Cerca

Under 19 Femminile

Lanciafiamme La Mantia! Real Meda da «Inazuma Eleven». La scatola di Minerva ha i cerini contati, ma D'Oria e Croci trovano la scintilla

Sugli scudi anche Grecchi, Badino e Mornata nella squadra di Mattia Marelli, le ragazze di Girardi danno il massimo ma senza risorse in panchina è impresa ardua

Grecchi Giorgia La Mantia Marcella

Giorgia Grecchi e Marcella La Mantia, mattatrici di giornata

Vittoria senza appello per il Real Meda che si conferma, nonostante le numerose assenze, una delle più belle realtà del campionato; sugli scudi il capitano Marcella La Mantia, autrice di quattro gol conditi da una prestazione di altissimo livello, e Grecchi, che con le sue tre reti e la quantità incredibile di palloni giocati in mezzo al campo ha contribuito notevolmente alla vittoria della propria squadra. Alla festa del gol si sono unite anche Badino, Mornata, Piazza e Viganò. Sulle neroverdi ha sicuramente pesato la pesante situazione infortuni che ha lasciato Girardi con le sole 11 titolari a disposizione; non sono bastati i gol di D'Oria e Croci e la grinta di Riganello a resistere all'urto delle ospiti.

Primi assalti. L'inizio del match è molto indicativo sull'andamento del resto della gara: al minuto 3 Mornata si procura il primo calcio d'angolo: battuta corta verso Grecchi che con un tiro a giro meraviglioso fulmina Guidara e sblocca il risultato. Per la squadra di casa è una doccia gelata, la reazione non arriva, le ospiti prendono il predominio del campo e controllano agevolmente la partita, senza però creare eccessivi pericoli. Per vedere il raddoppio ospite bisogna attendere un altro corner al minuto 27: questa volta il cross è alto e arriva sulla testa di Badino, che con una frustata notevole spedisce la palla in rete. Non c'è nemmeno il tempo di tirare il fiato per il Minerva, dato che dopo soli due minuti Grecchi trova un altro stupendo tiro da fuori area imparabile per l'estremo difensore avversario: in un lampo è 3 a 0 Real.

Orgoglio e sudore. Il terzo gol subito invece di lasciare in stato di shock le ragazze neroverdi le sveglia: passa soltanto un minuto e D'Oria, la migliore del suo team, con una pallonetto da fuori area batte il portiere avversario e accorcia le distanze: è il momento migliore per la squadra di casa. Le ragazze di Girardi sfiorano un'altra rete sempre con D'Oria, ma si vedono costrette ad arrendersi alla dura legge del gol: sul ribaltamento di fronte La Mantia ruba un pallone alle avversarie, segna e dà inizio al suo pomeriggio magico. Nell'unico minuto di recupero del primo tempo le padrone di casa accorciano nuovamente le distanze, grazie a Croci che si fionda su una palla vagante in area segnando il più classico dei gol da numero 9.

Ricomincia lo show. Anche l'inizio della seconda frazione è tutto a tinte bianconere: dal calcio di inizio parte un ragionato possesso palla che in meno di un minuto riesce a liberare La Mantia in area: tiro chirurgico e doppietta che riporta a tre i gol di vantaggio per la sua squadra. Passano solo dieci minuti e le ragazze di Marelli decidono di affondare i due colpi del ko; prima Mornata con un rasoterra precisissimo e poi La Mantia, dopo aver scartato anche il portiere, infliggono una doppia delusione ravvicinata alle ragazze di casa che non riescono più a controbattere. Le bianconere però non hanno nessuna intenzione di smettere di giocare e divertirsi: tra il ventiduesimo e il trentesimo minuto sono ben tre le marcature: la prima è della neoentrata Piazza che dopo, un fantastico doppio dribbling in area, tira verso il palo lontano tagliando fuori il possibile intervento di Guidara, la seconda è di Marika Viganò con un pregevole tiro a giro di sinistro dal limite dell'area, e la terza è la rete della tripletta personale per Grecchi, che trova il terzo tiro da fuori imprendibile per chiunque. A chiudere definitivamente i giochi ci pensa la solita gemella La Mantia: pallonetto dai 25 metri con un coefficiente di difficoltà altissimo, gol da standing ovation. Le ragazze del Real possono guardare fiduciose alle prossime partite, avendo espresso un calcio di ottima qualità unito allo stato di forma pazzesco di alcuni singoli; per le padrone di casa invece non sarà semplice ripartire dopo una sconfitta con un parziale così pesante, ma gli sprazzi di bel gioco mostrati nella seconda metà lasciano ben sperare per quando le neroverdi saranno di nuovo al completo.


IL TABELLINO 

Minerva-Real Meda 2-11
3', 29' e 30' st Grecchi (R), 27' Badino (R), 30' D'Oria (M), 38', 1' st, 12' st e 32' st La Mantia (R), 45' Croci (M), 14' st Mornata (R), 22' Piazza (R), 28' Vigano M (R).
MINERVA (4-4-2): Guidara 6, Guidotti 6, Mazzetti 6, Paolini 6, De Caro 6, Drago 6, D'Oria 7, Brignoli 6, Croci 6.5, Corioni 6, Riganello 6.5. All. Girardi 6.
REAL MEDA (4-3-3): Viganò S. 7, Lucchesi sv (12' Vigano M. 7.5), Ballabio 7, Badino 7.5, Grecchi 8.5, Picozzi 7 (7' st N'Landu 7), Venturi 7.5, Bianco 7, La Mantia Marcella 9, Sasso 7 (13' st Crippa 7), Mornata 7 (13' st Piazza 7). A disp. Mandorino. All. Marelli 7.
ARBITRO: Omar Jemouh di Treviglio 7.

LE PAGELLE

MINERVA
Guidara 6
 Incolpevole sulla maggior parte dei gol, fa anche qualche parata interessante in una giornata sicuramente difficile in cui è stata molto spesso chiamata in causa.
Guidotti 6 Sia da centrale di difesa che di centrocampo prova a mettersi in luce con anticipi e chiusure, da rivedere la fase di impostazione.
Mazzetti 6 Molto brava in marcatura e nel dirigere il reparto, ogni tanto messa in difficoltà dalla velocità delle sue avversarie.
Paolini 6 Per tutto il primo tempo limita con applicazione e sacrificio le azioni offensive avversarie, cala un po' nel secondo tempo.
De Caro 6 Non trova mai la scintilla in fase offensiva ma è estremamente preziosa in quella difensiva; sempre pronta ad offrire un raddoppio o una corsa extra.
Drago 6 La regista della squadra, prestazione un po' altalenante ma quando si illumina il gioco delle neroverdi funziona a meraviglia.
D'Oria 7 La migliore in campo per le padrone di casa: dribbla, crea e segna; una costante spina nel fianco per la difesa avversaria anche nei momenti peggiori della sua squadra.
Brignoli 6 Molto presente quando si tratta di spingere e accompagnare l'azione offensiva, soffre molto però in difesa essendo dal lato da cui provengono i maggiori pericoli.
Croci 6.5 Lotta su ogni pallone facendo a spallate con le centrali avversarie, riesce anche a trovare il gol; buona partita per lei.
Corioni 6 Da buon capitano prova a trascinare la sua squadra guidandola dalla difesa, purtroppo però la sua leadership non basta per cambiare le sorti del match.
Riganello 6.5 Spinge costantemente sulla fascia sinistra, è la prima a far scattare il pressing e riesce anche a recuperare molti palloni, bella prestazione per l'esterno neroverde.
All. Girardi 6 Fa il massimo possibile con la rosa limitata che ha a disposizione in questo momento, provando anche a cambiare di ruolo le sue ragazze per tentare la rimonta.

REAL MEDA
Vigano S. 7
Molto sicura tra i pali e tempestiva nelle uscite, incolpevole sui gol, grande partita da parte sua.
Lucchesi sv Sostituita dopo 10 minuti per infortunio, le auguriamo un rientro rapido.
12' Vigano M. 7.5 Entra a freddo ma ci mette pochissimo a diventare protagonista: grande qualità e senso tattico, ottima prestazione condita anche da un bel gol.
Ballabio 7 Molto presente in entrambe le fasi di gioco, si fa notare soprattutto in quella difensiva con grandi chiusure e anticipi.
Badino 7.5 Guida perfettamente il reparto difensivo, ottima nel limitare le offensive avversarie e sempre pericolosa dai piazzati; si regala la gioia del gol proprio in seguito a un corner.
Grecchi 8.5 Prestazione da incorniciare, il suo apporto è fondamentale nelle trame offensive della sua squadra; a questo vanno aggiunti i tre gol meravigliosi in cui dimostra tutte le sue spiccate qualità balistiche.
Picozzi 7 Ottima in fase difensiva, non spinge molto ma quando lo fa è sempre pericolosa, bella partita.
7' st N'Landu 7 Impatto perfetto con il match, fin da subito si mette in mostra recuperando molti palloni e chiudendo la porta alle offensive avversarie.
Venturi 7.5 Baluardo insuperabile della difesa, con le sue marcature asfissianti e dei sempre precisi anticipi limita di parecchio la pericolosità delle avversarie.
Bianco 7 Tanto sacrificio e tanti palloni recuperati, preziosissima sia in fase di pressing che in fase di difesa posizionale.
La Mantia 9 Regista offensiva della squadra e finalizzatrice, partita praticamente perfetta; quattro gol, due assist, invenzioni e classe messi in mostra in 90 minuti indimenticabili.
Sasso 7 Mette ordine nel traffico di centrocampo, raramente sbaglia un appoggio o una decisione, sempre molto lucida e coinvolta nel gioco della propria squadra.
13' st Crippa 7 Per tutta la parte finale della gara tocca a lei essere il cervello della squadra e lo fa benissimo, rendendosi utile anche in fase difensiva.
Mornata 7 Prestazione da punta davvero completa: sponde, gioco corto palla a terra con le compagne e scatti in profondità, ha tutto nel repertorio e sa come essere decisiva anche quando non è lei a segnare.
13' st Piazza 7 Entra bene in campo e si regala anche un gol per coronare una bellissima prestazione piena di spunti e giocate interessanti.
All. Marelli 7 Il gioco palla a terra della sua squadra è ottimo, è evidente che tutte nella squadra sanno benissimo cosa fare e il merito è sicuramente il suo.

ARBITRO
Omar Jemouh di Treviglio 7
Dirige con autorità la gara senza dover usare cartellini ma preferendo il dialogo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400