Cerca

Under 19 Femminile

Football Leon-Orobica: Cravosio spezza la partita, Zucchinali firma il tris delle bergamasche a Lesmo

In undici contate, e senza un portiere di ruolo, le ragazze di Nava offrono un ottimo primo tempo di qualità e intensità

Virginia Cravosio

Doppietta decisiva per Virginia Cravosio dell'Orobica

Passa l’Orobica di Monti nella trasferta di Lesmo contro la Football Leon. Uno 0-3 con poche discussioni: la formazione bergamasca ha vita “facile” contro le Leonesse di Nava che però hanno dalla loro l’alibi di una situazione non semplice in termini di assenze. La Football Leon arrivava infatti al match con solo 11 giocatrici disponibili, tra l’altro con la defezione importante di Sara Rinaldo, unico estremo difensore, che costringe alla porta Giulia Pastor, di ruolo difensore. Detto delle tante difficoltà per la Football Leon c’è però da sottolineare quella che, nel complesso, rimane una prestazione comunque positiva. Il pallone viaggia bene e lo soluzioni proposte sono valide; il vero tasto dolente - come prevedibile - arriva con il calo di energia che facilita la vita per la formazione di Monti. L’Orobica amministra senza mai affondare effettivamente il colpo, dando però prova di ottime qualità e di un roster valido per chi, come loro, punta ad un campionato di vertice.

Orgoglio Leon. Nava opta un 4-5-1 fatto di contenimento e ripartenze: dietro completano il reparto difensivo Rigamonti e Bianchedi, adattate per l’emergenza, mentre la sola Tallariti è chiamata a fare la guerra in avanti. Monti predica ordine grazie ad un 4-4-2 dove pregevole è la copertura sempre intelligente del campo sia sul piano tattico che tecnico. L’Orobica è squadra matura e intelligente, concede il fianco con la consapevolezza di quando “soffrire” e quando, al contrario, andare a proporre le proprie soluzioni offensive. Detto questo però il primo squillo è di marca brianzola con Cecchetti che pennella al centro su calcio di punizione andando ad imbeccare l’intervento di Tallariti che in allungo riesce a deviare verso la porta; palla che resta li sempre sui piedi della numero 7 che però non trova la deviazione vincente. Palla gol importante che dà fiducia alle padrone di casa. Menzione particolare la merita l’out di sinistra con Mambretti e Colzani che spesso prendono il pallino del gioco in mano andando a dialogare per provare l’attacco in profondità. Soluzione valida che però è ben contenuta dalle bergamasche che alla fine soffrono il giusto. L’Orobica invece, in termini di soluzioni offensive viene fuori solo al tramonto del primo tempo dove serve il doppio guizzo di Cravosio per sbloccare un match dove scarseggiano le emozioni e le occasioni da rete. La numero 9 si rende protagonista nel finale di primo tempo con una doppietta personale: apre con un destro in mischia che supera l’intervento di Pastor, chiude con un tiro cross preciso che si va ad infilare sul secondo palo con l’estremo difensore di casa che può solo guardare.

Orobica sul velluto. Le poche emozioni della prima frazione scemano totalmente nei secondi quarantacinque di gioco. La Football Leon ha poche soluzioni e, come già detto, scarseggia in termini di energie, l’Orobica amministra con sapienza, affidandosi più volte alle scorribande sempre pericolose di Filipponio. La numero 14 è quella che offre le iniziative migliori nella ripresa: buona facilità di corsa e ottima intelligenza tattica che le permette di trovare sempre la zona vuota da attaccare per offrire una soluzione di passaggio alle compagne. Nava invece si gode l’ottima prova difensiva delle sue ragazze: la prestazione e di gran quantità oltre che ricca di tante buone giocate nella gestione del pallone. Dietro Cecchetti è spesso decisiva e anche Rigamonti, adattata per l’occasione, offre delle buone indicazioni. Nonostante la tanta buona volontà l’Orobica riesce alla fine a chiudere i conti con il colpo del ko che arriva al 34’. Sfortunata in questo frangente la numero 4 di Nava che buca l’intervento regalando a Zucchinali un pallone goloso infilato poi alla sinistra di Pastori, che poco può sul piazzato della numero 8 di Monti. Nel finale c’è spazio poi per il secondo ed ultimo lampo della Football Leon con la firma di Rigamonti che prova una punizione a scendere sul primo palo che termina però sull’esterno della rete.

IL TABELLINO


Football Leon-Orobica C.B. 0-3
RETI: 39' Cravosio (O), 44' Cravosio (O), 34' st Zucchinali (O).
FOOTBALL LEON (4-5-1): Pastor 6, Mambretti 7, Colzani 6.5, Cecchetti Sofia 6.5, Gianni 5.5, Guglielmo 6, Tallariti 5.5, Bellini 6, Bianchedi 5.5, Rigamonti 6, Fossati 5.5. All. Nava.
OROBICA C.B. (4-4-2): Zoppini 6, Giardelli 6 (40' st Nozza sv), Lorenzi 6.5, Birolini 6.5, Dodesini 6, Cornago 6.5, Zani 5.5 (1' st Filipponio 6.5), Zucchinali 6.5, Cravosio 7, Vigani 6, Colombo 5.5 (38' st Paleari). A disp. Carrara, Ferracane. All. Monti.
ARBITRO: Lai di Cinisello 6.5.


LE PAGELLE

FOOTBALL LEON
Pastor 6
Il sapersi sacrificare in questa occasione in un ruolo cosi delicato è dimostrazione di quanto si tenga alla squadra. Si tratta di un gesto sempre apprezzato e che va sempre premiato.
Mambretti 7 Qualità sempre valide e utili. In mezzo alle tante difficoltà riesce comunque a dire la sua proponendosi in avanti e offrendo tante soluzioni alle compagne.
Colzani 6.5 Una maggiore pulizia nelle giocate la renderebbe ancora più concreta. Manca infatti quel guizzo finale a chiudere le tante sovrapposizioni offerte in fase offensiva.
Cecchetti 6.5 Tolto l’intervento poco fortunato da cui parte lo 0-3 finale la sua è una prestazione maiuscola, fatta di tanto cuore ed un buon pragmatismo per quanto riguarda la fase difensiva.
Giannì 5.5 Qualità importanti che però emergono solo in parte. Il pallone lo gestisce bene, paga però le tante occasioni in cui si fa rimontare nelle situazioni in cui va a tenere troppo a lungo la palla tra i piedi.
Guglielmo 6 Poco pulita ma comunque efficace nelle giocate che la vedono protagonista. Si sacrifica con tante corse all’indietro a supporto della difesa, difatti è sempre presente nelle due fasi di gioco.
Tallariti 5.5 Bene il sacrificio, male invece l’unico compito che gli viene chiesto: tenere palla. Ha il difetto di andare poco decisa sui palloni che gli vengono affidati, questo non permette alle sue compagne di respirare e provare l’affondo.
Bellini 6 Come Guglielmo è autrice di una gara più di quantità che qualità. Prestazione che seppur discontinua resta positiva per le buone soluzioni proposte.
Bianchedi 5.5 Adattata bassa a sinistra fatica a più riprese. Bene quando c’è da contenere, male le poche volte in cui si può ripartire dove non trova lo spazio per offrire soluzioni di passaggio.
Rigamonti 6 Paga lo scotto di un ruolo che non è nelle sue corde. Inizialmente cerca di mettere ordine, cosa che le riesce bene, dopo perde le misure e tende ad uscire troppo dai blocchi creando eccessivi spazi alle sue spalle.
Fossati 5.5 Gara troppo timida figlia di un gioco che raramente si sviluppa sinistra. Pecca però di poca intraprendenza per una gara che la vede spesso ai margini.
All. Nava 6 Bene il gioco e lo spirito delle sue ragazze che fanno fronte nel migliore dei modi alle difficoltà incontrate. Resta poi una prestazione importante contro un avversario tosto.

OROBICA
Zoppini 6 Attenta dopo soli 5 minuti a sventare l’incursione di Tallariti. Da li è semplice attenzione per una gara vissuta da spettatrice.
Giardelli 6 La Football Leon difficilmente attacca sulla sua zona di competenza. Dietro è attenta e quando può si propone molto bene in avanti, specie quando davanti a lei prende posizione Filipponio (40’ st Nozza sv).
Lorenzi 6.5 Bello il duello contro Mambretti e Colzani dove trova un buon equilibrio che le permette di avere spesso la meglio nell’arginare i continui tagli delle due frecce di Nava.
Birolini 6.5 Molto bene per la personalità con la quale comanda e amministra il centrocampo: il pallone viaggia bene e con tempi ottimi. Dietro poi è una sentenza viste le tante pezze messe quando la palla scavalca l’attacco.
Dodesini 6 Attenzione e pragmatismo, la gara non è delle più difficili e il duello contro Tallariti è di semplice lettura. Poche difficoltà per una gara positiva nel complesso.
Cornago 6.5 La sua personalità in campo si percepisce da subito. Quando serve fa la voce grossa andando a spronare le compagne, a questo abbina poi tanta qualità nella gestione sempre oculata del pallone.
Zani 5.5 Poco convinta, nonostante un grande bagaglio tecnico. I suoi 45’ mancano di concretezza nonostante abbia lo spazio per impensierire in avanti e proporre qualche soluzione in più.
1’ st Filipponio 6.5 Mette una buona personalità sin da subito andando ad attaccare la profondità sia in termini di corsa che di attacco con la palla.
Zucchinali 6.5 Come Birolini a centrocampo è dominante sia sul piano della qualità che della quantità. Sempre attenta soffre poco o nulla delle sortite offensive avversarie. Ciliegina poi con la rete che chiude definitivamente i conti.
Cravosio 7 Grande protagonista nel primo tempo dove si prende la scena con una doppietta che sveglia un po’ le compagne. Nella ripresa termina larga a sinistra ed ha poche volte il modo di toccare il pallone.
Vigani 6 Bene nei movimenti, sempre utili per offrire una soluzione alle compagne, meno positiva la gestione del pallone. Il duello con Cecchetti poi è duro e difficilmente riesce ad andarle via.
Colombo 5.5 Come Vigani deve fare i conti con la grande fisicità della difesa di Nava che pressano forte ed alto concedendo poco o nulla. Le manca quel pizzico di grinta in più in una gara dove è poco nel vivo del gioco (38’ st Paleari sv).
All. Monti 6.5 Tanta attenzione e pochi rischi per una gara che nasconde parecchie insidie. La sua è una squadra matura, che sa come gestire tutti e 90’ i minuti di gioco. Porta a casa altri tre punti ed un’ottima prestazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400