Cerca

Under 19

Olympic Collegno-Spazio Talent: un pari ai limiti della praticabilità tra i ragazzi di Maurizio Fazio e quelli di Pietro Cani

Il campo in condizioni critiche ha reso la gara di difficile godimento, con continue interruzioni (e il rischio di gravi infortuni)

Sergio Benia, Spazio Talent

Il coriaceo Sergio Benia difende bene e gioca per la squadra

Un punto ed un gol a testa tra l'Olympic Collegno di Maurizio Fazio e lo Spazio Talent Soccer di Pietro Cani, in una gara che, se ci si deve soffermare sul terreno di gioco, non si doveva nemmeno giocare. Succede tutto nella ripresa, grazie ai gol di Kevin Marinkovic al 29' e di Marco Miglionico al 38'. L'Olympic si presenta davanti ai suoi tifosi con un classico 4-4-2: Pasquale Pizzicoli in porta; linea di difesa formata da Edoardo Framarin, Lorenzo Ocule, Francesco Consoli e Marco Civera; Loris Cariglia, Stefano Nocera, Riccardo Motta e Kevin Marinkovic a centrocampo (con quest'ultimo pronto a salire sulla trequarti quando la squadra attacca), a supporto di Filippo Ocule e Mor Ndaye. Lo Spazio Talent, invece, parte con un 3-4-1-2 che, nei momenti di maggiore pressione, diventa un 4-3-1-2:Adrian Stoica tra i pali; difesa a tre formata da Enrico Borrione, Davide Roncarati e Lorenzo Patruno; Sergio Benia (a fungere da collante tra difesa e centrocampo), Simone De Tullio, Antonio Monopoli e Bilal Pozzi a centrocampo; Simone Antonacci ad agire dietro le due punte Fabio Cani e Luca Matteucci. 

La partita: primo tempo equilibrato. Nella prima frazione le due squadre si studiano, concedendo molto spazio alla tattica e alle ripartenze, lasciando, quindi, da parte lo spettacolo. Degna di nota, però, è una conclusione al volo, al 10', di Simone Antonacci, su cui Pasquale Pizzicoli si supera, deviando in angolo. Anche l'Olympic ha la sua occasione per fare male: al 25' i ragazzi di Fazio ripartono in contropiede, Filippo Ocule prova a calciare, Stoica respinge, sulla ribattuta arriva Riccardo Motta che, però, calcia fuori dallo specchio. Lo stesso Motta sarà costretto, al 33', ad uscire tra le lacrime (e gli applausi del pubblico), complice un infortunio di natura muscolare, dovuto, molto probabilmente, alle condizioni precarie del terreno di gioco.

Marinkovic la apre, Miglionico la riprende. Nella ripresa, la gara si accende improvvisamente: lo Spazio Talent alza decisamente i ritmi di gioco, costringendo l'Olympic a difendere e ripartire in contropiede. Al 25', l'Olympic trova il vantaggio: la difesa dello Spazio Talent concede forse l'unica disattenzione di tutto il secondo tempo, Kevin Marinkovic ruba palla in modo assai arguto e, con un pallonetto perfetto, sorprende Stoica. 1-0. Passano 9 minuti, Cani mischia le carte in tavola, e lo Spazio Talent trova il gol del pari. Punizione dalla trequarti sinistra del campo, sul pallone si presenta Marco Miglionico (entrato al posto di Monopoli) che, con un rasoterra, fredda Pasquale Pizzicoli, non del tutto esente da colpe. 1-1 e tutti negli spogliatoi. In una gara con tanti tatticismi e poche emozioni, vanno fatti i complimenti a Sergio Benia (migliore in campo per distacco), difensore coriaceo, collante perfetto tra difesa e centrocampo, leader silenzioso che sfrutta intelligentemente fisico e centimetri. Sicuramente un punto fermo per lo Spazio Talent. Nel prossimo turno, dopo la pausa natalizia, l'Olympic affronterà il San Giorgio in Via Nitti. Impegno casalingo per lo Spazio Talent, che se la vedrà con il Pozzomaina.

IL TABELLINO

OL.COLLEGNO-SPAZIO TALENT 1-1
RETI (1-0, 1-1): 29' st Marinkovic (O), 38' st Miglionico (S).
OL.COLLEGNO (4-4-2): Pizzicoli 7.5, Framarin 7, Civera 6.5, Cariglia 6.5, Ocule Lorenzo 7 (46' st Rollero sv), Consoli 6.5, Nocera 7, Motta 7 (33' Turchetto 7), Ocule Filippo 7, Marinkovic 7.5, Ndiaye 7 (45' st Drogo sv). A disp. Pizzicoli, Capon, Rovoletto. All. Fazio M. 7.
SPAZIO TALENT (3-4-1-2): Stoica 6.5 (40' st Iorfida sv), Borrione 7 (35' st Piazza Alessio sv), Roncarati 6.5, De Tullio 6.5, Patruno 7, Benia 8, Monopoli 7 (14' st Miglionico 7.5), Antonacci 7 (35' st La Rocca A. sv), Cani Fabio 7, Pozzi Bilal 7 (14' st Benghazouami 6.5), Matteucci 7 (1' st Adeyemo sv). A disp. Schifano. All. Cani 7.
ARBITRO: D'Emaglie di Torino 6.
AMMONITI: 25' st Cani Fabio (S), 30' st Pizzicoli (O), 48' st Nocera (O).

LE PAGELLE

OLYMPIC COLLEGNO

Pizzicoli P. 7.5 Ottime parate in avvio di primo tempo e di ripresa. Un leader tra i pali, che guida la linea difensiva con sagacia e dedizione.

Frammarin 7 Tanta corsa e forza di volontà. Sulla destra raddoppia spesso sul portatore di palla e, in fase di non possesso, è il primo a dettare il movimento giusto ai compagni.

Civera 6.5 Ottimo quando la squadra imposta, facendosi trovare smarcato in più di un'occasione. In fase difensiva, commette qualche errore evitabile. 

Cariglia 6.5 Il suo secondo nome è "jolly": gioca davanti alla difesa, aiutando i compagni quando, nella ripresa, lo Spazio Talent alza il ritmo.

Ocule L. 7 Un ottimo centrale di difesa, che abbina tecnica e fisicità in modo egregio. Bravo a raddoppiare quando la squadra va in difficoltà. 45+1' st Rollero sv.

Consoli 6.5 Sulla punizione che porta il pareggio dello Spazio Talent non si posiziona al meglio. Si lascia scappare qualche seconda palla di troppo.

Nocera 7 Il giallo a fine gara è un'invenzione del direttore di gara. Per il resto, orchestra bene a centrocampo, smistando palloni pesanti e sanguinosi.

Motta 7 Gioca mezz'ora abbondante, abbastanza per mettersi in mostra e sfiorare il gol. Sfortunato, si fa male troppo presto. Speriamo di vederlo in campo dopo la pausa.

33' Turchetto 7 Entra quasi a freddo e, con il passare dei minuti, riesce a spostare in avanti il baricentro, giocando una gara di sostanza.

Ocule F. 7 Centravanti che necessita di un altro attaccante per rendere al meglio. Ndiaye lo aiuta, creandogli spazi di manovra, e lui brilla.

Marinkovic 7.5 Gol e qualità. Gioca per la squadra, lottando su ogni pallone che gli capita sotto il naso. Deve lavorare sull'irascibilità, ma, con Pasquale Pizzicoli, è il migliore tra le fila orange.

Ndiaye 7 La grande intesa con Filippo Ocule gli permette di giocare meno spalle alla porta e più per la squadra, creando profondità e ampiezza. 45' st Drogo sv.

All. Fazio 7 Un pareggio che lo accontenta in parte, ma, guardando il bicchiere mezzo pieno, può godersi la prestazione da vera squadra dei suoi ragazzi.

SPAZIO TALENT

Stoica 6.5 Mai chiamato particolarmente in causa, non deve mai compiere interventi miracolosi. Sul gol dell'Olympic, ha qualche responsabilità. 40' st Iorfida sv.

Borrione 7 Fino alla sostituzione, gioca una gara di qualità, aiutando spesso De Tullio nel raddoppio. Con Ndiaye, inscena dei duelli all'ultimo dribbling. 35' st Piazza sv.

Roncarati 6.5 Ottima ripresa per il numero 3 ospite: rientra dagli spogliatoi con una maturità diversa, cercando, quando la squadra imposta, di verticalizzare.

De Tullio 6.5 Il suo apporto sui calci piazzati e sui corner è decisivo. Non perde quasi mai la marcatura, e, aiutato da Benia, raddoppia spesso.

Patruno 7 Un centrale moderno che, nella tecnica, ricorda molto Alessio Romagnoli. Intelligente nell'usare prudentemente il fisico, senza fare falli inutili.

Benia 8 Giocatore di un'altra categoria. Partita semplicemente perfetta, senza un errore. Si sacrifica per la squadra, usa in modo egregio centimetri e fisico, e non fa passare nulla. Uomo chiave nello schieramento di Pietro Cani.

Monopoli 7 Primo tempo a fasi alterne, in cui funge da regista avanzato, soprattutto in fase di non possesso. Detta molto bene il passaggio.

14' st Miglionico 7.5 Entra in gara dai primi istanti in cui mette piede in campo e corona la sua prova con un grandissimo gol. Serata da ricordare per lui.

Antonacci 7 Sbaglia poco in fase di impostazione, verticalizzando in modo arguto quando trova lo spazio di manovra giusto. Non molla mai, nemmeno quando i compagni sembrano demoralizzati. 35' st La Rocca sv.

Cani 7 Ha ancora tanti margini di miglioramento, ma, in certi momenti della gara, il suo apporto alla manovra, in fase difensiva, è risultato cruciale. Centravanti che gioca per la squadra.

Pozzi 7 Nella prima frazione, la sua fascia di competenza è una lastra di ghiaccio unica. Gioca una buona gara, ma bada più a non farsi male, lasciando da parte la squadra. Meglio nella ripresa, ma non basta per rimanere in campo.

14' st Benghazouani 6.5 Entra, ma non dà l'apporto giusto alla manovra, arrivando in ritardo su molti palloni utili. Ha talento e può sicuramente migliorare tantissimo.

Matteucci 7 Il suo modo educato di gestire il possesso palla è un punto focale e cruciale per la buona riuscita della fase di impostazione dello Spazio Talent. 31' st Adeyemo sv.

All. Cani 7 I suoi giocano bene, ma incappano nel terzo pareggio consecutivo. Dopo la pausa, deve lavorare sul mantenere la concentrazione durante tutta la gara.

ARBITRO: D'Emaglie di Torino 6 Sbaglia qualche decisione, fidandosi troppo di se stesso e poco dei due guardalinee. Cartellini eccessivi in più di un'occasione. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400