Cerca

Under 19

Manita, polemiche e scatto Regionale: il Pozzomaina stacca i rivali

I grigiorossoblù di Bottallo dominano sotto ogni punto di vista, contro un troppo rinunciatario Don Bosco Rivoli, che soffre l'assenza di Cumpat e di altri pezzi da novanta

"Manita", vendetta, e corsa verso la vetta. Il Pozzomaina di Bottallo sogna in grande!

I due grandi protagonisti della gara: Amine Ennasry e Ivan Cavalieri

Vittoria fondamentale, condita da una lunga serie di polemiche, del Pozzomaina sul Don Bosco Rivoli: il 5-1 dei grigiorossoblù spegne di fatto il sogno regionali dei rivolesi, ormai troppo lontani dall'accoppiata Pozzo-Pianezza. Gli ospiti del duo Todisco-Corio (Rando squalificato) patiscono il giro palla ubriacante dei padroni di casa, ma ad accomunare le due formazioni ci sono le lamentele per un arbitraggio giudicato non adeguato e le tante defezioni che hanno privato di qualche protagonista il grande big match del girone A.

Bottallo, per sorprendere gli avversari, sceglie uno spregiudicato 4-3-1-2: Luigi Frandina in porta; Riccardo Trevisan, Jacopo Maffeo, William Napolitano e Filippo Maria Rissone a formare la linea difensiva; Andrea Francone, Simone La Rosa e Andrea Fiamenghi a centrocampo, con Mirko Giraldo alle spalle di Amine Ennasry e Ivan Cavalieri. Il Don Bosco Rivoli, orfano del capocannoniere del campionato Cumpat (autore, nella gara d'andata, di cinque gol), sceglie un accurato 3-5-2: Mattia Calabria tra i pali; Simone Galluzzo, Mattia Mangiameli e Davide Gatti in difesa; Edoardo Campana, Lorenzo Parasileno, Simone Sili, Sasha Stepic e Marco Iezzi a centrocampo, con Nicolò Dema e Simone Scognamiglio attaccanti.

L'MVP del match: Ivan Cavalieri. Se è necessario individuare un migliore in campo, un giocatore che, nel corso della gara, ha spostato decisamente gli equilibri, questo è Ivan Cavalieri. Centravanti incredibile, che, con la sua velocità, alza il baricentro, per creare più soluzioni per creare grattacapi alla difesa ospite. La tripletta che ne consegue è la ciliegina sulla torta, il giusto coronamento di una gara perfetta. Lo show del 9 di casa inizia al 22' del primo tempo, quando ribadisce in rete un tiro dagli undici metri sbagliato da Fiamenghi, regalando il vantaggio ai suoi. A inizio ripresa, segna il gol del 3-0, sfruttando molto bene un'azione corale costruita dai compagni (complice una difesa ospite un po' disattenta), portando a due le marcature personali. Sull'ultimo pallone giocabile della gara, Cavalieri decide di rendere indimenticabile la sua giornata, inventandosi un tiro dai trenta metri, su cui Calabria fa il possibile, ma, secondo Dibilio di Torino, interviene quando il pallone è già dentro. Tripletta e 5-1 finale.

L'arbitraggio fa scattare le polemiche. Così come un dente del giudizio dolente parlare ai protagonisti della gara dell'arbitraggio diventa causa di dolori e mal di pancia. Il direttore di gara Ezio Dibilio di Torino non ha vissuto una delle sue giornate migliori, risultando un po' insicuro in alcune scelte dubbiose da ambo i lati. Grandi perplessità sul gol del 5-1 del Pozzomaina: siamo al 45' della ripresa, il Pozzo recupera un pallone sporco a metà campo, Cavalieri supera di gran classe due avversari, e, dai 30 metri calcia verso la porta. Calabria si esalta, parando come può, sulla linea, in tre tempi. L'estremo difensore rinvia, ma il direttore di gara fischia ed indica il centrocampo. Gol. Il Don Bosco, nonostante l'ormai inevitabile sconfitta, accerchia il direttore chiedendo spiegazioni: lui non le dà, ed ammonisce Calabria per proteste reiterate. Dalla tribuna la palla sembra chiaramente fuori dalla porta, fatto che ha ulteriormente scatenato l'ira dei rivolesi presenti sugli spalti, rimasti stupiti della scelta del fischietto torinese. Emblematiche le parole di Edoardo Rissone, difensore del Pozzomaina che, al termine del match, uscendo dal campo, afferma: «Se lo avesse fischiato a me, l'avrei mangiato». Lo stesso Luca Bottallo, a fine gara, ammette senza problemi l'irregolarità del gol.

IL TABELLINO

POZZOMAINA-DB RIVOLI 5-1
RETI (3-0, 3-1, 5-1): 22' Cavalieri (P), 24' Ennasry (P), 5' st Cavalieri (P), 17' st Iezzi (D), 30' st Giraldo (P), 45' st Cavalieri (P).
POZZOMAINA (4-3-1-2): Frandina 7, Trevisan 7, Rissone 7, Francone 7, Maffeo 7.5, Napolitano 7.5, Ennasry 8, La Rosa 7 (17' st Krebitz 6.5), Cavalieri 8, Fiamenghi 7, Giraldo 7. A disp. Bellandi, Morbelli, Costanzo, Garitta. All. Bottallo 7.5. Dir. Garitta.
DB RIVOLI (3-5-2): Calabria 6.5, Galluzzo 6 (3' st Locuratolo 6), Mangiameli 6, Campana 6 (34' st Corio F. sv), Gatti 6.5 (14' st Salafia 6), Parasileno 6, Sili 6, Stepic S. 6, Dema 6, Scognamiglio 6.5, Iezzi 7. A disp. Corio A., Franciolapilla. All. Rando 6.
ARBITRO: Dibilio di Torino 5.

AMMONITI: 34' Maffeo (P), 41' Stepic S. (D), 9' st La Rosa (P), 33' st Salafia (D), 45' st Calabria (D).

LE PAGELLE

POZZOMAINA

Frandina 7 Viene chiamato in causa diverse volte durante lo svolgimento della seconda frazione, facendosi trovare pronto.

Trevisan 7 Ottima prova sulla sua fascia di competenza, in cui lotta e porta avanti la squadra, rendendo imprevedibile la manovra.

Rissone 7 A sinistra, legittima e supporta la grande prova di Ennasry. Copre benissimo e lavora diligentemente le palle in uscita.

Francone 7 Bottallo lo schiera quasi come mediano, a supporto totale della fase difensiva. Bravo a smistare i palloni più sanguinosi.

Maffeo 7.5 Centrale incredibile, dove Frandina non arriva, c'è lui ad immolarsi per evitare che il Dn Bosco Rivoli riapra i conti. Eroico, Leonida contemporaneo.

Napolitano 7.5 Buona partita per lui: raddoppia sempre sdul portatore e, sui corner, interviene ottimamente sulle seconde palle.

Ennasry 8  Partita perfetta, da top player vero. Mangiameli non lo tiene mai, la sua velocità è un punto fermo, una costante per il Pozzomaina.

La Rosa 7 Aveva un' espulsione ingenua, rimediata all'andata, da farsi perdonare. Fin quando rimane incampo, la squadra gioca altissima, rischiando poco.

17' st Krebitz 6.5 Non incide come Botallo vorrebbe. Fa il terzo davanti per mezz'ora scarsa, ma non riesce a pungere.

Cavalieri 8 Man of the Match. Aiutato da qualche disattenzione difensiva di troppo, si esalta, prendendosi la copertina e il pallone. 

Fiamenghi 7 Comincia la gara ad altissimi ritmi, pressando, lottando, e conquistandosi il rigore che, però, calcia malissimo. Buona prova nel complesso..

Giraldo 7 La sua punizione, che vale il 4-1, è una delizia per gli occhi di chi guarda. Conoscendo le sue indiscusse qualità, può fare meglio.

All. Bottallo 7.5 Vittoria importantissima per il morale e per mantenere la scia del Pianezza. I suoi giocano un calcio spumeggiante.

DON BOSCO RIVOLI

Calabria 6.5 Su tutti i cinque gol non può fare nulla, non ha colpe. Ha il merito di sventare un calcio di rigore. Ammonizione fnale ingiusta.

Galluzzo 6 Scopre, a dieci minuti dall'inizio del match, di partire titolare, per un piccolo infortunio di Locuratolo. Prova di sostanza, a cui, però, manca qualcosina.

3' st Locuratolo 6 Entra in campo, per assoluta necessità, con mez'ora scarsa nelle gambe. Non una prova indimenticabile.

Mangiameli 6 Evidenti difficoltà nel tenere Ennasry, che lo salta più e più volte. Ha il pregio di raddoppiare prontamente.

Campana 6 Esce furioso dal campo, consapevole di non aver dimostrato in campo il suo valore effettivo. Deve lavorare sulla frenesia. 34' st Corio F. sv.

Gatti 6.5 Primo tempo ottimo, con grandi raddoppi e tanti palloni recuperati. Nella ripresa incomincia ad accusare malesseri, e viene sostituito.

14' st Salafia 6 Uno dei tanti uomini ingiustamente ammoniti dal direttore di gara. Chiude nervoso, ma, per mezz'ora, prova costantemente a creare superiorità.

Parasileno 6 Difficile valutare uniformemente la sua prova: primo tempo timido, in cui non tenta la giocata. Cresce nela ripresa.

Sili 6 Fa l'attaccante aggiunto quando la situazione lo permette, creando potenziali occasioni, che, però, non si concretizzano quasi mai. 

Stepic 6 Emotivamente troppo fragile, si fa sopraffare dal nervosismo e prende l'ennesimo cartellino giallo inutile. 

Dema 6 Sostituire un attaccante da più di 30 gol stagionali è arduo per chiunque. Fa il possibile, ma fa rimpiangere l'assente Cumpat.

Scognamiglio 6.5 Uno dei migliori tra le fila ospiti. Un esempio di grande sportività, che, unita alla tecnica, fanno di lui un grande prospetto.

Iezzi 7 Il suo gol non porta a grandi stravolgimenti sul risultato finale, ma resta uno dei più belli di giornata. Punizione mgistrale per l'11 ospite.

All. Rando 6 I suoi ragazzi sentono fortemente la sua mancanza in panchina. Sconfitta che brucia, ma che non compromette la classifica.

ARBITRO: Dibilio di Torino 5 Prestazione disastrosa per il fischietto torinese. Molto male la gestione dei cartellini, malissimo sulle situazioni di fuorigioco, disastroso sul quinto gol del Pozzomaina. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400