Cerca

Fiano Plus Under 19, il tecnico Barbetta: «Raccoglieremo i frutti dei nostri sacrifici»

Fiano Plus Under 19

Una stagione segnata inevitabilmente da un nuovo stop dei campionati e che rischia di influire negativamente sulla crescita collettiva e individuale. Nonostante questo scenario tutt’altro che ottimistico, il Fiano Plus Under 19 ha iniziato l’annata calcistica in maniera molto positiva: oltre alle due vittorie casalinghe senza subire gol contro il Rebaudengo e il River Leinì, i ragazzi di Moreno Barbetta hanno rimediato una sconfitta contro la Mappanese nella seconda giornata di campionato. Come ricorda il tecnico dei rossoblù Barbetta, tre partite sono però un arco di tempo troppo ridotto per fare bilanci definitivi: «Fare un bilancio dopo poche partite è sempre molto complicato: si è giocato purtroppo molto poco per iniziare a tracciare delle prime analisi più o meno dettagliate. Posso dire che aver raccolto 6 punti sui 9 disponibili è sicuramente un buon inizio che ci deve lasciare fiduciosi per il futuro, ma al rientro sarà ancora tutto aperto». Un allenatore che conosce bene i suoi ragazzi e che è consapevole del fatto che questa squadra ha tutte le carte in regola per arrivare a giocarsi qualcosa di importante: «Non mi nascondo: l’obiettivo è arrivare nei vertici della classifica per poter disputare i regionali - ha dichiarato il tecnico Barbetta - Penso che questi ragazzi siano sulla strada giusta, come dimostrano le nostre due belle vittorie a inizio stagione: nell’unico incontro in cui siamo usciti sconfitti, nonostante non siamo riusciti a gestire i due gol di vantaggio, ho visto nei ragazzi la giusta voglia e la necessaria cattiveria agonistica. Con questo atteggiamento si può puntare in alto: raccoglieremo i frutti dei nostri sacrifici».

Per quanto riguarda l’aspetto umano dei propri giocatori, Barbetta ha precisato: «Nonostante i ragazzi abbiano un’età in cui si è spesso molto esuberanti, il nostro è un gruppo unito in campo e fuori. Tutti i componenti sono sempre intenzionati a lavorare duramente e a collaborare per puntare più in alto possibile. All’inizio della stagione, l’obiettivo della nostra società - ha aggiunto il tecnico dei rossoblù - è sempre stato quello di mandare due ragazzi a settimana ad allenarsi con la prima squadra, in modo che iniziassero a integrarsi in una realtà che con ogni probabilità sarà al centro del loro futuro prossimo. Riteniamo che sia molto importante per loro iniziare a integrarsi con giocatori più esperti. La sospensione dell’attività agonistica ha però distrutto sul più bello quello che era il nostro obiettivo principale. Quando il pallone riprenderà a rotolare sul terreno di gioco, ritorneremo a collaborare con la prima squadra come abbiamo sempre fatto: questo è l’obiettivo che ci siamo imposti, per gli allenamenti ma anche eventualmente per le partite».

Infine, per quanto riguarda il modulo utilizzato nelle prime uscite stagionali, Moreno Barbetta ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad adottare il 4-3-3: «I giocatori si sposano bene con questo schieramento tattico, che permette di esaltare tutte le loro caratteristiche e doti tecniche. All’occorrenza può diventare un 4-3-1-2, dal momento che ho a disposizione un esterno d’attacco che sa fare altrettanto bene il trequartista. La mia scelta può variare di partita in partita e dipende talvolta anche dal tipo di avversario che abbiamo di fronte».

 
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400