Cerca

News

Union Tre Valli, la promessa di Magnoni: «In tre anni Scuola Calcio Riconosciuta»

Il neo-responsabile traccia la rotta del club con sede a Marchirolo e Cugliate Fabiasco

Alessandro Magnoni

Alessandro Magnoni, neo responsabile Union Tre Valli

Una nuova sfida per Alessandro Magnoni che, dopo aver lasciato buoni ricordi al Ceresium Bisustum e Cantello Belfortese, da poche settimane ha iniziato la sua esperienza all’Union Tre Valli. Un ingresso avvenuto in punta di piedi ma accompagnato da idee importanti, come quella del “Gioco motricità”, il progetto riservato ai bambini fino ai cinque anni che vedrà in prima linea Maddalena Marazza. Dai piccoli fino all’Under 15 i grigioverdi saranno presenti in tutte le categorie del Settore Giovanile; mancherà - come avvenuto anche nella scorsa stagione - la compagine Allievi visto che i pochi calciatori (la scorsa stagione arrivò il ritiro dell’Under 16 dopo il 20-0 contro la France Sport) hanno deciso di legarsi ad altri club del territorio, mentre l’Under 19 proseguirà con Renato Pivato affiancato da Vincenzo Marotta. Damiano Bosio, a Cugliate Fabiasco da tre stagioni, proseguirà sulla categoria Giovanissimi Under 15 affiancato da un collaboratore speciale, suo figlio Marco che sarà impegnato anche nel team alla guida dei Pulcini con Gaetano De Pasquale, Luca Bertolini e Alessio Di Bella. Negli Esordienti spazio a Davide Vesia, istruttore in arrivo dalla Cuassese, e all’assistente Dennis Ciammaricone, pronto a cimentarsi nella nuova esperienza dopo gli anni da calciatore. Nei Primi Calci, invece, gli istruttori di riferimento saranno Leonardo Longo (2013) e l’allenatore della prima squadra Giuliano Vincenzi (2014), mentre nei Piccoli Amici ci sarà ancora Leonardo Longo con Francesco Boni. I portieri delle giovanili, invece, saranno seguiti dal giovane Riccardo Festa (1997) che Magnoni ben conosce visto che ha fatto tutta la trafila giovanile nel Ceresium Bisustum. «L’obiettivo che ci siamo dati è di diventare Scuola Calcio Riconosciuta in un paio di stagioni - dice Magnoni che, prima di dire sì al Tre Valli era stato accostato al Gavirate come tanti altri dirigenti della zona - Puntiamo sui più piccoli e migliorare sia la qualità che quantità».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400