina del Lesna Under 19 nel 2016 con la classe del ‘99 come stretto collaboratore di Piero Bar. I due conducono i loro ragazzi a lottare per i vertici dei campionati Juniores quando, alla fine del biennio, decidono di proseguire su panchine diverse, il primo viene promosso dal presidente Bove a capo degli allora Allievi 2002, di cui è tutt’oggi allenatore nell’ Under 19, mentre il secondo approda sulla panchina della Prima Squadra dell’Atletico Alpignano. Il Lesna di Sozio è fin da subito riconoscibile per il suo gioco sprezzante, veloce e geometrico fatto di scambi e fraseggi palla a terra e ad alta intensità. Un 4-1-4-1 ordinato e compatto, con le 2 mezz’ali che si alzano a ridosso della punta in fase offensiva e si abbassano formando un centrocampo a 3, dove a brillare è sicuramente la stella del capitano Simone D’Avolio, un regista vecchia scuola dai piedi educatissimi grazie al quale rimedia ad una leggera stazza. Sozio ha affidato, ormai da 3 anni, le chiavi del gioco oro-nero nelle mani del centrocampista e lì davanti alla difesa è un puro concentrato di tecnica e classe col compito di smistare il pallone per i compagni e creare palle-gol. Ma si sa, ad un regista vanno affiancati centrocampisti in grado di far legna e rendergli più facile il lavoro:  stiamo parlando di Stoliar e Nadalin, il primo un centrocampista box-to-box tanto rognoso in fase difensiva quanto abile e puntuale quando bisogna offendere, autore anche di numerose reti, come quella in rovesciata contro Il DB Rivoli lo scorso 11 ottobre, il secondo è il classico numero 10 dai piedi pregiati ad agire da regista offensivo dietro l’unica punta. La costruzione di una casa, come quelle di una squadra, deve partire dalle fondamenta, fondamenta, quelle del Lesna, molto solide grazie alla presenza sulla sinistra di Barbagallo, tornato alla base dopo l’esperienza al Lascaris, Lo Sciuto e Buzdugan. Difesa completata dal terzino destro Miraglia costantemente in proiezione offensiva. Terzini fondamentali per il gioco oro-nero dato che in fase offensiva diventano il quinto e il sesto attaccante, aggiungendo due frecce all’arco della formazione di Sozio. Ma le frecce più appuntite sono senza ombra di subbio quelle Iheb Khelifa, capocannoniere della squadra con 5 gol all’attivo, seguito dall’onnipresente Stoliar con 3 reti e Lamanna con 2 gol, ragazzo di origine marocchina in grado di colpire in diversi modi, e Palumbo, fuori quota classe ‘00 che partendo a gara in corso si fa valere con la sua esperienza ed esplosività, senza dimenticare il numero 7, Esposito, ala sinistra prezioso in fase difensiva in aiuto di Barbagallo ed essenziale in attacco per creare occasioni da gol. L’obiettivo del tecnico e della società è quello di fare dell’Under 19 una fucina, un laboratorio dal quale formare giocatori e persone valide e pronte per il futuro della Prima Squadra oro-nera, un Lesna Gold con ambizioni molto promettenti e che da qualche anno crede fortemente del settore giovanile, vedi il legame stretto con il Novara Calcio. Ma Sozio non si accontenta: “ Quando giochi con giocatori forti, che hanno prospettive prima squadra e che soprattutto hanno già fatto alcune presenze in prima squadra, allora, per forza, devi puntare a vincere anche il campionato Juniores.” Risultati che dopo sole 3 giornate (prima del blocco del campionato per l’emergenza sanitaria) danno ragione ad un Sozio mai sazio, visti i 7 punti con testa della classifica inclusa, perché lui non è ancora soddisfatto. “ È un peccato che non siamo riusciti ad entrare nel campionato regionale – la scorsa stagione è finita in anticipo piazzandosi al 2° posto – ma il provinciale ci dà più tempo e spazio per poter lavorare con più tranquillità. Ovviamente i risultati li stiamo ottenendo però quello che ci interessa principalmente è creare qualcosa per il futuro: far partire una un bel gruppo dei 2002 e non solo nella Prima Squadra dei prossimi anni.

ROSA LESNA GOLD UNDER 19:

ALLENATORE: Carmine Sozio. PORTIERI: Grandinetti (01), Molinari (02). DIFENSORI: Barbagallo (02), Miraglia (01), Buzdugan (02), Lo Sciuto (01), Ciano (01), De Siena (02), Satib (02), Di Martino (03). CENTROCAMPISTI: D'avolio (02), Stoliar (02), Lamanna (02), Esposito (02), Slimani (00), Satri (02), Nadalin (02), Vignola (02). ATTACCANTI: Khelifa (02), Palumbo (00), Moreno (01).

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400