Cerca

Valceresio, c'è Cardelli per il dopo Prini. Panchine definite, resta vacante solo l'Under 18

Valceresio u14

Valceresio u14

Che dalle parti del "Peppino Prisco" fossero attese delle novità era lecito aspettarselo, specialmente dopo l'annuncio dell'addio da responsabile del settore agonistico di una colonna come Roberto Prini. Ed infatti, la società biancoverde non ha perso tempo a riorganizzarsi, specialmente dal punto di vista societario, dove per la prossima stagione si è scelto di fare le cose in grande, puntando sulla solita programmazione e identità che da sempre hanno contraddistinto la Valceresio. L'organizzazione societaria. Il nodo più grande da sciogliere era certamente quello del ruolo lasciato vacante da Prini, con la scelta che è caduta su Fabio Cardelli. Una decisione ben precisa, e che soprattutto va a confermare la linea societaria di avere un'identità forte e precisa, promuovendo così dall'interno un dirigente che già conosceva bene lo spirito della Valceresio. Si occuperà quindi del settore agonistico, ma non solo, perché sarà anche un elemento di raccordo tra società e genitori, viste le sue capacità comunicative dimostrate negli anni da rappresentante del gruppo accompagnatori. Oltre a Cardelli, un'ulteriore novità sarà poi l'inserimento di un nuovo ruolo all'interno dell'organigramma societario: verrà infatti introdotta la figura di direttore tecnico, con il ruolo affidato anche qui ad un elemento interno, ossia Sergio Sestagalli, che si occuperà della supervisione degli allenatori, curando gli aspetti tecnici degli allenamenti. Rimangono invece invariati i ruoli di Roberto Marchesi come responsabile della Prima Squadra e della Juniores, e di Silvano Zanovello per la Scuola Calcio. Stabilità sulle panchine. Discorso inverso invece per quanto riguarda le guide tecniche, dove la linea scelta è quella della continuità: D'Onofrio Basso continuerà il suo percorso sia con la Prima Squadra che con la Juniores Regionale, portando avanti il progetto di valorizzazione dei propri giocatori del vivaio. Stesso discorso anche per i 2007 di Alessandro Orrù, che continueranno nel loro percorso che li vedrà affrontare il campionato regionale, così come anche i 2006 ed i 2005 che manterranno le guide tecniche di Marchesi e Sestagalli. L'unico punto di domanda riguarda invece la neonata Under 18, perché è ormai confermato l'addio di Roberto Realini alla società, con la panchina dei 2004 che rimane quindi vacante. La scelta non è ancora stata fatta, mai primi colloqui sono già stati avviati, con l'identikit che va in direzione di un allenatore più da prima squadra che da settore giovanile, allo scopo di far crescere ed approcciare ulteriormente al calcio dei grandi, un'annata che ha ben figurato negli anni precedenti.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400