Cerca

Under 19 Pinerolo

Viscardi per far tornare grande il Villafranca, espugnato Piossasco

Nella sfida che vale il secondo posto la spuntano gli ospiti, decisivo un gol arrivato dopo una mischia in aria dell'attaccante classe 2003

Il Villafranca con Viscardi torna grande a Piossasco

Francesco Viscardi man of the match

La sfida tra Piossasco e Villafranca valevole la seconda piazza termina 0-1. Le due formazioni arrivavano alla partita con morali simili, in cui la delusione la faceva da padrona. Per i granata dopo la sconfitta con il Candiolo era arrivato solamente un pareggio con l'Infernotto, mentre i rossogialli avevano assaporato per solo un week-end il sapore del primo posto perdendo in casa con gli stessi Candiolesi. Viscardi con un gol da rapace d'area di rigore rilancia il Villafranca e regala tre punti preziosi per mantenere invariata la distanza con la prima posizione, ad appena una lunghezza. 
Volpe schiera i padroni di casa con un 4-3-3: Marcellino tra i pali; Rivetti, Raeli, Careglio e Caldarulo in difesa; Cristiano, Gorgerino e Toscano in mezzo al campo; tridente composto da Rizzardi, Vasciaveo e Vinciguerra. Giustetto risponde con un 3-4-3: Camisassa in porta; Rimondetto, Konate e Pucci; Cuniberti, Galetto, Lobianco e Combina a centrocampo; attacco con Biasibetti, Viscardi e Lucantonio.

Tutto in equilibrio.  La sfida si rivela fin dai primi istanti bloccata, ricca di imprecisioni ed errori di lettura delle diverse situazioni. Nessuno vuole sbilanciarsi per concedere occasioni all’avversario, così si assiste solamente ad un tentativo alto dalla distanza di Matteo Brondino, per il Villafranca, e una punizione con lo stesso esito di Francesco Cristiano, per il Piossasco. Poi, al 26’, cambia tutto con la prima grande emozione a rendere vivo il match. Marco Lucantonio, per gli ospiti, con un’azione insistita trova dalla destra un cross interessante su cui arriva Alessio Biasibetti, il suo colpo di testa è ben calibrato ed è necessario un grande intervento in tuffo del portiere; l’azione prosegue con il Villafranca alto e la palla che termina a Francesco Lobianco che dal limite vede murata la sua conclusione insidiosa. Sul successivo corner di nuovo una palla raccolta da Biasibetti da fuori aria che conclude ben coordinato con il mancino richiamando ad un altro grande intervento di Dennis Marcellino sul primo palo. Il Villafranca ha alzato i ritmi, vuole trovare il vantaggio. Francesco Lobianco si dimostra tra i più ispiratati e prova in due occasioni, una dietro l'altra, a trovare la rete. Prima una sua punizione crea un'insicurezza a Marcellino, poi di mancino sfiora l'eurogol da distanza considerevole. I padroni di casa spaventati dai tanti pericoli corsi reagiscono e su una punizione di Giuseppe Toscano potrebbero trovare il vantaggio grazie ad una uscita a vuoto di Alessandro Camissassa, estremo difensore ospite, ma nessuno riesce a trovare il pallone e conseguente gol. Pochi istanti dopo anche Vasciaveo ha sul destro una chance sul suo destro, ma, all'altezza del dischetto, disturbato non trova la forza necessaria per impensierire la difesa giallorossa. Si chiude in parità una prima frazione di gioco combattuta ed estremamente equilibrata, dove nessuno ha predominato sull'avversario ed è stato in grado di trovare la via del gol.

Tap-in dal valore d'oro. La ripresa si apre con dei cambi decisivi. Nel Villafranca fa il suo ingresso in campo Alessandro Solera, attaccante estremamente rapido e pericolo; mentre il Piossasco inserisce Baktaoui, centravanti di struttura e dall'ottimo posizionamento. Il cambio per Giuseppe Volte è anche tattico, sceglie infatti di passare alla difesa a tre come l'avversario. L'atteggiamento è sempre decisivo, più della tattica, e la formazione di Michele Giustetto è rientrata in campo con la giusta grinta per andare a prendersi il risultato, atteggiamento che ripaga dopo dieci minuti. Andrea Cuniberti batte una punizione dall'out mancino, la traiettoria termina direttamente all'interno delle zone calde dell'aria di rigore dove nessuno riesce ad allontanare, questo premia Francesco Viscardi che, con grande fiuto del gol, insacca da pochi passi. E' 0-1. Il Piossasco è irriconoscibile e non riesce a costruire trame pericolose, mentre gli avversari si rendono spesso pericolosi. Il trittico Biasibetti, Solera e Viscardi al 17' scambiano rapidamente la sfera e mettono nelle condizioni di trovare la seconda gioia personale per l'attaccante, il suo tentativo termina sul fondo di un nulla. Subito dopo il Piossasco si fionda in avanti, per la prima volta nel secondo tempo, e con un’azione personale di Samuele Vinciguerra, un mix perfetto di lavoro fisico e tecnico a sbarazzarsi di due avversari, arriva vicino al gol richiamando Camisassa ad un buon intervento sul primo palo. La partita prosegue con gli ospiti in controllo e che affondano ogni qual volta trovino uno spazio. Francesco Galetto al 27' ha tempo di controllare e concludere, dall'interno dell'aria di rigore con il destro non trova lo specchio della porta; dopo questa chance, il Villafranca ne crea un'altra. Uno due tra Solera e Badeddine Mhand a premiare il primo, di sinistro incrocia non trovando il raddoppio per nulla. Poteva essere il colpo del ko ed invece il Piossasco è ancora vivo e, ad un minuto dal termine, arriva vicinissimo al pareggio. Trovato in profondità Cristian Baktaoui è solo contro il portiere ma conclude incredibilmente fuori. Si chiude così una sfida emozionante, soprattutto nella ripresa, e che potrebbe fungere da giudice sulle sorti del campionato.

IL TABELLINO

PIOSSASCO-VILLAFRANCA 0-1

RETI: 11' st Viscardi F. (V).

PIOSSASCO (4-3-3): Marcellino 6.5, Rivetti 6, Caldarulo Si. 5.5 (1' st Baktaoui 5.5), Careglio 6.5 (32' st Nota sv), Cristiano 6.5, Gorgerino 5.5 (48' st Cavaletto sv), Rizzardi 6 (23' st Penna 6), Raeli 6, Vasciaveo 6, Vinciguerra 6.5, Toscano 6 (32' st Caldarulo Sa. sv). A disp. Spataro, Quattrocchi, Petillo, Tassone. All. Volpe 6. Dir. Basso.

VILLAFRANCA (3-4-3): Camisassa 6, Combina 6.5, Pucci 7 (12' st Pisaniello 6), Rimondetto 6.5, Galetto F. 6, Konate 6, Biasibetti 6.5 (28' st Rossin sv), Lobianco 7, Viscardi F. 7 (40' st Mhand sv), Lucantonio 6 (1' st Solera 7), Cuniberti 6.5. A disp. Brondino, Morero, Mazziotta, Gentiluomo, Cucchi. All. Giustetto Mi. 6.5. Dir. Nota.

ARBITRO: Perlo di Nichelino 6.5.

AMMONITI: Konate[02] (V), Combina[02] (V), Raeli[03] (P), Careglio (P), Caldarulo Si.[03] (P).

PAGELLE 

Piossasco 

Il Piossasco di Volpe

 Il Piossasco di Volpe passato in poche giornate dal primo posto alla terza piazza quasi fuori dai giochi nella corsa al titolo

Marcellino 6.5 Tiene letteralmente in piedi la sua squadra nel corso della prima frazione con due interventi prodigiosi, in entrambi i casi dimostra grandi doti di spinta. Nella seconda frazione subisce un gol su cui non ha grosse colpe, è vero si trova fuori posizione, ma il pallone si muove come un flipper.

Rivetti 6 Nel corso della prima frazione è in grossa difficoltà; infatti, il Villafranca attacca sulla corsia con molti uomini costringendolo spesso a duelli 2 contro 1. Nella ripresa, sganciato dal cambio di modulo, è molto più sicuro negli interventi e libero di spingere.

Caldarulo Si. 5.5 Il suo approccio alla sfida è completamente sbagliato, commette tanti errori tecnici e in fase difensiva. Dopo un richiamo a maggiore attenzione da parte del suo tecnico inizia a sciogliersi ed a giocare come sa, tutto vanificato dalla sostituzione nell'intervallo.

1' st Baktaoui 5.5 Il suo ingresso in campo dovrebbe dare maggior vivacità al reparto avanzato. Prova spesso con soluzioni personali a rendersi protagonista, però al 48' quando ha la possibilità di brillare sbaglia incredibilmente solo contro il portiere. Errore grave e pesante sul risultato finale.

Careglio 6.5 Decisamente tra i più positivi dei suoi. Centrale che fa dell'eleganza il suo punto di forza e non commette mai errori; l'unica volta che viene saltato sceglie di prendere il cartellino pur di concedere agli avversari una chance, dimostrando una grande intelligenza calcistica. (32' st Nota sv)

Cristiano 6.5 Tiene da solo in piedi il centrocampo. Fa letteralmente tutto. E' l'incontrista della squadra, ma allo stesso tempo il più propositivo, tanta quantità abbinata a grande qualità. I suoi strappi creano il panico  grandi chance, come una punizione da lui stesso non sfruttata a dovere.

Gorgerino 5.5 Insolitamente molto superficiale, commette errori gravi di misura e di precisione che permettono agli avversari di ripartire a campo aperto. Dimostra comunque di avere la giocata in canna come quando trova con un lancio da quaranta metri un compagno davanti alla porta, il tutto vanificato dal fuorigioco fischiato. (48' st Cavaletto sv)

Rizzardi 6 Non riesce ad incidere, anche perché viene poco cercato in profondità a sfruttare le sue doti atletiche. Si sacrifica comunque molto aiutando in fase di non possesso

23' st Penna 6 Fisico e solido in difesa, quando entra è impeccabile in quasi tutti gli interventi anche se subisce la velocità di Solera.

Raeli 6 La sua prestazione è sempre ottima. Compare nei momenti di difficoltà con interventi in anticipo preziosi, l'unica nota negativa è il non essere sempre preciso.

Vasciaveo 6 Prima frazione dove si sgomita in attacco. Nonostante si veda che quello non sia il suo ruolo naturale prova ad essere da riferimento per i compagni, smistando anche bene la palla in molte occasioni. Nella ripresa, invece, fa il suo dovere in difesa. 

Vinciguerra 6.5 Prova con continuità a creare occasioni. Il suo primo controllo è invidiabile, come lo sono le sue doti nell'uno contro uno. Si crea grazie a queste caratteristiche un'occasione dal nulla sfiorando anche il grande gol.

Toscano 6 Cala tanto fisicamente nella ripresa dopo una prima frazione buona sia sul piano tecnico che sul piano tattico, in cui oltre a recuperare i palloni li smistava con grande qualità. (32' st Caldarulo Sa. sv)

All. Volpe 6 Con tre squalificati tra l'undici ideale non è facile affrontare una rivale al primo posto. Prova con i cambi e una modifica tattica in corso d'opera a cambiare le sorti di una partita in cui i suoi ragazzi non erano nella giornata migliore.

Villafranca

Il Villafranca di Giustetto

 Il Villafranca di Giustetto autore di una grande prova per salvaguardare secondo posto e corsa al titolo

Camisassa 6 Nel primo tempo rischia il pasticcio sbagliando i tempi d'uscita, dopodiché si rende autore di una prova attenta ed estremamente precisa.

Combina 6.5 Sempre molto prezioso. Con grande tempismo si rende protagonista di diversi anticipi decisivi e non rinuncia mai ad essere una soluzione offensiva sull’esterno destro.

Pucci 7 Grande impatto nella sfida, trova subito i giri del motore per fare della sua corsia destra un muro invalicabile. E’ sempre efficace nel non permettere a nessuno di passare, solo i crampi lo fermano e costringono al cambio.

12' st Pisaniello 6 Entra bene in partita non commettendo errori. Chiude bene ogni spazio e quando può si butta in avanti.

Rimondetto 6.5 La sua prestazione è difensivamente impeccabile. Chiude con grandi interventi chance molto interessanti ed è sempre da supporto per i compagni.

Galetto F. 6 Nel centrocampo forse è il meno appariscente. Ha la possibilità con il destro di mettere in ghiaccio la partita, apre troppo l'interno vanificando il tentativo.

Konate 6 Ovunque lo si mette fa bene. Al centro della difesa per necessità si fa trovare pronto non sbagliando nulla e intervenendo nei momenti più preziosi.

Biasibetti 6.5 Nella prima frazione di testa arriva molto vicino al gol, stacco perfetto, incornata precisa a trovare l'angolo e grande intervento come risposta. Ci prova anche con il mancino, fermato dal portiere anche in questo caso. Nella ripresa crea con il tridente leggero un costante pericolo per il Piossasco. (28' st Rossin sv)

Lobianco 7 Il piede era molto caldo. Punizioni insidiose e tiri dalla distanza vicini a trovare l'incrocio dei pali, il tutto mentre faceva girare il centrocampo ed impostava i ritmi di gioco.

Viscardi F. 7 45' in cui viene isolato davanti, ma appena trova il supporto dei compagni sblocca il match. Il tap-in è da vero padrone dell'area piccola ed è seguito da grandi giocate di tecnica e fantasia a duettare con Solera e Biasibetti.(40' st Mhand sv)

Lucantonio 6 Gioca solamente un tempo in cui riesce comunque a dare il suo contributo; infatti, da un suo cross estremamente preciso Biasibetti per poco non trova il gol.  

1' st Solera 7 Anche dalla panchina sa essere un'arma in più. I suoi strappi mettono in difficoltà qualsiasi pacchetto arretrato e i suoi piedi inventano sempre qualche circostanza interessante. Fa notizia che iuna sua conclusione sfiori solamente il palo e non si trasformi in gol.

Cuniberti 6.5 Come quinto ha trovato la sua dimensione. E' bravo a difendere e sa essere determinante anche tecnicamente, da una sua punizione arriva la confusione che genera la rete del vantaggio.

All. Giustetto Mi. 6.5 I suoi ragazzi dopo aver perso la vetta hanno subito reagito, trovando con voglia e carattere i tre punti. L'ingresso di Solera è stato determinante e di questo può prendersi i meriti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400