Cerca

Under 19 Femminile

Sedriano-Fiammamonza: Majone dirige la musica, Di Lorenzo la risolve nel finale con un colpo da grande orchestra

Primo successo gialloblù dopo il pari all'esordio, beffato un Fiammamonza che si ferma alla traversa firmata Di Bella Di Santa Sofia

Sedriano-Fiammamonza: Majone dirige la musica, Di Lorenzo la risolve nel finale con un colpo da grande orchestra

Rubbino, Majone e Sabbatino, protagoniste del match

È un colpo di magia di Federica Di Lorenzo, a due minuti dal novantesimo, quello che fa materializzare per il Sedriano un successo prestigioso e nel complesso meritato. Subentrata a secondo tempo inoltrato, la classe 2004 danza sul filo dell'offside e batte la carismatica Caporiondo con un colpo sotto che si insacca all'incrocio dei pali. Dopo il pari all'esordio con l'Orobica le gialloblù centrano così la prima vittoria arrivata al termine di una partita giocata con più della determinazione delle monzesi, apparse meno brillanti rispetto all'ottimo esordio sfoggiato con le Azalee. 

Lampo color Rubbino. Diversi gli schieramenti tattici: Recchia mette in campo un 4-4-2 classico illuminato dalla regia del capitano Paula Majone. Mussini pone Bassoli come terminale offensivo supportato dal trio Di Bella Di Santa Sofia-Giusti-Di Luca. A Lorenti e Dal Lago il compito di schermare la difesa. Le squadre si prendono le misure in avvio: la gialloblù hanno un approccio leggermente migliore ma intorno al quarto d'ora il Fiammamonza comincia a lasciar intravedere le sue qualità. Scarico di Bassoli per Di Luca e prima conclusione alta che apre le schermaglie. Le ospiti provano a impossessarsi lentamente della partita ma alla mezz'ora ecco la fiammata di casa. Majone ispira Rubbino in profondità, la nove salta secca un'avversaria e di sinistro coglie l'incrocio dei pali. Manca qualcosa alla manovra del «Fiamma», con le monzesi che terminano il primo tempo in leggero affanno e Caporiondo che fa sfoggio delle sue abilità in uscita su Sabbatino.

Pari il conto dei legni. La ripresa si apre con le ragazze di Mussini che caricano a testa bassa. Progressione di Giusti al primo minuto col suo tiro che costringe Maiandi alla deviazione in corner. Terrificante poi il sinistro griffato Di Bella Di Santa Sofia, che si stampa sulla traversa. La fiammata monzese lascia presagire a una ripresa dal passo dominante, ma incassata senza danni la sfuriata dei primi minuti il Sedriano si riorganizza, non soltanto rientrando nel match ma trovando anche la consapevolezza di poterlo vincere. Così si spiega la mossa tattica del ventesimo: fuori Pedron, difensore centrale, dentro Di Lorenzo che va a far compagnia in attacco a Rubbino e Gobel. Dall'altra parte Mussini ridisegna la squadra ma il suo Fiammamonza non riuscirà più ad ardere. Anzi, rischierà più volte sulla stessa palla giocata in profondità. E se la tempestività di Caporiondo ci mette una pezza su Penna, quando lo 0-0 pareva ormai cosa fatta ecco il gioiello di Di Lorenzo (in foto) a premiare quell'audacia in più messa in campo dalle ragazze di casa.

IL TABELLINO

Sedriano-Fiammamonza 1-0
RETE: 43' st Di Lorenzo (S).
SEDRIANO (4-4-2): Maiandi 6.5, Frattini 6.5 (5' st Cusati 7), Di Gaetano 6.5, Marelli 7, Pedroni 6.5 (20' st Di Lorenzo 7.5), Veneziani 6.5 (9' st Gobel Silah 7), Penna 6.5 (28' st Cassani 6.5), Samarati 6.5, Rubbino 7, Majone 7.5, Sabbatino 6.5. A disp. Bianchi, Colombo, Martucci. All. Recchia 7. Dir. Majone.
FIAMMAMONZA (4-2-3-1): Caporiondo 7, Dal Lago 6.5, Di Luca 6 (25' st Prazzoli 6), Canobbio 6, Bassoli 6 (28' st Manini 6), Donarini 6, Etchevers 6.5, Di Bella Di Santa Sofia 7 (22' st Belloni 6), Castellani 6.5 (22' st Redaelli 6), Lorenti 6.5, Giusti 6.5 (33' st Carbone 6). A disp. Manenti, Ghisetti, Rossi, Contessotto. All. Mussini 6. Dir. Bevitore.
ARBITRO: Gorica di Busto Arsizio 7.
AMMONITA: Di Gaetano (S).

LE PAGELLE

SEDRIANO
Maiandi 6.5 Non rischia quasi mai la presa ma si oppone con efficacia alla conclusione di Giusti, e in generale fa buona guardia. 
Frattini 6.5 Cinquanta minuti di sostanza. La densità offensiva delle monzesi la tiene abbottonata in difesa, e lei non si tira indietro quando c'è da battagliare.
5' st Cusati 7 Fa ancora meglio della compagna offrendo anche un pizzico di propulsione.
Di Gaetano 6.5 Come Frattini tiene la posizione, fa cose semplici, ma il lavoro di neutralizzazione soprattuto su Di Luca è importante.
Marelli 7 Le avversarie sono quotate e schierate a trazione anteriore. Lei non si fa mai spaventare uscendo vincitrice da quasi tutti i duelli.
Pedroni 6.5 Prova rocciosa anche per lei, seppure il suo sacrificio tattico risulterà alla fine decisivo per il risultato.
20' st Di Lorenzo 7.5 Bene fino al gol che vale da solo il prezzo del biglietto per classe e importanza.
Veneziani 6.5 Ottima spalla di Majone in mezzo al campo. Prestazione che si sdoppia nelle due fasi fino alla sostituzione di inizio ripresa.
9' st Gobel Silah 7 Il suo ingresso alza il baricentro del Sedriano e dà una spallata al match. Pericolosa in almeno due occasioni, è una spina nel fianco per la difesa.
Penna 6.5 La sua posizione in campo garantisce quell'ampiezza necessaria offrendo comunque supporto e sostanza al centrocampo.
28' st Cassani 6.5 Porta forze fresche nell'ultimo quarto d'ora dell'incontro.
Samarati 6.5 Parte in attacco accanto a Rubbino, poi si abbassa a centrocampo quando Recchia decide di sparigliare le carte in avanti. Non fa scintille ma la sua duttilità non è cosa da poco.
Rubbino 7 Tenace come poche, caparbia e sfuggente grazie al suo passo breve. Meriterebbe il gol ma la prova è comunque maiuscola.
Majone 7.5 Il capitano è la chiave di volta della squadra. Riceve palla, la difende, la nasconde, poi la gioca corta o lunga sempre con disinvoltura ed eleganza. 
Sabbatino 6.5 Gioca spesso sull'anticipo riuscendo più volte a spezzare il gioco avversario e ripartendo in velocità. Manca solo un pizzico di concretezza nell'ultima giocata.
All. Recchia 7 Dimostra di volerla vincere con delle sostituzioni audaci; la prima affermazione in campionato del suo Sedriano ha un peso specifico notevole.

 

FIAMMAMONZA
Caporiondo 7 Striglia le compagne quando serve ed è sempre perfetta nelle uscite. Il gol la scavalca con la traiettoria di un arcobaleno. 
Dal Lago 6.5 Sorregge con le sue leve molto del peso del centrocampo. Il compito è titanico ma insieme a Lorenti non si risparmia e chiude a testa alta.
Di Luca 6 La sua prova è un po' lo specchio di quella di squadra. Tanto talento che non riesce tuttavia ad essere quasi mai sprigionato.
25' st Prazzoli 6 Entra con voglia ma nei venti minuti a disposizione e ben arginata dalle gialloblù.
Canobbio 6 Alterna ottime chiusure difensive a qualche passaggio a vuoto. 
Bassoli 6 Tanto movimento e lavoro e gioco di sponda, le compagne però non riescono a sfruttare al meglio il suo lavoro né a innescarla in zona gol.
28' st Manini 6 Prova a offrire un tipo di riferimento diverso, il risultato però non varia.
Donarini 6 Discorso simile a Canobbio. Dà l'idea di poter sfoderare la sciabola, ma incappa in qualche amnesia di troppo.
Etchevers 6.5 Battagliera e grintosa, presta il fianco solo quando il Fiammamonza è attaccato nello stretto in prossimità dell'area, come in occasione del gol.
Di Bella Di Santa Sofia 7 Ci prova a più riprese, il tiro con cui fa tremare la traversa è uno dei gesti tecnici migliori della partita.
22' st Belloni 6 Si trova a svolgere compiti più difensivi del previsto, ma si fa apprezzare nel tempo che le viene concesso.
Castellani 6.5 Vigore e temperamento non le mancano. Gioca centrale difensiva ma si concede anche qualche sferzante licenza offensiva.
22' st Redaelli 6 Entra nel momento più complicato della partita e dà il suo contributo al centro della difesa.
Lorenti 6.5 Finisce esausta dopo un lavoro infinito a centrocampo accanto a Dal Lago. 
Giusti 6.5 Come Di Luca lascia solo intravedere il suo potenziale, ma riesce comunque a creare un pericolo concreto all'inizio della ripresa.
33' st Carbone 6 Completa la girandola dei campi portando a casa un quarto d'ora apprezzabile.
All. Mussini 6 Dopo la grande vittoria contro le Azalee la squadra fa un passo indietro in termini di prestazione. La sconfitta è un prezzo salato per quanto visto in campo, ma può essere il giusto stimolo per riprendere subito il passo.


LE INTERVISTE

Marco Recchia ci dribbla nel post gara, a commentare la vittoria è allora il secondo Andrea Guidetti: «Effettivamente la scelta di inserire un attaccante in più a metà del secondo tempo è stata una mossa che ha pagato». Vittoria importante dopo il pari all'esordio con l'Orobica, dove può arrivare alla lunga questo Sedriano? «Difficile dirlo, ciò che è certo è che noi cercheremo sempre di fare il massimo».

Sereno nonostante una sconfitta maturata negli ultimi istanti Gianpietro Mussini: «Sicuramente non abbiamo fatto bene come nel match contro le Azalee in cui avevamo offerto una prestazione diversa. La squadra stavolta non è riuscita a esprimere il suo potenziale soffrendo poi su quei palloni, come in occasione del gol, che andavano accompagnati meglio dai difensori». Sull'attacco rivoluzionato nella ripresa: «Ho una rosa di 22 ragazze e tutte meritano l'occasione di scendere in campo. Ho aspettato fino al ventesimo poi ho deciso di cambiare, e chi è entrato ha dato il suo contributo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400