Cerca

Under 19

La Pianese-Montanaro: Zorzi fa la differenza, Tua è una sentenza

Termina con una convincente vittoria degli ospiti la sfida tra La Pianese e il Montanaro. il numero 7 ospite è imprendibile

Simone Zorzi, Montanaro

Il numero 7 del Montanaro, Simone Zorzi (2002)

Alla fine è giusto così. La Pianese e il Montanaro hanno dato battaglia, regalando ai presenti un incontro combattuto e vivace. L'hanno decisa i singoli, con alcune giocate fuori dal comune: tre a uno (per il Montanaro) il risultato finale. A brillare è stato il genio di Zorzi. Dopo un primo tempo ordinario, il numero 7 è salito in cattedra nella ripresa, riempiendo la giornata del Montanaro di giocate tanto decisive quanto pregevoli. Ha fatto tutto: ha lottato, ha inventato, ha illuminato. E poi bisogna parlare di Tua, autore di una doppietta importantissima. Il Montanaro ha vinto con merito, perché ha sofferto quando era necessario e non ha mai rinunciato a ripartire. Ha vinto su un campo difficilissimo, lanciando un messaggio chiaro a tutte le altre: questa squadra darà del filo da torcere a chiunque. Se poi Zorzi sarà sempre questo, beh, gli obiettivi di fine stagione possono essere certamente alti. Altissimi.

Golini e poco altro. L'inizio è combattuto, il ritmo elevato. Le due squadre si schierano a specchio. Per entrambe ad agire in mezzo al campo ci sono due uomini: Tubino e Taracila per i padroni di casa, Zucco e Tiziano per gli ospiti. Ne La Pianese, ad accendere la luce deve essere La Mattina, libero di abbassarsi e giostrare tra le linee difensive avversarie. Arma importante è poi Golini, destro che gioca a sinistra e che quando viene in mezzo al campo a giocare crea sempre scompensi. Dopo pochi minuti, il Montanaro si abbassa, gestendo qualche pallone in maniera troppo approssimativa. Zorzi, là davanti, è spesso un po' troppo solo. La prima grande occasione della partita, al minuto numero 7, è proprio degli ospiti. Una bellissima imbucata sulla trequarti di Tiziano trova Tua libero davanti al portiere. L'azione non è semplice, la palla rimbalza. Il numero 11  prova a piazzare, ma tra lui e la gloria si frappone un ottimo Spano. Passano i minuti e a crescere nel Montanaro è il suo capitano Tiziano. Il numero dieci è ottimo in entrambe le fasi. Le lancette scorrono e la grandissima intensità in campo non si traduce in nitide occasioni da rete. La Pianese tiene palla, ma sono ancora gli ospiti a sfiorare la rete. Al ventesimo, una punizione battuta in maniera egregia da Zorzi trova libero Zucco. Il numero 4, lasciato colpevolmente solo, non riesce di testa a trovare la porta avversaria. La sensazione è che il possesso de La Pianese, sterile in alcune occasioni, lasci troppi spazi là dietro. La seconda parte del primo tempo scorre via senza troppe emozioni: l'equilibrio regna sovrano e le due squadre finiscono per annullarsi. 

Zorzi a valanga. Il secondo tempo inizia e il copione sembra essere invariato. Neanche tre minuti e si sblocca il risultato. Una punizione battuta da Odifreddi trova la difesa del Montanaro un po' lenta a scappare all'indietro. Il più lesto è Moubane, che si getta con veemenza sul pallone vagante e giunto davanti al portiere rimane freddo. Il suo piatto è vincente e vale il tanto inseguito vantaggio: è uno a zero. Il Montanaro, colpito ma non sconfitto, si riversa nella metacampo offensiva. Ora la gara è perfetta per le intenzioni della Pianese, che può gestire il possesso con calma, senza l'esigenza di forzare le sue giocate. Quasi dal nulla, arriva il pareggio del Montanaro. Ed è un'azione da far brillare gli occhi. Un lancio di Tiziano, giunto dopo una serie di fraseggi in mezzo al campo, trova libero sulla sinistra Zorzi. Il numero 7 scappa alle spalle della difesa avversaria a una velocità notevole. Si palesa Odifreddi, ma il numero 5 è ingenuo e prova, sbagliando, a intervenire. Zorzi giunge sul fondo e mette una palla perfetta sul dischetto del rigore. Il più veloce ad arrivare è Tua, che di destro deposita in rete: è uno a uno. La Pianese accusa il colpo. Ora in campo è dominio Montanaro, libero di scatenare le sue frecce là davanti. A prendersi la scena è Zorzi, a tratti imprendibile nei suoi movimenti in profondità. Così come nel primo tempo, anche la seconda frazione trova un suo equilibrio nella sua seconda parte. Le squadre decidono di non forzare le giocate. Quando tutto sembra già scritto, al minuto numero 44 della ripresa arriva l'episodio decisivo. Gravina ha palla sulla sinistra. Il numero 16 è molto defilato. Giunto sulla trequarti, decide di crossare in mezzo. La traiettoria è beffarda. La palla, dopo aver toccato il palo, termina in rete: è 2 a 1. E non è tutto. Neanche un minuto dopo Zorzi decide di chiudere la partita. Il numero 7, devastante fino alla fine, si accentra dalla sinistra. Dopo un paio di dribbling decide di mettere in mezzo un pallone tagliato, ancora per l'accorrente Tua. Anche in questo caso il numero 11 è perfetto: stop di destro e bordata di sinistro a battere Spanò. Tre a uno risultato finale.

IL TABELLINO

LA PIANESE-MONTANARO 1-3

RETI (1-0, 1-3): 3' st Moubane (L), 12' st Tua (M), 42' st Gravina (M), 43' st Tua (M).

LA PIANESE (4-2-3-1): Spanò 6.5, Esposito 6.5, Golini 7, Tarulli 7, Odifreddi 6.5, La Mattina 6, Capato 6, Tubino 6.5 (40' st Campaniello sv), Moubane 6.5 (17' st Zollo 6), Taracila 6.5, Teneziano 6 (34' st Chiartano sv). A disp. Perotti. All. Trombini 6. Dir. Fiandaca.

MONTANARO (4-2-3-1): Capozzucca 6.5, Centorrino 6.5 (7' st Gravina 6.5), Cozio 6.5, Zucco 6.5 (7' st Valpreda 6.5), Marascio 6.5, D'Angelo 6.5, Zorzi 7, Picone 6.5 (10' st Casella 6.5), Miele 6.5 (38' st Curatella sv), Tiziano 7, Tua 7.5. A disp. De Paoli, Soave, Pirrottina, Mellace. All. Cadeddu 7.

ARBITRO: Di Carlo di Ivrea 6.5. AMMONITI: 32' Tubino (L), 11' st Tua[03] (M), 25' st Golini (L).

LE PAGELLE

LA PIANESE

Spanò 6.5 Nel primo tempo salva sul possibile vantaggio del Montanaro. Per il resto, non ha grossi interventi da dover fare.

Esposito 6.5 Spinge quando può. Golini è un treno e lui, per questioni d'equilibrio, deve limitare le sue scorribande. Difensivamente fa una partita senza sbavature.

Golini 7 Pericolo costante. La sua spinta è un pericolo considerevole. Quando ha possibilità di rientrare sul suo destro, risce sempre a creare qualcosa di importante.

Tarulli 7 Ordinato, preciso nelle chiusure. Dove non arriva con la fisicità, arriva con la sua intelligenza superiore.

Odifreddi 6.5 Copre bene la sua zona, anticipando il suo avversario quando può. Nel secondo tempo alcune luci e altre ombre: suo l'assist per il vantaggio dei suoi, ma sulla rete del pareggio è un po' troppo poco prudente. Alcune chiusure sono di pregio.

La Mattina 6 Lì tra le linee dovrebbe inventare e garantire il salto di qualità ai suoi. Per giocare qualche pallone in più si abbassa anche di qualche metro, ma non riesce a incidere negli ultimi metri.

Capato 6 La partita non è semplice, gli spazi sono pochi. Non è una gara facile e lui non riesce a incidere in maniera davvero netta.

Tubino 6.5 Tanta corsa e generosità. Costante nei suoi raddoppi difensivi, fornisce un'enorme mano ai suoi.

Moubane 6.5 Non sembra essere perfettamente in partita nel primo tempo. I palloni giocabili sono spesso sporchi, è vero, ma fa poco per cambiare l'inerzia dell'incontro. Quando inizia la ripresa, però, sembra destarsi. Ha il grandissimo merito di sbloccare la gara. 

17' st Zollo 6 Buon esordio per il 2003 ex Chivasso.

Taracila 6.5 Dà qualità e quantità. Per essere perfetto, servirebbe una giocata illuminante, qualcosa di diverso e superiore. Non si può mettere in dubbio, tuttavia, la bontà della sua prova.

Teneziano 6 Fa fatica a incidere, a lasciare il suo marchio sulla gara. La volontà c'è, ma, come si sa, non può essere certamente tutto.

All. Trombini 6 I suoi tengono il pallone, ma manca qualcosa negli ultimi venti metri di campo.

MONTANARO

Capozucca 6.5 Non può fare molto sulla rete subita. La sua è una gara pulita, con qualche incertezza nelle uscite nel primo tempo.

Centorrino 6.5 Partita sufficiente, senza errori ma nemmeno grandi sussulti.

7' st Gravina 6.5 Ingresso che fa del bene ai suoi. Dà un grande contributo per il risultato finale con un gol che, sebbene non sia voluto, è essenziale.

Cozio 6.5 Utile la sua tecnica per le uscite dal basso. Cresce nel secondo tempo, così come tutta la sua squadra del resto.

Zucco 6.5 Il primo tempo è buono. Ha anche una ghiotta occasione di testa, che non riesce a trasformare in rete. Qualche pallone, soprattutto nel traffico, potrebbe essere gestito con maggior dimestichezza.

7' st Valpreda 6.5 Entra in un momento non semplice, ma dà grande sostanza. Si fa sentire quando serve e gioca bene tecnicamente.

Marascio 6.5 Bene in marcatura. Partita pulita e rocciosa: dà sicurezza al reparto. 

D'Angelo 6.5 Il discorso è simile a quello fatto per Marascio: la sua prova è certamente positiva.

Zorzi 7 Non benissimo nel primo tempo. Nel secondo è una furia, a tratti immarcabile. Se si allarga e ha la possibilità di puntare il suo diretto concorrente in campo aperto è praticamente immarcabile.

Picone 6.5 Nel primo tempo la gara, soprattutto in mezzo, non è semplice. Prova a dare equilibrio e sostanza, ma non riesce ad incidere.

10' st Casella 6.5 Dà freschezza e corsa. Quello che serve in un momento della partita così critico.

Miele 6.5 La sua corsa, notevole in campo aperto, non è forse sfruttata a dovere dai compagni di squadra. Tecnicamente parlando, non è per lui una giornata memorabile.

Tiziano 7 Per larghi tratti dell'incontro è l'anima dei suoi. Non disdegna le responsabilità: si fa vedere sempre e aggiunge tecnica e fosforo alla manovra dei suoi. 

Tua 7.5 Lui e Zorzi fanno impazzire la difesa de La Pianese nella ripresa. A lui bisogna dare il merito di aver pareggiato un incontro che stava diventando decisamente insidioso e di aver certificato la vittoria. Prestazione solida, condita da due gemme dal valore inestimabile. 

All. Cadeddu 7 Squadra che ci crede fino alla fine e porta a casa una vittoria sonante.

ARBITRO

Di Carlo di Ivrea 6.5 Arbitraggio pulito e preciso. Non perde mai il controllo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400