Cerca

Under 19

Squalificato per insulti razzisti, ma l'arbitro era bianco

Nella Juniores della delegazione di Ivrea l'allenatore resterà lontano dai campi da gioco fino al 30 novembre

Squalificato per insulti razzisti, ma l'arbitro era bianco

Lunga squalifica direttamente dalla Juniores eporediese. Leggendo il Comunicato Ufficiale numero 38 della delegazione di Ivrea salta all’occhio la squalifica ad Antonello Lociuro, tecnico della Polisportiva Valmalone, che dovrà stare lontano dai campi fino al 30 novembre 2022. Durante la partita contro il Grand Paradis di sabato 2 aprile Lociuro, secondo il comunicato, è stato «Espulso per aver ingiuriato il direttore di gara durante la stessa, si produceva in ulteriori gravi offese anche di natura razzista stando in tribuna».

lociuro antonello

La seconda parte della squalifica ha fatto infuriare lo stesso Lociuro, visto che afferma con estrema decisione di non aver mai pronunciato frasi razziste. «L’arbitro dell’incontro, il Signor Angeli, è bianco. Non capisco a chi avrei dovuto rivolgere espressioni razziste - afferma rammaricato Lociuro - Ammetto di averlo insultato durante la partita: non ero d’accordo su un paio di decisioni prese, il direttore di gara mi ha intimato di stare zitto e ho reagito malamente. Una volta salito in tribuna, vista la situazione esasperante del risultato (la gara è terminata 8-1, ndr) non avevo nemmeno la voglia di arrabbiarmi o insultare l’arbitro. Figuriamoci pronunciare insulti razzisti…».

valmalone u19

 La Polisportiva Valmalone Under 19

 L’amarezza di Lociuro è ulteriormente aumentata dopo la lettura del nostro articolo online dedicato alle squalifiche della settimana, in cui il tecnico del Valmalone è rimasto incredulo: «Capisco le difficoltà dell’AIA nel trovare arbitri, ma perché mai i nuovi direttori devono scrivere falsità sul referto? Io ai ragazzi dico sempre di non esagerare e di ringraziare che ci sono, però qui andiamo oltre tutto. Sono profondamente dispiaciuto, l’ho anche contattato sui social per scusarmi nuovamente per gli insulti durante la gara, ma non ho mai pronunciato frasi razziste».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400