Cerca

Under 19

Pioggia di polemiche nel big match: gol al 97' e clamoroso sorpasso

La ormai ex capolista passa avanti nel finale di primo tempo, ma il ribaltone è presto servito

Accademia Pertusa-Moderna Mirafiori: Miccio accende il Moderna! Vittoria al cardiopalma per gli uomini di Razetto

Il vero man of the match: Cosimo Marzio, vera certezza per il Moderna Mirafiori

Vincere all'ultimo è una goduria immensa. Perdere all'ultimo è una delle amarezze più grandi esistenti nello sport. Perdere all'ultimo con recriminazioni sull'arbitraggio è ancora più amaro. L'epilogo del big match del girone C di Juniores Provinciale torinese è incredibile, perché a vincere è il Moderna Mirafiori di Ezio Razetto: sbancata via Genova, Accademia Pertusa KO e vetta del gruppo agguantata, ai danni proprio dei padroni di casa. Un 2-1 che ha visto i gialloverdi avanti con Raimondi, ma la ripresa si è tinta di verdeblù grazie ai colpi di Cappelletto e Nicholas Miccio che, al settimo minuto di recupero, ha spezzato le gambe ai padroni di casa.

Partita nervosa, molto spezzettata, caratterizzata da qualche episodio dubbio, fra due squadre che si giocavano quasi tutto in questi novanta minuti. Nella prima frazione molto meglio l'Accademia Pertusa, che sfrutta un approccio timido degli ospiti e, allo scadere, passa in vantaggio, grazie ad un gol, dagli 11 metri, di Giuseppe Raimondi. Nella ripresa, il Moderna Mirafiori torna in campo più convinto delle proprie capacità e, prima al quarto d'ora con Cappelletto, poi, all'ultimo secondo, appunto, con Miccio, trova una vittoria clamorosa ed inaspettata.

Accademia Pertusa: quanta rabbia mista a rimpianti

In uno dei match più importanti della stagione, i gialloverdi di Borio cadono, immeritatamente, contro un Moderna cinico, che sfrutta molto bene le occasioni. Al termine del match, nei cuori dei padroni di casa rimane tantissima rabbia, soprattutto per come sono arrivati i due gol ospiti: in occasione del primo, di Riccardo Cappelletto, sembra che la palla non entri pienamente all'interno della porta (sicuramente, con la Goal Line Technology, ogni dubbio sarebbe svanito sul nascere), mentre, il secondo, di Miccio, che decide la partita, sembra essere viziato da un fallo precedente, una carica sul portiere, su Fassio. Recriminazioni arbitrali a parte c'è tanta rabbia per le occasioni perse nelle ultime settimane. In via Genova è ancora una ferita apertissima la sconfitta a tavolino contro il Lenci Poirino, arrivata per un banale burocratico, è costata di fatto 3 punti pesantissimi. La strada verso i Regionali si fa inevitabilmente in salita, e due vittorie potrebbero non bastare.

Moderna Mirafiori: vittoria che vale sei punti, oltre ogni polemica

Ezio Razetto può, scaramanzia a parte, festeggiare: dopo la grande vittoria di sette giorni fa contro un coriaceo Villastellone, è arrivata, forse con una prestazione inferiore, soffertissima, la vittoria più importante della stagione. A 180 minuti dal termine del campionato, infatti, i suoi ragazzi si trovano a lottare realisticamente, con Carmagnola, Barracuda e lo stesso Pertusa, per un sogno chiamato Regionali. La forza del gruppo, le "sgroppate" di Cappelletto, l'infinita classe della linea difensiva ed un Cosimo Marzio in versione Superman hanno fatto la differenza in Via Genova. Ora la strada è tutt'altro che in discesa (le restanti gare sono contro PSG e Auxilium San Luigi, squadre toste e determinate a chiudere in bellezza), ma, con questo spirito, ogni obiettivo sembra reale.

IL TABELLINO

ACC.PERTUSA-MODERNA MIRAFIORI 1-2
RETI (1-0, 1-2): 47' rig. Raimondi (A), 15' st Cappelletto (M), 52' st Miccio (M).
ACC.PERTUSA (4-4-2): Fassio 7, Bianco 6.5, Glorioso 6.5, Astuti 7, Callai 6.5, Albenga 6.5, Laganà 7, Kanani 6.5, Tozza 7 (7' st Tavarnesi), Raimondi 7, Zitelli 6.5 (22' st Scremin). A disp. Chimera, Grande, Iorio, Pace, Crozza, La Vecchia, Zeneli. All. Borio 7. Dir. Iorio - Albenga.
MODERNA MIRAFIORI (4-3-3): Marzio 8, Delfino 7, Cipriani 6, Veglia 6.5, Basta 6 (43' st Leto sv), Iavarone 6.5, Scarlat 6 (1' st Sobra 6), Cappelletto 7, Miccio 7, Ravotto 6.5 (45' st Devalle sv), Moretti 6 (13' st Morselli 6). A disp. Damiani, Pascarella. All. Razetto 7. Dir. Marzio - Iavarone.
ARBITRO: Bonomo di Collegno 5.

AMMONITI: 23' Cappelletto (M), 35' Veglia (M), 39' Zitelli (A), 49' Ravotto (M).
ESPULSI: 55' st Callai (A), 55' st Chimera (A).

LE PAGELLE

ACCADEMIA PERTUSA

L'ACCADEMIA PERTUSA UNDER 19

Fassio 7 Partita in cui dimostra, ancora una volta, di essere uno dei portieri più forti del girone. Interventi spettacolari, grandi uscite e, soprattutto, attaccamento alla maglia.

Bianco 6.5 Buona gara, soprattutto nella prima frazione, in cui appare sicuro di sé e trasmette voglia alla squadra.

Glorioso 6.5 Aiutato dai compagni di reparto, gioca una gara di assoluto sacrificio, in cui non lascia nulla al caso. Le sue chiusure sono sempre molto precise.

Astuti 7 Tra i migliori nelle fila casalinghe. Imposta il gioco, lotta su ogni pallone, ed è in prima linea quando la squadra subisce un torto.

Callai 6.5 Espulsione finale a parte, dovuta al normale nervosismo per qualche decisione errata, gioca una buona partita, in cui eccelle per raddoppi riusciti.

Albenga 6.5 Tanta corsa e voglia di fare. La sua fame di gol, però, si spegne quando si trova di fronte Cosimo Marzio.

Laganà 7 Abilissimo nel cambio di gioco con entrambi i piedi. La sua punizione, che fa esaltare Marzio, è una delizia per gli occhi di chi guarda.

Kanani 6.5 Nella ripresa patisce un po' la controffensiva ospite. Gioca una gara di contenimento, in cui smista molti palloni.

Tozza 7 Ottimo in fase di interdizione. Quando parte sulla fascia sinistra è quasi impossibile prenderlo, soprattutto per la sua abilità nel dribbling.

7' st Tavarnesi 6 Rallenta un po' l'offensiva dell'Accademia Pertusa, e lo spettacolo ne risente.

Raimondi 7 Rigore perfetto a parte, fa una partita da leader: è ovunque, soffre per la squadra lotta su ogni pallone. Tra i migliori in campo.

Zitelli 6.5 Entra un po' sulle gambe nella ripresa e, dopo un quarto d'ora, crolla inesorabilmente. Borio se ne accorge e corre subito ai ripari, sostituendolo.

22' st Scremin 6 Ha pochissimo tempo per dimostrare il suo vero valore in campo. Sicuramente, può fare molto di più.

All. Borio 7 Esce dal campo quasi in lacrime, incredulo per una sconfitta alquanto immeritata. Rialzare immediatamente la testa è l'obiettivo per chiudere il campionato con onore.

MODERNA MIRAFIORI

IL MODERNA MIRAFIORI UNDER 19

Marzio 8 Man of the match, migliore in campo per distacco. Sicuramente, un portiere di almeno due categorie superiori. Immenso.

Delfino 7 Partita incredibile per l'esterno di Razetto. È ovunque, difende con voglia, sale per alzare il baricentro e, soprattutto, sfiora il gol.

Cipriani 6 Non benissimo il terzino ospite. Sbaglia qualche appoggio (soprattutto nella prima frazione) e pare impaurito. Può fare meglio.

Veglia 6.5 Da sottolineare, soprattutto, il carattere di questo ragazzo. Ha grinta, risponde ai fischi del pubblico con giocate magistrali. Un esempio.

Basta 6 Non benissimo quando viene chiamato in causa. Sbaglia più di una chiusura e lascia troppo spazio in fase di non possesso dell'Accademia Pertusa. (43' st Leto sv).

Iavarone 6.5 Altra ottima prova per il 6 di casa Moderna. A fine gara si appella alla fortuna, ma il suo apporto, in questa vittoria, è cruciale.

Scarlat 6 Non una giornata da ricordare per lui: sbaglia tanto, non vince un 1 contro 1, ed è lento e prevedibile. Esce, forse, per qualche problema fisico.

1' st Sobra 6 Partita da ricordare più per le frecciatine con i tifosi ospiti che per la sua effettiva prestazione sul campo.

Cappelletto 7 Ottima prova per lui, condita da un gol che, pare, essere fantasma. Resta, comunque, la gran conclusione al volo.

Miccio 7 Ottima prova per il numero 9, capace, con il suo gol, di regalare tre punti che, definire d'oro, sarebbe poco. Centravanti cinico, dai piedi buoni.

Ravotto 6.5 Buona gara fino al 50', poi tanta confusione e nervosismo. In qualche occasione, davanti alla porta, è sembrato essere leggermente impulsivo. Deve lavorare sulla testa. 45' st Devalle sv.

Moretti 6 Lascia troppo spazio tra sé e l'avversario quando i suoi compagni attaccano. Deve attaccare di più la profondità, come suggerisce la sua indiscussa velocità.

13' st Morselli 6 Gara dai due volti: nel primo quarto d'ora gioca molto bene, favorendo il gol del pareggio momentaneo, poi crolla inesorabilmente, commettendo qualche errore ingenuo.

All. Razetto 7 Vittoria che vale sei punti, a due giornate dal termine. I Regionali restano, a detta sua, un sogno, ma sognare è assolutamente lecito.

ARBITRO: Bonomo di Collegno 5 Primo tempo da 10 in pagella, non sbaglia praticamente mai. Nella ripresa perde completamente di mano la gara commettendo errori su errori. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400