Cerca

Under 19

Come Coppi e Bartali: lo scontro diretto per la "Maglia Rosa" dei Regionali

E' tutto pronto l'ultimo atto di un duello che ha animato la stagione: lo scontro diretto all'ultima giornata è da far girar la testa

Come Coppi e Bartali: lo scontro diretto per la "Maglia Rosa" dei Regionali

La Pastorfrigor Stay di Marco Riccobono sogna i regionali: ultima giornata di campionato e scontro diretto contro l'altra capolista Arquatese. Chi vince festeggia la promozione

Per chi ha seguito questo girone non è una partita qualunque, ma è LA partita. Un testa a testa incredibile che avrà il suo epilogo proprio nell'arco degli ultimi 90 minuti che finalmente eleggeranno la regina di questa stagione. L'Under 19 di Alessandria si prepara all'ultimo atto di un'annata di fuoco, che ha candidato alla lunga due favorite alla vittoria finale: Arquatese e Pastorfrigor Stay. Due società diverse, due percorsi diversi, stesso esito: tanta qualità e tanto divario nei punti rispetto alle contendenti che, settimana dopo settimana, hanno lasciato strada libera alle corazzate di Demergasso e Riccobono. L'ultimo turno che è disputato lo scorso 14 maggio ha confermato i valori all'apice della graduatoria con la promozione diretta che si deciderà proprio questo fine settimana con l'avvincente e decisivo scontro diretto tra la prima e la seconda della classe, appaiate a pari punti.

LA RESA DEI CONTI E' VICINA

Si deciderà questo fine settimana, con l'ultimo turno di campionato. Chissà che pienone ci sarà ad Arquata Scrivia, alle 15 di sabato 21 maggio, per vedere Arquatese e Pastorfrigor Stay contro. Il duello al vertice sta regalando una stagione thrilling e dopo un arrivo in volata a pari punti questo campionato si merita un finale ad effetto. L'ultimo sabato di campionato ha visto la Pastorfrigor Stay riagganciare la leadership provvisoria della graduatoria, battendo il Cassine con il clamorosamente ampio 9-1. La stessa formazione grigioblù, neanche 7 giorni prima, aveva messo in grande difficoltà l'Arquatese, perdendo tra le mura amiche solamente 2-3 nel finale di gara grazie al rigore del solito Umberto Repetto. I casalesi, grazie anche ad assenze pesanti tra le fila degli avversari, sono riusciti a sbrogliare la pratica grazie soprattutto alle triplette di Siragusa e Moolenaar, che hanno fatto in modo di riagganciare l'Arquatese a 50 punti in virtù del turno di riposo dei biancazzurri.

La Pastor è una squadra che sta bene, anzi benissimo. Riccobono e soci sono reduci da una sequenza di sei vittorie di tappa in successione, nell'arco delle quali ha realizzato 26 reti subendone appena 5. Una macchina da gol come certificato dai 64 sigilli stagionali, il reparto avanzato più prolifico del campionato, che testimonia la qualità del fronte offensivo e del gioco verticale dei casalesi. Un applauso agli attaccanti, ma un altrettanto fragoroso applauso alla retroguardia, capace di subire solo 19 reti nell'arco dell'annata. La battistrada della graduatoria può far affidamento sulla spiccata vena realizzativa di Siragusa, autore 16 gol stagionali e capocannoniere del campionato, e di Bifolco a quota 14 reti in campionato.

Dal canto suo, l'Arquatese sta mantenendo il medesimo ritmo sotto il profilo della continuità di rendimento nei risultati colti di tappa in tappa. I biancazzurri hanno ottenuto dieci vittorie nelle ultime undici giornate, nel corso delle quali l'unico stop è stato rappresentato dalla sconfitta interna per 1-2 contro il Felizzano a fine marzo. Gli arquatesi possono contare sulla granitica difesa, la meno battuta del torneo con 18 reti subite, e sull'apporto del cecchino Umberto Repetto con 15 centri in stagione. Successivamente al giro di boa dell'annata, i biancazzurri hanno incassato appena 7 gol con cinque clean sheet all'attivo. Lo scontro antecedente dello scorso 12 febbraio aveva visto il successo esterno degli arquatesi per 0-1, ma ora in palio c'è qualcosa in più: chi vince va ai regionali, chi perde va ai playoff. Ovviamente occhio all'ipotesi pareggio: in caso di X ci sarà lo spareggio, in campo neutro, in un terzo atto da pazzi.

FELIZZANO, PALMA DEI PIU' FORTI E TERZO POSTO

Il duo di testa che si contenderà la promozione nel turno conclusivo poteva essere un trio. Non lo dicono i numeri, non lo dicono i buoni risultati, ma lo dicono gli stessi addetti ai lavori di questo girone. Già, perché il Felizzano, la cui annata si è conclusa la settimana antecedente, è stata a lungo in lizza per il primato della graduatoria. , ma ha mancato il passo giusto per tenere il ritmo di Arquatese e Pastorfrigor Stay. Nonostante i cinque successi consecutivi nell'ultimo scorcio dell'annata e le 16 marcature stagionali di Cirigliano, per i biancoblù i risultati ottenuti nelle giornate 15 e 16 si sono rivelati una vera e propria pietra tombale per i sogni di gloria. Nell'arco di sette giorni la formazione di Castelli ha raccolto appena un punto, frutto di una sconfitta esterna con l'Audax Orione per 2-1 e del pareggio casalingo per 1-1 contro la Valenzano Mado. Due esiti negativi contro formazioni situate a centro gruppo con un potenziale score di 6 punti gettato alle ortiche.

Va comunque detto e giustamente citato che il Felizzano è spesso stata nominata da Riccobono, Demergasso e altri allenatori del girone come la squadra qualitativamente più forte, nonché quella in grado di esprimere il calcio offensivamente migliore e farlo soprattutto con tanti 2003 e 2004 in campo. Seppur non si tratti di alcun trofeo per i ragazzi di Castelli questo si può considerare una bella nota di merito in una stagione dove il Felizzano ha chiuso davanti a società più blasonate e con maggiori ambizioni. Un ottimo bacino da cui attingere anche per la prima squadra, al momento in piena lotta nel girone G di Prima Categoria.

QUARTO POSTO: ANCORA BAGARRE

Seppur rappresenti una magra consolazione alla luce di come si era indirizzata l'annata, il Felizzano ha chiuso con la medaglia di bronzo la stagione. Alle spalle dei biancoblù tiene banco la sfida per la quarta posizione tra Cassine, 34 punti, e la Gaviese staccata di due lunghezze. I cassinesi sono reduci da due sconfitte in sequenza contro le prime due della classe (sopra descritte), consentendo così ai biancogranata di accorciare il distacco grazie a un trittico importante di vittorie contro Monferrato, Audax Orione e Valenzana Mado. Assume quindi un valore a suo modo speciale lo "scontro diretto" tra Cassine e Gaviese di domenica, pronte a contendersi la quarta piazza.

JUNIOR PONTESTURA, RIMONTA DA BIG

Harvey Dent, meglio noto come DueFacce, è uno dei cattivi più iconici di Bat Man e può essere perfetto per raccontare l'annata della Junior Pontestura. La formazione di Matteo Mistroni, dopo aver vissuto un girone di andata complicatissimo (solamente 6 punti conquistati) i giallorossoblù hanno vissuto un ritorno da vera corazzata, riuscendo a risollevare quell'ultimo posto fino a raggiungere la momentanea ottava piazza. Significa poco ai fini della classifica, ma ottenere 17 punti nelle altre 11 gare è stato un mini campionato vinto per questi ragazzi, bravi nel crescere e soprattutto nel non demoralizzarsi. Come spesso Mistroni ha affermato nei vari post partita "Questa squadra ha grandi margini di miglioramento" ed effettivamente è impossibile dargli torto. Tra innesti arrivati a gennaio ed energie mentali nuove di zecca la JCP Juniores è rinata e chissà se il prossimo anno si può realmente sognare qualcosa in più.

PROGRAMMA ULTIMA GIORNATA

Data Partita Ora
21/5 Valenzana Mado-Bergamasco 15:00
21/5 Audax Orione-Vigulozzese 15:00
21/5 Monferrato-Dertona 15:00
21/5 Cassine-Gaviese 15:00
21/5 Arquatese-Pastorfrigor Stay 15:00

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400