Cerca

Under 19 Femminile

35 assist in campionato! Samarati fa scuola anche nel derby

Vittuone battuto grazie alle invenzioni di Giorgia e alla doppietta di una Rubbino scatenata

Rubbino Fabiola Samarati Giorgia

Fabiola Rubbino e Giorgia Samarati, le principali artefici della vittoria gialloblù

Una missione compiuta con il giusto sforzo: il Sedriano di Marco Recchia fa suo il derby di Vittuone e tiene il passo della capolista Fiammamonza grazie alle prestazioni eccezionali del suo duo d'attacco: Fabiola Rubbino e Giorgia Samarati. Partita già chiusa nei primi 45 minuti e accompagnata in porto senza affanno nella ripresa; le locali si rendono pericolose soltanto in una occasione (peraltro sullo 0-0), ma nel secondo tempo hanno il merito di restare comunque in partita nonostante l'espulsione di Petelska le costringa da subito all'inferiorità numerica.

Ma chi c'è in porta? Il Sedriano arriva a Vittuone senza diverse titolari tra squalifiche e indisponibilità. In particolare non c'è un portiere a disposizione, tra il pali va così Serena Pinzin, esterna di professione, che trascorrerà tuttavia un pomeriggio piuttosto tranquillo. Il copione della partita è quello che ci si attende alla vigilia: Sedriano in controllo, con un buon apporto di tutte le "riserve" chiamate in causa per l'occasione, Vittuone di rimessa provando a giocarsi tutte le proprie carte. La linea difensiva di casa è però sorprendentemente alta, il che, unito a un avvio piuttosto "soft" sul piano dell'intensità, facilità il maggior tasso tecnico del Sedriano. Il risultato potrebbe sbloccarsi già al 4', ma dopo un'ottima triangolazione con Samarati che la smarca davanti al portiere, capitan Majone trova soltanto il palo. Tre minuti più tardi l'unico vero sussulto offensivo del Vittuone: Lovisi trova la profondità in una giocata sul filo dell'offside, con la sua conclusione in controtempo che sfila a lato di poco. Il brivido corso scuote le gialloblù, che in meno di un quarto d'ora mettono in cassaforte il bottino. Al 9' è Samarati che libera Rubbino con un colpo di tacco al buio, con la bomber "scarlatta" che apre il compasso della misura giusta per piazzarla a fil di palo. Fabiola poi fa tutto da sola: sradica un pallone a centrocampo e travolge tutto in progressione, liberando questa volta un micidiale sinistro. Il 3-0, al 28', è frutto di un intuizione di Recchia, che poco prima aveva invertito di fascia le esterne Penna e Bianchi: Samarati è ancora regina degli assist, trovando il perfetto taglio di Penna, che salta il portiere in dribbling e va a inchiostrare facile facile il 3-0. Il rigore trasformato al minuto 37, infine, è il miglior premio per Giorgia, restituita questa volta al suo ruolo naturale di seconda punta-rifinitore. Con 35 assistenze per le compagne, infatti, è davvero da record il suo rendimento in questa stagione (senza contare gli impegni con la prima squadra).

Cuore Lovisi. Il correttivo tattico di Gorletta, già nel primo tempo, era stato l'arretramento di Lovisi sulla linea difensiva, con la proiezione in attacco di Vareschi e l'arretramento di Rifici nel ruolo di trequartista. Disegno da rivedere in avvio di secondo tempo quando Petelska "sbrocca" contro il direttore di gara dopo un contrasto con Penna, rimediando il cartellino rosso. Sotto di un uomo, sotto di quattro gol, il Vittuone fa quadrato grazie alla tenacia di Scaramozzino e proprio di Lovisi, tenendo intatto un risultato che il Sedriano, di suo, non ha più smania di forzare. Pellegrini risponde bene alla punizione di Samarati, Penna coglie un altro palo dopo lo scambio con Rubbino, ci prova anche una pimpante Goebel, ma agli archivi andrà lo stesso 4-0 del primo tempo.

L'analisi. Il derby è stato una partita interlocutoria in ottica campionato. In formazione rimaneggiata e con una mano da dare sempre alla prima squadra, le gialloblù si mantengono in carreggiata senza strafare, consce tuttavia che per far male al Fiammamonza e puntare al primato servirà (come del resto accadde all'andata) una prestazione di ben altro spessore generale. Dall'altra parte il Vittuone ha confermato le difficoltà di una stagione vissuta dall'inizio con una rosa sotto età, manifestatesi stavolta in un morale di squadra non alle stelle, e in un pizzico di nervosismo di troppo in alcune circostanze.

IL TABELLINO


Acc.Vittuone-Sedriano 0-4
RETI: 9' Rubbino (S), 28' Penna (S), 37' rig. Samarati (S), 19' st Rubbino (S).
ACC.VITTUONE (4-3-1-2): Pellegrini 6.5, Donia 6, Pescarolo Martina 6, Pescarolo Giada 6, Petelska 5.5, Vareschi 6 (20' st Diana 6.5), Scaramozzino 6.5, Marnati 6, Rifici 6, Lovisi 7, Porta 6 (8' st Baroffio 6). A disp. Rinaldi, Nicolosi. All. Gorletta 6. Dir. Dubini.
SEDRIANO (4-4-2): Pinzin 6.5, Frattini 6.5, Colombo 6.5, Fassina 6.5, Marelli 7, Pedroni 6.5, Penna 7 (8' st Goebel 6.5), Samarati 8 (26' st Parini 6.5), Rubbino 8, Majone 6.5, Bianchi 6.5 (35' st Loi sv). A disp. Villani. All. Recchia 7. Dir. Samarati.
ARBITRO: Banca di Gallarate 6.5.
ESPULSA: 2' st Petelska (A).
AMMONITE: Penna Lucrezia (S), Colombo Chiara (S), Lovisi (A).



LE PAGELLE

ACCADEMIA VITTUONE

Pellegrini 6.5 Nella prima mezz'ora gli arrivano palloni da tutte le parti e può davvero poco. Brava nella ripresa a limitare un passivo che poteva essere anche peggiore.
Donia 6 Cresce dopo un avvio in apnea come tutta la difesa biancoverde, arrivando a stabilizzare il suo rendimento.
Pescarolo Martina 6 Si alterna al cento della difesa e, per una parte di gara, in posizione di terzino. È apprezzabile, ma Rubbino a tratti fa impazzire tutta la difesa.
Pescarolo Giada 6 Gara tutta in mezzo al campo a duellare con le avversarie. La maggior parte dei confronti, però, sono appannaggio delle gialloblù.
Petelska 5.5 Lungi da volerle fare la morale, la reazione contro l'arbitro è stata però «un tantinello» eccessiva.
Vareschi 6 Come Giada sposta il suo raggio d'azione durante la partita. Non emerge dalle difficoltà di squadra più delle compagne, ma senz'altro ci prova.
20' st Diana 6.5 Dà manforte alla difesa nella missione, riuscita, di non far segnare più le avversarie.
Scaramozzino 6.5 Sicuramente tra le più dinamiche e propositive tra le sue compagne. Si spende tantissimo raccogliendo poco, ma la sua determinazione merita di essere sottolineata.
Marnati 6 Non riesce a sfruttare abbastanza la sua altezza e le sue leve per fare una maggiore differenza nel ruolo di mezz'ala destra. 
Rifici 6 Parte attaccante poi scala a centrocampista. Il reparto guidato da Swami Marelli, però, è praticamente impermeabile per lei e per le compagne.
Lovisi 7 Il capitano è l'ultima a mollare, anzi, non mollerà proprio fino al novantesimo. La squadra è più solida quando lei arretra in difesa, ed è anche l'unica ad andare vicina al gol.
Porta 6 Prova in chiaroscuro, "sacrificata" tatticamente dopo il rosso a Petelska.
8' st Baroffio 6 Eredita l'ingrato compito di agire da unica punta quando l'Accademia Vittuone rimane in dieci.
All. Gorletta 6 Prova a spronare le ragazze nella prima parte di gara, nonostante l'andamento scoraggiante. Tenere il risultato nel secondo tempo contro una squadra in corsa per il primo posto è comunque un piccolo target raggiunto.



SEDRIANO
Pinzin 6.5 Il ruolo di portiere è spesso sottovalutato finché non ci si trova tra i pali, dove un singolo errore può costare carissimo. Per questo il suo compito era difficile e non scontato, pur in una partita con pochi pericoli. Brava soprattutto nel leggere in anticipo l'azione e uscire al momento giusto.
Frattini 6.5 Tra quelle che riceve più richiami da Recchia. La sua prova però è generosa e all'altezza della maglia da titolare.
Colombo 6.5 Fa il suo a dovere, coprendo le spalle prima a Penna e poi a Bianchi. Dalla sua parte non si passa.
Fassina 6.5 Fa bella figura al centro della retroguardia. In generale i voti della difesa si "limitano" a una piena sufficienza anche perché il Vittuone s'infrange spesso già sulla mediana. 
Marelli 7 Ottima anche senza la «socia» Di Gaetano. Impressiona per la tranquillità con cui amministra le retrovie, fulminando le avversarie anche solo con lo sguardo.
Pedroni 6.5 Con Samarati in attacco tocca a lei spalleggiare Majone in mezzo al campo. Prova senza lampi accecanti, la sua, ma di grande sostanza.
Penna 7 Quasi mai banale nelle giocate. Taglia il campo come una lama in occasione del gol. Nel secondo tempo causa l'espulsione e coglie un palo.
8' st Goebel 6.5 Non trova il gol ma come alternativa d'attacco è tanta roba. La Solskjær di Sedriano.
Samarati 8 Per come gioca di solito a centrocampo credevamo fosse quello il suo ruolo "naturale". Invece no. Da seconda punta è ancora più decisiva nel trovare le compagne. Un gol (su rigore procurato da lei) e due assist (uno meglio dell'altro). Recchia può chiederle in più soltanto un "Lucano".
26' st Parini 6.5 Porta forza fresca in una fase della partita in cui il Sedriano aveva già attivato la modalità "risparmio energetico".
Rubbino 8 Spacca la partita con una doppietta clamorosa. Anche quando la squadra tira un po' i remi in barca lei continua a caricare come un toro, abbinando la classe alla forza fisica.
Majone 6.5 Quel palo preso subito poteva mandarla più in fiducia e svoltarle la partita. Forse accade paradossalmente il contrario. Il gioco passa sempre da lei, ma in maniera ordinaria. La sensazione è che le chances del Sedriano nella partitissima col Fiammamonza dipenderanno molto dal livello della prestazione del capitano. A questo ritmo Lorenti e Contessotto se la "mangiano", ma se Pau prenderà per mano la squadra, come peraltro ha già fatto all'andata, allora potrà essere davvero tutta un'altra storia.    
Bianchi 6.5 Meno pericolosa di Penna ma comunque disciplinata e sempre precisa nel lavoro di fascia. (35' st Loi sv).
All. Recchia 7 Obiettivo raggiunto senza problemi, pur in circostanze non ottimali. Se Mussini era rimasto 90 minuti in t-shirt, anche lui non scherza con la felpetta nel clima da tundra di Vittuone.



ARBITRO: Banca di Gallarate 6.5 Preso un po' di mira dalle panchine e anche dagli spalti, ma questo accade anche per alcune decisioni che non hanno convinto appieno. Non la direzione perfetta, forse, ma accompagna il corso della partita senza intaccarne il suo naturale compimento. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400