Cerca

Under 19

Fiano Plus-Ardor SF: Mattana festeggia il "diciottesimo" segnando il gol partita nell'1-2 finale

Avanti i rossoblù con Cavallaro, ma gli ospiti nel secondo tempo ribaltano il match con un gran moto d'orgoglio

Fiano Plus-Ardor SF: Mattana festeggia il "diciottesimo" segnando il gol partita nell'1-2 finale

Lorenzo Mattana, data di nascita 20 novembre 2003: un modo perfetto per festeggiare i 18 anni!

Potete dire quello che volete, ma questa è la giornata di Lorenzo Mattana. Nel giorno del suo diciottesimo compleanno il numero 9 dell’Ardor San Francesco firma in tutto e per tutto il 2-1 giallorosso sul Fiano Plus, sbagliando un rigore nel primo tempo e siglando la rete decisiva nella fittissima nebbia che si è abbattuta nel finale di gara su Fiano. Il giusto modo per festeggiare la maggiore età e nel mentre il duo composto da Roberto Mulone e da Valter Ragusa se la gode: i giallorossi salgono così a 14 punti, provando a rilanciarsi in classifica. Non male anche il Fiano di Alessandro De Sario, che gioca comunque una partita gagliarda specialmente nel primo tempo, patendo però un calo fisico nella ripresa. I padroni di casa in rossoblù in campo con un ampio 4-2-3-1, pronto a sfruttare le geometrie di Cristian Geminatti Chiolero e di Kastrati, al servizio dei 3 trequartisti Millico, Causin e Cavallaro e della punta Cordola. Rispondono gli ospiti con un più compatto 4-4-2, dove a fare le veci della zona gol sono Mattana e Tuzza, con alle loro spalle i centrocampisti Carelli e Melis e i laterali Maiocco e Manocchio.

Pagnoncelli e Cavallaro spezzano l’equilibro. Partita abbastanza serrata tra due squadre e due gruppi che si conoscono bene: Ragusa da una parte e De Sario dall’altra provano ad essere propositivi, giocando palla a terra e provando a disinnescare le difese avversarie soprattutto per vie centrali. In una delle prime percussioni palla a terra si rende pericoloso il Fiano, grazie all’azione insistita di Simone Causin, bravo a crederci in due rimpalli, fino all’ingresso in area e all’immediato tiro con il mancino che però trova l’attenta risposta di Caiazzo. Poco dopo rispondono gli ospiti giallorossi, con l’altro numero 9 di giornata Lorenzo Mattana che prova a coordinarsi su una palla a campanile, ma calcia troppo alto. Lo stesso Mattana è sicuramente più preciso al 16’, quando una bella punizione da 40 metri di Melis che pesca l’attaccante ospite che di testa sfiora la traversa. Dopo una fase di stallo al centro del primo tempo ecco la possibile svolta alla mezz’ora: in un’azione apparentemente innocua Carlo Geninatti Chiolero colpisce con il braccio sinistro il pallone, con conseguente rigore a favore dell’Ardor. Lorenzo Mattana si incarica del penalty, ma Fabio Pagnoncelli è granitico e para il tiro dell’attaccante giallorosso. Rigore sbagliato, rigore subito. Passano una manciata di minuti e su un altro lancio lungo Manocchio interviene in spaccata, ma nello spazzare colpisce la palla anche lui con il braccio. Secondo rigore di giornata, questa volta segnato: Cavallaro è letale a spiazzare Caiazzo e a firmare il vantaggio del Fiano Plus.

Lollo Mazzana: what a beautiful day! L’Ardor negli spogliatoi valuta una serie di cambi per rifocillare la verve della squadra: entrano Viti e i due Serra (Riccardo e Gabriele) per provare a cambiare la partita giallorossa. Tuttavia nelle prime battute è il Fiano a sfiorare il 2-0: azione da corner calciato da Millico, sponda dal lato opposto di Kastrati e tap in apparentemente facile di Causin che spara sulla traversa. Un’occasione sprecata che pesa parecchio nell’economia della partita, che si avvia verso una fase di stallo: tante ammonizioni da entrambe le parti, con tanto di gioco spezzato e poche chance nelle rispettive aree di rigore. Come se non bastasse scende un nebbione di fantozziana memoria, che complica sicuramente la qualità del gioco di entrambe le formazioni. Ma al posto di un comico “batti lei?” l’Ardor si rimbocca le maniche e trova il pari al 25’: su un lancio lungo verso sinistra la palla arriva a Riccardo Tuzza, che senza pensarci troppo si coordina e calcia in porta, beffando Pagnoncelli. Un gol che riapre tutto e fa esplodere lo spicchio di supporters giallorossi: una carica importante per i ragazzi di Ragusa e Mulone, che insistono su questa linea facendosi vedere con Carelli, bravo a concludere di testa dopo una bella azione di un pimpante Lele Massa. La partita dell’Ardor rischia di complicarsi: doppio giallo per Carelli e giallorossi in 10. La chance perfetta per il Fiano di andare ad agguantare i 3 punti, direte voi. Ma nel destino è scritto chi deve essere il protagonista del pomeriggio: Lorenzo Mattana. Dopo il rigore sbagliato nel primo tempo l’attaccante ospite si getta in pressing su una palla vagante al limite dell’area e con una zampata da vero bomber va a insaccare il gol del definitivo 2-1. Esplode la festa, sua e della tribuna: un bel modo per festeggiare il compleanno, ma ora tocca ai compagni (o alla società, scegliete voi) offrire da bere al neo maggiorenne.

IL TABELLINO

FIANO PLUS-ARDOR SF 1-2
RETI (1-0, 1-2): 37' rig. Cavallaro (F), 25' st Tuzza (A), 43' st Mattana (A).
FIANO PLUS (4-2-3-1): Pagnoncelli 6.5, Serrapica 5.5, Geninatti Chiolero Ca. 5.5, Geninatti Chiolero Cr. 6 (27' st Maimone 6), Giacomino 6, Marino 6, Kastrati 6.5 (47' st Catea sv), Millico 6.5, Causin 6, Cavallaro 6.5, Cordola 6. A disp. Nepote, Grande, Russo, Irimie, Fioccone. All. De Sario 6.
ARDOR SF (4-4-2): Caiazzo 6, Brigotti 6, Sias 6 (4' st Viti 6.5), Carelli 6, Modena 6.5, Motto 6.5, Maiocco 6.5 (1' st Massa G. 6.5), Manocchio 6 (16' st Massa R. 6.5), Mattana 7, Melis 6, Tuzza 7. A disp. Caudera, Messaglia. All. Ragusa - Mulone 7. Dir. Motto - Caudera.
ARBITRO: Zanetti di Collegno 5.5.
AMMONITI: 15' Cordola (F), 19' Modena (A), 39' Tuzza (A), 8' st Mattana (A), 11' st Viti (A), 12' st Kastrati (F), 19' st Carelli (A), 26' st Motto (A), 34' st Marino (F).
ESPULSI: 41' st Carelli (A), 44' st Serrapica (F).
NOTE: Pagnoncelli (F) para un rigore a Mattana (A) al 30'.

LE PAGELLE

FIANO PLUS
Pagnoncelli 6.5 Giornata a due facce per l'estremo difensore rossoblù: inizia alla grande con il rigore parato a Mattana, meno preciso invece in occasione del gol del momentaneo 1-1.
Serrapica 5.5 Match positivo sulla corsia destra, dimostrandosi attento nei momenti giusti, compromette un po' la prestazione con il rosso diretto (evitabile) a fine partita.
Geninatti Chiolero Ca. 5.5 Ingenuo nel tocco di mano che sancisce il rigore per l'Ardor San Francesco. Rimane un po' fuori giri per buona parte della gara.
Geninatti Chiolero Cr. 6 Compiti di regia per lui, ben svolti durante tutta la partita in coppia con Kastrati.
27' st Maimone 6 Buon ingresso, ci mette tanta voglia nel farsi vedere nei 20' giocati.
Giacomino 6 A parte un paio di cali di concentrazione (si poteva fare di più nelle azioni che hanno portato ai gol avversari) dimostra buon senso della pozione, tenendo compatta la linea difensiva.
Marino 6 Tiene la squadra sull'attenti da buon capitano, anche nei momenti di maggiore difficoltà. Ottima grinta in tutta la partita.
Kastrati 6.5 Geometrie e rapidità, molto positivo anche negli inserimenti senza palla per dare una mano a tutto il fronte offensivo. ( 47' st Catea sv)
Millico 6.5 A tratti pare il più in palla tra i rossoblù: corre, danza tra le linee, calcia i piazzati e si fa notare dal limite. Un paio di chance per segnare partono proprio dai suoi piedi.
Causin 6 Tra i trequartisti è quello che ha meno chance per farsi valere, ma ce la mette comunque tutta per creare superiorità numerica sull'out sinistro. Piccolo malus per aver sprecato il gol del possibile 2-0 a inizio ripresa.
Cavallaro 6.5 Ha il merito di calciare con enorme freddezza il rigore che sblocca la partita. Nel secondo tempo è meno incisivo, ma la prestazione è senza dubbio più che positiva.
Cordola 6 Lavoro utilissimo soprattutto per i compagni, andando a fare da sponda e a "disturbatore" tra i due centrali dell'Ardor.
All. De Sario 6 Un primo tempo decisamente positivo, nonostante qualche sbavatura che nel corso della partita ci può stare. La squadra cala nella ripresa, ma le sensazioni positive sono molte.
Dir. Millico - Grande.

ARDOR SF
Caiazzo 6 Dimostra grande sicurezza tra i pali, sia in un paio di interventi che nelle uscite basse e alte. Buon valore aggiunto per tutta la squadra.
Brigotti 6 Duella con Causin e soci per tutta la partita, soffrendo in qualche frangente. Nonostante ciò si fa vedere compatto e roccioso.
Sias 6 Grande verve in zona difensiva e offensiva: non si risparmia nel dare una mano agli attaccanti quando ne ha l'occasione.
4' st Viti 6.5 Le tre sostituzioni fatte da Ragusa sono ottime: Viti entra con grinta, dando un gran contributo in entrambe le fasi di gioco.
Carelli 6 La linea mediana giallorossa è sulle sue spalle e dopo un primo tempo un po' sofferto alza il ritmo e porta a casa la pagnotta con grande mestiere. Macchia parzialmente la prestazione con il rosso finale.
Modena 6.5 La retroguardia soffre poco, se non nel primo tempo. Compie un paio di chiusure che nell'equilibrio della partita risultano decisive.
Motto 6.5 A braccetto con Modena disegnano un sottile muro che tiene botta fino allo scadere della partita. Prestazione portata a casa da buon mestierante.
Maiocco 6.5 Un buon primo tempo, fatto di sgroppate continue sull'out destro, dove crea qualche pensiero di troppo a Carlo Geninatti.
1' st Massa G. 6.5 Un tifo sfrenato dalla tribuna per i due Massa. Gabriele (Lele) ne giova particolarmente, posizionandosi sull'ala destra e creando più di un pericolo alla difesa del Fiano.
Manocchio 6 Rapido e propositivo, si fa vedere sia sull'out che negli inserimenti centrali. Un po' scomposto nell'intervento volante che causa il rigore dell'1-0 dell'Ardor.
16' st Massa R. 6.5 E anche Riccardo non è da meno: entra poco dopo ed ha la stessa verve dell'altro Massa. Ottimo contributo alla vittoria finale.
Mattana 7 Il cuore della vittoria e della festa. Il giorno del suo diciottesimo compleanno lo passa a battagliare con la squadra, mettendosi in gioco da subito con il rigore (purtroppo sbagliato) a inizio partita. Ma lui non demorde e alla fine dei giochi ha ragione lui, perché il gol decisivo è tutto suo. Prova di maturità (e di maggiore età) superata a pieni voti.
Melis 6 Grinta da capitano in mezzo al campo, smista palloni con costanza e grande precisione. 
Tuzza 7 Attore protagonista della rimonta dell'Ardor con un gran gol segnato a metà ripresa. Suona la carica a tutti e alla fine ha ragione lui: prestazione fondamentale.
All. Ragusa - Mulone 7 Con Mulone squalificato ci pensa Ragusa a guidare la ciurma giallorossa. Ne esce una prestazione gagliarda, trainata dallo spirito dei due allenatori dell'Ardor. Vittoria importante che fa morale.
Dir: Motto - Caudera.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400